Il nuovo sistema telematico per depositare i brevetti internazionali | Ingegneri.info

Il nuovo sistema telematico per depositare i brevetti internazionali

Il sistema telematico ePCT è attivo h24 e consente di ricevere immediatamente l'attribuzione data internazionale di deposito, con un risparmio sulla tassa di deposito e la possibilità di richiedere all'Uibm di preparare e trasmettere i documenti di priorità.

image_pdf
Dal 4 dicembre 2017 è attivo il sistema telematico ePCT per depositare una domanda internazionale di brevetto, secondo il Trattato di Cooperazione in materia di brevetti, tramite l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (Uibm).
Istituito con il Decreto Direttoriale del 16 novembre 2017, il nuovo sistema telematico, messo a disposizione dall’Organizzazione Mondiale della Proprietà intellettuale (Ompi) sulla sua piattaforma online, offre agli utenti italiani numerosi vantaggi:

– possibilità di depositare la domanda di brevetto da casa o ufficio, in qualsiasi momento delle 24 ore,
– attribuzione immediata della data internazionale di deposito,
– risparmio di € 183 di tassa di deposito,
– possibilità di richiedere all’Uibm, quale Ufficio Ricevente, di preparare e trasmettere i documenti di priorità, previo assolvimento dell’imposta di bollo,
– possibilità di comunicare con l’Ufficio in maniera più rapida ed efficiente,
accesso a tutti i servizi post-filing del portale ePCT.

La piattaforma ePCT
Per tutte le domande internazionali, sia depositate telematicamente sia in modalità  cartacea, le opzioni per la consegna e la richiesta del documento di priorità  restano invariate:
1. Chiedere all’Ufficio Ricevente di preparare e trasmettere il documento di priorità o spedire all’Uibm una richiesta di copia autentica in bollo e le marche necessarie a validare la stessa;
2. Fornire il documento già  preparato, da consegnare a mano o inviare per posta la copia autentica.
Gli utenti che effettuano il deposito di domande internazionali rivendicando la priorità di una domanda italiana depositata da oltre 90 giorni (art. 198 Cpi e art. 8 Reg. Att.) hanno la possibilità di scegliere se effettuare il deposito in forma telematica tramite ePCT oppure il deposito cartaceo.
Per utilizzare la piattaforma l’utente deve poter accedere tramite browser al link: https://pct.wipo.int/
L’interfaccia utente è disponibile nelle 10 lingue di pubblicazione internazionale: inglese, francese, tedesco, arabo, cinese, giapponese, coreano, portoghese, russo e spagnolo.
Per assistenza nella nuova procedura, l’Uibm ha predisposto un documento contenente le indicazioni in italiano per guidare l’utente fino al deposito della domanda, reperibile al link http://www.uibm.gov.it/index.php/brevetti/brevettare-all-estero/il-brevetto-internazionale-pct.
Sono inoltre come sempre a disposizione degli utenti sia la casella di posta elettronica dedicata [email protected] sia il call center 06.4705.5800.
Tassa ridotta
La piattaforma ePCT calcola automaticamente l’importo dovuto per le tasse ed è stata prevista dall’Ompi una riduzione dell’importo della tassa internazionale per gli utenti che effettuano il deposito on-line. L’utilizzo del sistema di deposito telematico non modifica l’obbligo a versare all’Ufficio Ricevente italiano la tassa di trasmissione dovuta.
Le modalità di pagamento restano invariate: la tassa di trasmissione va versata tramite modello F24 con elementi identificativi, le tasse di deposito internazionale e di ricerca vanno pagate con un bonifico bancario unico direttamente su un conto intestato al Wipo. E’ possibile posticipare il pagamento delle tasse fino a un mese dalla data di deposito della domanda internazionale.
I browser consigliati sono Mozilla Firefox (preferito) ed Internet Explorer. Google Chrome e Safari possono essere utilizzati, ma non sono stati completamente testati da WIPO per la compatibilità ePCT.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Il nuovo sistema telematico per depositare i brevetti internazionali Ingegneri.info