ENEA, nel Piano di sviluppo triennale anche 572 giovani | Ingegneri.info

ENEA, nel Piano di sviluppo triennale anche 572 giovani

Tra i progetti del triennio 2017-2019 l’assunzione di 572 giovani e nuove professionalità e 51 milioni di investimenti in macchinari

image_pdf

Un progetto in grande stile, che prevede notevoli investimenti sia in termini di macchinari sia in risorse umane. E’ quanto prevede il Piano di sviluppo triennale 2017-2019 dell’Enea. I numeri parlano chiaro: sono state approvate 572 assunzioni di giovani e di nuove professionalità e oltre 51 milioni di investimenti in attrezzature e impianti. Un Piano, insomma che si pone l’obiettivo di “dare nuovo slancio alle attività di ricerca, innovazione e trasferimento tecnologico e rafforzare la capacità di autofinanziamento dell’Agenzia nei settori di competenza, puntando, in particolare, su quattro aree strategiche: fusione e sicurezza nucleare; efficienza energetica; sostenibilità dei sistemi produttivi e territoriali; tecnologie energetiche”, come spiegano i responsabili dell’Ente.

In particolare, il Piano pone l’accento sulle diverse attività di ricerca, a partire dalle fonti rinnovabili (solare 2.0), dalla robotica e dalle smart grid, senza dimenticare la mobilità sostenibile, le batterie, i sistemi di ricarica rapida e wireless, i sensori ed etichette intelligenti. Il progetto di investimenti prevede lo sviluppo di progettualità anche per settori come la tutela del patrimonio culturale, la cura della salute e la tracciabilità degli alimenti. Fra i temi emergenti anche la simbiosi industriale e l’economia circolare. Attività di punta saranno i grandi progetti internazionali di fusione nucleare ITER e Broader Approach e la realizzazione in Italia dell’infrastruttura di ricerca vertor Tokamak Test facility (DTT), un progetto da 500 milioni di euro con ricadute occupazionali dirette e indirette per 2mila addetti altamente qualificati.
Particolarmente soddisfatto Federico Testa, Presidente Enea, che sottolinea come con il nuovo Piano si intenda “completare il rilancio dell’Agenzia e aprire una nuova stagione che veda l’Enea protagonista a livello nazionale e internazionale nel campo delle nuove tecnologie, dell’energia e dello sviluppo economico sostenibile. Tutto ciò facendo leva sulle elevate competenze maturate come soggetto tecnico autorevole, ‘terzo’, indipendente, sempre più capace di rispondere alle esigenze di imprese, cittadini e PA e di acquisire progetti e commesse”.

Nei tre anni l’Enea cercherà di valorizzare i grandi progetti “trasversali” dell’Agenzia, come la deep renovation per l’efficientamento energetico del parco abitativo attraverso strumenti quali l’ecobonus condomini, “Matera 2019 – Capitale Europea della Cultura” e la campagna “Patrimonio culturale in classe A” per diffondere la cultura dell’efficienza energetica e ridurre consumi e spese per l’energia nei beni culturali, musei, monumenti e palazzi storici. Fra gli obiettivi anche l’ampliamento dell’Atlante dell’innovazione tecnologica con oltre 500 schede consultabili online, la pubblicazione dell’Atlante delle tecnologie e dei progetti per l’Agenda 2030 e la cooperazione allo sviluppo.

Scarica gratis: 6° Rapporto Annuale sull’Efficienza Energetica dell’ENEA

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
ENEA, nel Piano di sviluppo triennale anche 572 giovani Ingegneri.info