Il progetto Galileo è più vicino | Ingegneri.info

Il progetto Galileo è più vicino

wpid-5889_galileo.jpg
image_pdf

Potrà sostituire la tecnologia Gps introducendo un nuovo sistema europeo di navigazione satellitare. Il progetto Galileo – voluto dalla Ue per scopi civili, in grado di integrarsi e competere con la versione gestita dal dipartimento della difesa statunitense – è ora più vicino alla piena operatività.

È stato infatti firmato il quarto contratto, dei sei previsti, per la fornitura dei servizi. Come annunciato dalla Commissione europea, ad aggiudicarsi la gestione delle infrastrutture spaziali e terrestri è stata SpaceOpal GmbH, una joint-venture creata dalla tedesca DLR Gfr e dall’italiana Telespazio.

Il contratto, del valore di 194 milioni di euro, firmato dall’Agenzia spaziale europea (Esa) a nome della Commissione attraverso un accordo di delega, riguarda i servizi industriali necessari per coadiuvare l’Esa nella gestione dei satelliti e delle infrastrutture terrestri.

La firma rappresenta un nuovo passo in avanti per rendere operativo il sistema di navigazione satellitare che permetterà agli europei di ricevere i primi servizi dal 2014. “Galileo consentirà all’Europa di risparmiare 90 miliardi in 20 anni – ha affermato il vicepresidente della Commissione Ue Antonio Tajani, ribattendo  alle ipotesi secondo cui i costi del progetto sarebbero quasi decuplicati rispetto alle stime iniziali -. Le cifre di 22 miliardi di euro che sono state diffuse sono esorbitanti e fantasiose: oggi i costi sono stimati in 3,4 miliardi, ma è possibile che vengano ritoccati al rialzo per effetto di una serie di fattori non connessi alla gestione del programma”.

Per conoscere le nuove cifre, bisognerà attendere l’inizio del 2011, quando saranno firmati i due ultimi contratti con i fornitori. Già dal prossimo anno, il programma Galileo prevede il lancio in orbita di 4 satelliti e, per trovare loro un nome, sarà indetto un concorso fra i bambini di tutta Europa.

di O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il progetto Galileo è più vicino Ingegneri.info