Cyber criminali: record di attacchi nel primo semestre del 2010 | Ingegneri.info

Cyber criminali: record di attacchi nel primo semestre del 2010

wpid-5394_.jpg
image_pdf

A mettere in luce il livello di criminalità raggiunto all’interno della rete sono le ricerche realizzate da due note società di software. Secondo il Malware Report, redatto dal security lab di GData, il numero di nuovi virus per computer ha già raggiunto, nella prima metà del 2010, la cifra di 1.017.208 unità. Questo significa un aumento del 50% rispetto al 2009 e una previsione di chiusura dell’anno con oltre 2 milioni di nuovi malware. Gli utenti dei social network sono gli obiettivi preferiti dai cyber criminali che stanno sfruttando proprio la crescente popolarità di questi canali di comunicazione per entrare in possesso dei dati personali e di accesso degli utenti. Gli internauti che utilizzano Windows sono i più esposti a rischi: il 99.4% dei malware è infatti scritto proprio per il sistema operativo di Microsoft.

A dominare la classifica dei virus presenti nella rete, con una percentuale del 42.6%, sono i trojan, seguiti da downloader and dropper con il 20.4%. Negli ultimi sei mesi le nuove tipologie di spyware – che consentono ai criminali, per esempio, di rubare i dati di accesso per i social network – sono notevolmente cresciute tanto da registrare l’incremento maggiore tra tutti i tipi di malware. Al quarto posto con il 12% troviamo i backdoor, la cui presenza è però diminuita rispetto all’ultimo semestre del 2009.

Arriva invece dalla società di sicurezza informatica Symantec la ricerca Norton Cybercrime Report: the human impact, effettuata su 7mila persone residenti in 14 Paesi, che ha evidenziato come il 65% degli intervistati sia stato vittima della criminalità su internet, ossia circa due terzi degli utenti complessivi della rete. La Cina si colloca al primo posto con l’83% degli internauti che ha dichiarato di essere stato colpito da virus informatici, furto di identità o frode sulla carta di credito. Brasile e India seguono ex-aequo con il 76% davanti agli Stati Uniti con il 73%.

Copyright © - Riproduzione riservata
Cyber criminali: record di attacchi nel primo semestre del 2010 Ingegneri.info