Contro il crimine informatico, l'Universita' di Cagliari da' il via a Illbuster | Ingegneri.info

Contro il crimine informatico, l’Universita’ di Cagliari da’ il via a Illbuster

wpid-21924_cybercrime.jpg
image_pdf

Illbuster, buster of illegal contents spread by malicious computer networks è un progetto finanziato dalla Commissione Europea (DG-HOME), all’interno del programma “Prevention of and fight against crime” (Prevenzione e lotta al crimine). Il progetto sarà guidato dall’Università di Cagliari attraverso il suo laboratorio PRA Lab, che si occupa di riconoscimento automatico di forme. 

Obiettivo del programma Illbuster è fornire un sistema integrato per il rilevamento automatico di attività illegali sulla rete internet. Il sistema è pensato per fornire alle forze dell’ordine uno strumento prezioso nelle loro attività di prevenzione e lotta contro il crimine informatico e sarà costituito da un motore principale responsabile della rilevazione di una lista “nera” di domini malevoli, affiancato da un insieme di periferiche e servizi che ispezioneranno le pagine web ospitate su domini maligni con lo scopo di individuare materiale illecito o pericoloso (pedopornografia, malware, phishing).

Il sistema risultante sarà in grado di identificare domini (e contenuti) maligni attraverso l’analisi del traffico Dns e segnalare Url sospetti alle forze dell’ordine, in modo che gli illeciti possano essere facilmente individuati. Una caratteristica peculiare del sistema proposto è che esso sarà progettato tenendo presenti tutti quegli aspetti legali che garantiscono il rispetto della privacy dei cittadini e non consentono abusi. Il progetto Illbuster avrà una durata di 24 mesi e partirà nel mese di Febbraio 2014.

Il laboratorio PRA Lab è coordinato dal professor Fabio Roli e vanta una notevole esperienza in ambito di sicurezza informatica e sviluppa soluzioni per contrastare cybercrime e cyber-terrorism. Fanno parte del team coinvolto in Illbuster Giorgio Giacinto, professore associato di Sistemi di elaborazione delle informazioni, Davide Ariu, project manager di Illbuster, Igino Corona, docente del corso di Sicurezza informatica per allievi ingegneri elettronici, delle telecomunicazioni e per studenti di dottorato di Ricerca in ingegneria elettronica ed informatica e Matteo Mauri, responsabile della disseminazione scientifica.

Nel progetto sono coinvolti altri 7 partner internazionali fra cui l’Università degli Studi di Milano Bicocca (Unimib), il Research and academic computer network Nask, l’azienda Netclean, la Guardia di Finanza, la Polizia postale delle comunicazioni, il Tech & Law Center e la University of Georgia.

Copyright © - Riproduzione riservata
Contro il crimine informatico, l’Universita’ di Cagliari da’ il via a Illbuster Ingegneri.info