Digitaliani: la multinazionale Cisco investe sulla digitalizzazione italiana | Ingegneri.info

Digitaliani: la multinazionale Cisco investe sulla digitalizzazione italiana

La multinazionale statunitense Cisco ha siglato protocolli con varie città e regioni italiane per favorire la digital innovation

Digitaliani By Cisco
image_pdf

Cisco, multinazionale statunitense specializzata nella fornitura di apparati per networking, ha siglato il 14 maggio scorso due protocolli d’intesa nell’ambito del progetto Digitaliani: uno col presidente di Regione Liguria Giovanni Toti e uno col sindaco di Genova Marco Bucci. Digitaliani è un programma d’investimenti attuato da Cisco per accelerare il processo di digitalizzazione e digital innovation del nostro paese. Genova e la Liguria vanno ad aggiungersi a Friuli-Venezia Giulia, Milano, Palermo e Perugia, già firmatarie di protocolli analoghi.

Il progetto Digitaliani è nato il 19 gennaio 2016 in un incontro tra l’allora Primo Ministro Matteo Renzi, il CEO di Cisco Chuck Robbins e l’AD di Cisco Italia Agostino Santoni. Come confermato dal development manager di Cisco Italia Fabio Florio, Cisco è soddisfatta dei risultati sin qui ottenuti dal progetto, così come lo sono le realtà amministrative che hanno sottoscritto i protocolli di sviluppo. La prima fase di Digitaliani avrà termine nel 2018, dopo tre anni di lavoro (il costo complessivo è, a oggi, di 100 milioni di dollari). Molto probabilmente il programma sarà rinnovato e rimodulato in altri due trienni, con nove anni complessivi di investimenti e la deadline conclusiva fissata a fine 2024.

Digitaliani: Liguria e Friuli-Venezia Giulia

Liguria Digitale

Il protocollo sottoscritto il 14 maggio scorso da Cisco e Regione Liguria ha per obiettivi cardine:

  • Favorire lo sviluppo di soluzioni tecnologiche innovative all’interno di progetti gestiti da Liguria Digitale (società per azioni controllata da Regione, Asl ed enti parco che punta a direzionare la strategia digitale per cittadini, imprese, turisti e Pubblica Amministrazione)
  • Lanciare localmente il programma Cisco Networking Academy – attivo in varie parti del mondo da 20 anni – mediante l’introduzione di corsi improntati sulla formazione di professionisti della digital innovation. Argomenti di studio: cybersecurity, Internet delle Cose, imprenditoria digitale e utilizzo delle reti. Le attività avranno luogo presso le sedi formative di Liguria Digitale e in sedi scolastiche, in sinergia coi Centri per l’Impiego regionali. Si punta a formare 1.000 studenti nell’ambito dell alternanza scuola-lavoro.
  • Iniziative nell’ambito della digitalizzazione, con la collaborazione di startup, università e ricercatori.

Friuli 4.0

Il 29 aprile 2016 Debora Serracchiani, allora presidente di Regione Friuli-Venezia Giulia, ha siglato un protocollo con Cisco – nell’ambito del progetto Digitaliani – per accelerare il processo di sviluppo tecnologico e di digital innovation nella regione. Questi i punti previsti:

  • Formazione per docenti e studenti sulle competenze digitali.
  • Business innovation e ricerca e sviluppo, per favorire l’imprenditoria giovanile e l’innovazione d’impresa.
  • Soluzioni innovative per la gestione del traffico navale, ferroviario e su gomma legato al porto di Trieste e annesso sviluppo della sensoristica portuale.
  • Sviluppo di servizi sanitari digitali.
  • Industry 4.0.
  • Collaborazione col mondo accademico e imprenditoriale improntata su formazione e ricerca su tecnologie digitali per il settore manifatturiero.

Digitaliani: Milano, Genova e le smart cities del futuro

Cyber-Milano

Il 15 novembre 2017 Cisco e il Comune di Milano hanno sottoscritto l’iniziativa “Safer Milan”. Questi i temi previsti dall’accordo, che punta a rendere Milano ancora più “smart” e “cyber”:

  • Realizzazione di un Security Operation Center adibito all’integrazione – improntata sulla cybersecurity – dei già esistenti sistemi di sicurezza fisica, monitoraggio del traffico e monitoraggio ambientale.
  • Creazione di un centro d’innovazione adibito alla ricerca e sviluppo – con la collaborazione attiva di aziende, startup e università – nell’ambito delle soluzioni tecnologiche per la sicurezza cittadina.
  • Offerte formative apposite – in merito alla cybersecurity – nelle scuole superiori milanesi, introdotte mediante il programma Cisco Networking Academy.
  • Progetti di alternanza scuola lavoro, sempre incentrati su digitalizzazione e cybersecurity.

Genova iperconnessa

Tre i temi di rilievo in evidenza nel protocollo sottoscritto da Cisco e Comune di Genova lo scorso 14 maggio:

  • Realizzazione di una piattaforma wi-fi nell’area del Museo di Villa Croce, per valorizzare un’area di grande interesse culturale e nel contempo incentivare i genovesi a incontrare con interesse i processi di digitalizzazione. La rete wi-fi permetterà la fruizione di app apposite e l’ingresso nella realtà aumentata, per valorizzare ulteriormente le opere di arte moderna esposte nel Museo.
  • Formazione digitale per i cittadini tramite Cisco Networking Academy.
  • Creazione di un polo attrattivo per le startup che operano nel settore della digital innovation, per supportare la realizzazione di nuovi servizi digitali e l’incontro diretto tra startup, Comune e cittadini.

Palermo tra storia e innovazione

Il protocollo tra Cisco e il Comune di Palermo è stato firmato il 21 ottobre 2016, col proponimento di innovare in senso tecnologico-digitale il tessuto cittadino e di generare opportunità lavorative per i giovani e di innovazione per le imprese. L’obiettivo è quello di creare nel centro cittadino – all’interno del Percorso Arabo Normanno riconosciuto da Unesco – un’area tecnologicamente all’avanguardia, tramite la connettività wi-fi e la realizzazione di una piattaforma “in cloud” in grado di assicurare alla città un laboratorio d’incontro a cielo aperto tra cittadini, amministrazione, startup e aziende.

Perugia smart

Queste le pietre angolari del protocollo siglato il 14 dicembre 2016 da Cisco e Comune di Perugia: smart city, industry 4.0 e formazione digitale.

  • Smart city: si punta a realizzare soluzioni video per dare a cittadini la possibilità di comunicare col Comune dalle sedi delle circoscrizioni, limitando così gli spostamenti e velocizzando i processi di risposta. Il servizio è già attivo nella zona di Ponte Felcino da inizio 2018: sono stati realizzati ambienti con tele-presence a doppio schermo e con stampanti e scanner messi a disposizione degli utenti.
  • Industry 4.0: Cisco, il Comune di Perugia e K-Digitale collaborano nella realizzazione di iniziative di innovazione sul tema. Nell’area di Fontivegge è stato allocato un laboratorio dedicato alla digitalizzazione delle imprese.
  • Formazione digitale: sono stati individuati dal Comune e da Cisco alcuni istituti tecnici cittadini in cui sviluppare percorsi tesi a formare i professionisti digital del futuro (con particolare riferimento alla cybersecurity). Previste soluzioni tecnologiche per lo studio, come comunicazione video e condivisione di contenuti via app.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Digitaliani: la multinazionale Cisco investe sulla digitalizzazione italiana Ingegneri.info