Il Piano Nazionale Industria 4.0: obiettivi e linee strategiche | Ingegneri.info

Il Piano Nazionale Industria 4.0: obiettivi e linee strategiche

Ecco i principali interventi previsti dal Governo sino al 2020 per il “Piano nazionale Industria 4.0 2017-2020”

image_pdf

Un Piano strategico a supporto dei settori industriali nazionali. E’ quanto ha sviluppato il Ministero dello Sviluppo Economico, dando vita al cosiddetto “Piano nazionale Industria 4.0 2017-2020” che prevede misure concrete in base a tre principali linee guida: operare in una logica di neutralità tecnologica; intervenire con azioni orizzontali e non verticali o settoriali; agire su fattori abilitanti. L’espressione Industria 4.0 è collegata alla cosiddetta “quarta rivoluzione industriale”, una rivoluzione che si associa a un impiego sempre più pervasivo di dati e informazioni, di tecnologie computazionali e di analisi dei dati, di nuovi materiali, componenti e sistemi totalmente digitalizzati e connessi (internet of things and machines).

Le principali direttive che contraddistinguono il Piano Nazionale sono quattro e più precisamente:
Investimenti innovativi: stimolare l’investimento privato nell’adozione delle tecnologie abilitanti dell’Industria 4.0 e aumentare la spese in ricerca, sviluppo e innovazione
Infrastrutture abilitanti: assicurare adeguate infrastrutture di rete, garantire la sicurezza e la protezione dei dati, collaborare alla definizione di standard di interoperabilità internazionali
Competenze e Ricerca: creare competenze e stimolare la ricerca mediante percorsi formativi ad hoc
Awareness e Governance: diffondere la conoscenza, il potenziale e le applicazioni delle tecnologie Industria 4.0 e garantire una governance pubblico-privata per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.

Per quanto riguarda gli investimenti innovativi (in tecnologie agrifood, bio-based economy e a supporto dell’ottimizzazione dei consumi energetici) sono previste una serie di agevolazioni come l’incremento dell’aliquota dell’iperammmortamento al 250% e la proroga del superammortamento con aliquota al 140% ad eccezione dei veicoli che prevedono una maggiorazione ridotta al 120%. Inoltre, il Piano contempla detrazioni fiscali fino al 30% per investimenti fino a 1 milione per le start up e le PMI innovative, oltre all’ideazione di fondi di investimento dedicati all’industrializzazione di idee e brevetti ad alto contenuto tecnologico (CDP).

Inoltre, tra le direttrici chiave ecco l’aumento della spesa privata in Ricerca e Sviluppo con il credito d’imposta: previsto l’incremento dell’aliquota sulla ricerca interna al 50% e limiti di credito massimo per contribuente a 20 milioni di euro.
Altro capitolo, le competenze: è previsto un impegno pubblico di 355 milioni di euro per settori come la manifattura (atelier creativi, corsi di tecnologia e laboratori); laboratori territoriali (incontro scuola-impresa, sviluppo competenze digitali per made in Italy); curricoli digitali (sviluppo di 25 curricoli con focus digitale su tematiche I4.0); pensiero computazionale (formazione in pensiero computazionale alla scuola primaria).

Ecco, inoltre le iniziative in merito alle infrastrutture abilitanti:
Banda ultra larga: 100% delle aziende coperte a 30 Mbps e almeno il 50% delle aziende coperte a 100 a Mbps, entro il 2020, tramite investimenti pubblici e privati;
Fondo Centrale di Garanzia: riforma e finanziamento per il 2017del Fondo in questione;
Made in Italy: investimento su catene digitali di vendita e incremento del supporto alle PMI;
Contratti di sviluppo: negoziazione ed erogazione di finanziamenti personalizzati in base alle esigenze specifiche delle imprese;
Scambio salario-produttività: rafforzamento di tale scambio tramite incremento RAL e limite massimo della somma agevolabile.

Tutti interventi con un impegno privato di 32 miliardi di euro e 10 miliardi pubblici.
Chiusura con le iniziative per l’awareness, con l’assistenza individuale a PMI ad alto potenziale per supportare l’implementazione di un piano I4.0 e la predisposizione di seminari informativi per sensibilizzare le aziende sui temi legati all’innovazione digitale.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Il Piano Nazionale Industria 4.0: obiettivi e linee strategiche Ingegneri.info