Bioedilizia, Smart Building e innovazione: due bandi di Regione Lazio | Ingegneri.info

Bioedilizia, Smart Building e innovazione: due bandi di Regione Lazio

Regione Lazio dà il via a due iniziative: il bando “Bioedilizia e Smart Building”, da 7,2 milioni di euro e il bando “KETs – tecnologie abilitanti” da 9,2 milioni di euro

smart_building
image_pdf

L’assessorato allo Sviluppo Economico e Attività Produttive della Regione Lazio ha presentato due nuovi bandi finalizzati alla promozione della bioedilizia e delle costruzioni intelligenti, per una maggiore sostenibilità ambientale degli edifici e delle costruzioni e una loro maggiore efficienza, e alla diffusione delle tecnologie più avanzate dei settori maggiormente all’avanguardia come la nanoelettronica o la fotonica.

I due bandi, gestiti da Lazio Innova, sono destinati a Pmi, liberi professionisti, grandi imprese e organismi di ricerca e di diffusione della conoscenza; possono parteciparvi tutte le imprese indipendentemente dal loro ambito di operatività.

Il bando “Bioedilizia e Smart Building”

Il bando “Bioedilizia e Smart Building” da 7.260.000 euro ha l’obiettivo di sostenere progetti imprenditoriali realizzati da imprese, singole e associate, finalizzati a supportare l’innovazione dei materiali, dei componenti e dei sistemi utilizzati nell’edilizia, compresi sistemi intelligenti di progettazione e gestione delle infrastrutture, anche di committenza pubblica, che garantiscano una maggiore sostenibilità ambientale degli edifici e delle costruzioni, e un maggiore valore aggiunto.

Previste due modalità di partecipazione:

i progetti semplici, ai quali è riservato 1.980.000 euro della dotazione complessiva, che possono essere presentati con procedura “a sportello” dal 17 gennaio al 14 marzo 2017 e per i quali è previsto un contributo per progetto da un minimo di 50.000 € a un massimo di 500.000,

i progetti integrati, ai quali sono riservati 5.280.000 euro della dotazione complessiva, le cui domande potranno essere presentate dal 10 gennaio al 14 febbraio 2017; la valutazione sarà effettuata secondo il sistema “a graduatoria”, a partire dal giorno successivo alla chiusura del bando; il contributo previsto per progetto va da un minimo di 200.000 euro a un massimo di 3 milioni di euro.

Info qui.

Il bando “KETs – tecnologie abilitanti”

Il bando “KETs – tecnologie abilitanti” da 9.240.000 euro ha l’obiettivo di favorire l’applicazione delle tecnologie abilitanti (Key Enabling Technologies – KETs): Biotecnologie, Micro e Nanoelettronica, Fotonica, Nanotecnologie, Materiali e sistemi di fabbricazione avanzati, in tutte le aree di specializzazione della Smart Specialisation Strategy (S3) regionale (Aerospazio, Scienze della Vita, Beni culturali e tecnologie per il patrimonio culturale, Industrie creative digitali, Sicurezza, Green Economy e Agrifood), attraverso il sostegno di progetti imprenditoriali realizzati da imprese, singole e associate.

La dotazione del bando è destinata esclusivamente a progetti integrati, ossia piani di investimento e/o attività riferibili all’insieme della azioni Por che concorrono alla dotazione del bando.
Le domande potranno essere presentate dal 10 gennaio al 14 febbraio 2017, la valutazione sarà effettuata secondo il sistema “a graduatoria”, a partire dal giorno successivo alla chiusura del bando; il contributo previsto per progetto va da un minimo di 200.000 euro a un massimo di 3 milioni di euro.

Info qui.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Bioedilizia, Smart Building e innovazione: due bandi di Regione Lazio Ingegneri.info