L’ingegnere al tempo dei social network: è bravo ma non si applica! | Ingegneri.info

L’ingegnere al tempo dei social network: è bravo ma non si applica!

Molti ingegneri sono presenti sui social network ma pochi di loro hanno realmente capito quanto essi siano utili per lo sviluppo della propria attività

image_pdf

L’ingegnere, come la maggior parte degli altri professionisti che non si occupano di digitale, guardano ai social network come a un modo per “staccare la spina”, coltivare relazioni personali o informarsi su quanto accade quotidianamente. Non sto dicendo che è sbagliato farlo ma semplicemente che non è tutto quello che ci puoi fare. Se hai uno studio associato, sei un libero professionista o sei un ingegnere in cerca di lavoro – insomma, se hai bisogno di procacciarti clienti o opportunità di lavoro – e non ti stai applicando per capire come usare al meglio i social network, sappi che stai commettendo un grosso errore.

Perché non è furbo essere a-social?

Secondo il Global Digital 2018 – un’indagine condotta da We Are Social in collaborazione con Hootsuite – più della metà della popolazione mondiale è connessa ad internet. Stiamo parlando di circa 4 miliardi di persone delle quali, più di 3 miliardi, sono anche utenti attivi sui social e trascorrono, in media, circa 6 ore al giorno online. Se a questi numeri aggiungiamo il fatto che ogni social network ti offre la possibilità di aprire gratuitamente un tuo profilo e di raggiungere potenzialmente ognuna delle persone iscritte ad esso, a costi relativamente bassi rispetto ai vecchi canali tradizionali, dovresti già avere un’idea della marea di possibilità che hai a disposizione e delle opportunità che stai perdendo. Senza offesa ma è come se avessero inventato la ruota e tu ti ostinassi ad andare a piedi.

I social sono molto più che il selfie tra amici, il tweet con l’hashtag di protesta o il post sul piatto che stai per mangiare. Non sono l’ambiente dove collezionare “like” ma piuttosto il terreno per coltivare rapporti di lavoro e far crescere il proprio business. Questo concetto, le grandi multinazionali, lo hanno capito già da tempo. I siti che visitiamo, i click che facciamo, quello che scriviamo sono tutti dati che vengono sfruttati dalle aziende per personalizzare sempre di più le loro campagne pubblicitarie sull’utente, per targettizzare i clienti in modo da soddisfare i loro bisogni nel più breve tempo possibile e addirittura influenzare le loro scelte. Il caso Cambridge Analytica ci ha dato un’idea di quanto sia potente tutto questo. Il futuro che ci attende sarà online e di certo non si potrà tornare indietro. Allora la domanda che devi farti è questa: è una strategia furba per la mia crescita professionale restare fuori da tutto ciò?

active_users

Numero di utenti attivi sulle principali piattaforme social media – Global Digital 2018 (C) Hootsuite

Oggi non basta più essere bravi in qualcosa, perché il semplice passaparola, anche se gratis, è un metodo troppo lento se paragonato all’eco che puoi avere sul web. Il collega meno bravo ma presente sui social avrà sicuramente più successo di te che non sei presente perché potrà parlare a molte più persone contemporaneamente. Dunque bisogna essere bravi nel settore in cui si opera ma anche essere bravi a comunicare. Con chi? Non più con il semplice cliente ma con un insieme vasto e variegato di persone e aziende che va sotto il nome collettivo di stakeholder, cioè chiunque abbia un interesse per quello che fai: conoscenti, colleghi, competitors, recruiters, studi, imprese ecc.

Le opportunità che ti offrono i social network

Diciamoci la verità, quello dell’ingegnere non è un lavoro che si fa notare. Siamo abituati a lavorare dietro le quinte, davanti ad un computer appoggiato su una pila di libri a cercare di risolvere chissà quale problema la cui esistenza è ignota alla maggior parte della popolazione terrestre. Ecco, la prima opportunità offerta dai social network è proprio quella di diventare visibili, di mettere in evidenza le tue capacità, di far capire ai tuoi stakeholders quello che fai e far valere le informazioni che possiedi. Attraverso i social puoi far crescere la tua reputazione, fare in modo che chi ti segue si fidi delle tue conoscenze e ti veda come un punto di riferimento in una determinata materia.

Abbiamo detto che la comunicazione è fondamentale e il grande merito dei social network è anche quello di averla semplificata: parli direttamente al pubblico, eliminando una serie di soggetti intermediari che potrebbero alterare il tuo messaggio, e, cosa non da poco, hai la possibilità di ricevere feedback in tempo reale per poter poi modificare i tuoi prodotti o servizi. In altre parole puoi sfruttare quella che viene definita l’intelligenza collettiva, cioè le capacità di interagire con decine o anche milioni di persone per scoprire in anticipo tendenze, novità scientifiche, culturali e tecnologiche. Per farti capire quanto tutto ciò oggi sia diventato veloce ti faccio questo esempio: la radio ha impiegato circa 30 anni per entrare in tutte le case, per la TV ce ne sono voluti una decina. Sai quanto tempo ha impiegato Facebook a diventare uno dei siti più visitati al mondo? Un anno.

Riassumendo quindi: hai uno studio associato, sei un ingegnere libero professionista o stai cercando lavoro? Devi attrarre interesse verso di te e crearti una posizione solida, riconosciuta e affidabile. E’ facile? Assolutamente no. Ma è necessario. E non basta più farlo solo offline ma devi essere presente sui social network perché il grande pubblico, al quale devi rivolgerti per farti conoscere, oggi è tutto lì. Credi davvero che i clienti o i recruiters, che non hanno idea ti chi tu sia, prima di rivolgersi a te non sbircino nel tuo profilo personale per capire che tipo sei? Insomma non essere “social” o esserlo nel modo sbagliato comincia ad essere un problema. Allora cosa hai deciso? Cominci ad applicarti o no?

Sul tema leggi anche: Ingegneri e Facebook: meglio un profilo, una pagina o un gruppo?

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
L’ingegnere al tempo dei social network: è bravo ma non si applica! Ingegneri.info