Se la tuta da lavoro è intelligente e salvavita | Ingegneri.info

Se la tuta da lavoro è intelligente e salvavita

Un dispositivo di protezione individuale capace di dialogare con l'ambiente di lavoro, grazie ad un tag inserito nei tessuti e un sistema di sensori ad alta definizione

Tuta_IoT_2
image_pdf

La sicurezza sul lavoro passa anche dai dispositivi di protezione individuale: ed una tuta di qualità e con un nuovo e innovativo tasso tecnologico può davvero salvare la vita. Il progetto si chiama IoT (Internet of Things o Internet delle Cose) per la sicurezza sul lavoro, ed è stato ideato e realizzato da tre aziende che hanno messo a fattor comune le proprie competenze e la propria specializzazione.

La C.B.F. Balducci, che produce e distribuisce abiti da lavoro, la RFID Global – distributore a valore aggiunto e manufacturer di sistemi RFID ed NFC, ed Airpim – azienda hi-tech di esperti in innovazione tecnologica e sviluppo software che si occupa di Big Data, IoT e Privacy con specializzazione in Identity Management. Da questo triangolo complesso formato da tre aziende operative tra le province di Macerata, Brescia e Trento è nato questo nuovo dispositivo di protezione individuale, che sarà presentato ufficialmente dal 17 al 20 ottobre 2017 a Düsseldorf in Germania alla fiera internazionale A+A.

Alien_Tag Family

Questa nuova tuta possiede dei sensori particolari, ossia un tag RFID ed è in grado di dialogare con l’ambiente di lavoro di colui o colei che lo indosserà. Infatti apposite antenne installate nell’ambiente di lavoro rilevano il segnale inviato dal tag inserito nella tuta, monitorano le condizioni di impiego, archiviano i dati sul ciclo di vita dei capi e comunicano ai responsabili della sicurezza dell’azienda informazioni precise relative allo stato di manutenzione ed eventuali anomalie. “Negli ultimi anni si è assistito ad una scissione tra i concetti di sicurezza attiva e sicurezza passiva: se un comune D.P.I. (indumento da lavoro certificato sia esso di I, II o III categoria) si limita a proteggere l’utilizzatore in caso di incidente (sicurezza passiva) – sottolinea Michele Rossi, Export Manager di C.B.F. Balducci – gli studi odierni stanno tutti puntando nella direzione di un abbigliamento in grado di prevenire, addirittura, l’incidente dialogando in modo costante con l’ambiente di lavoro (sicurezza attiva). Un utilizzo crescente di queste tecnologie ridurrà nel medio periodo in modo significativo il numero di infortuni gravi sul posto di lavoro”.

Una tuta da lavoro, nonostante sia sottoposta ad una lunga serie di certificazioni dopo i lavaggi, è un dispositivo di sicurezza fondamentale per prevenire infortuni in ambito industriale come ad esempio stabilimenti, raffinerie e acciaierie. Poter avere un software di monitoraggio che dialoga con un dispositivo weareable è un fattore di sicurezza in più. “È possibile dotare gli indumenti di dispositivi di protezione della persona sempre più intelligenti ed interattivi – dichiara Tiziano Tresanti, founder e amministrare di Airpim – ma soprattutto realizzare strumenti di prevenzione e di soccorso. La tuta può così avvisare chi la indossa del pericolo di schiacciamento, segnalare quando si entra nell’area di manovra di mezzi in movimento come carriponte, lavori svolti in isolamento e quindi con impossibilità di mandare segnali di emergenza qualora necessari o in spazi sospetti di inquinamento”.
Alla fiera A+A di Düsseldorf le tre aziende italiane creatrici di IoT presenteranno una demo relativa all’utilizzo della tuta intelligente: “Abbiamo analizzato la configurazione RFID ideale – conclude Paola Visentin, Responsabile Marketing in RFID Global – ossia quali reader, antenne e tag rispondono al meglio a dette aspettative, sfruttando sapientemente le doti tecniche e quindi prestazionali dell’RFID, tra cui la rilevazione automatica del tag, quindi senza alcun intervento volontario del lavoratore. Grazie al know-how del nostro Partner Airpim, il dato così raccolto viene intrecciato con altri dati, trasformandosi in preziosa informazione per la sicurezza del lavoratore”.

LEGGI ANCHE:  Sicurezza sul lavoro 2017: un capitolo del nuovo manuale in free download

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Se la tuta da lavoro è intelligente e salvavita Ingegneri.info