Start up innovative, arriva il progetto VentureEu | Ingegneri.info

Start up innovative, arriva il progetto VentureEu

Realizzato dalla Commissione Europea e dall'European Investment fund (EiF), mira a finanziare le PMI nell'ambito del digitale e dell'efficienza energetica

Young creative business people meeting at office.
image_pdf

Si chiama VentureEU ed è il nuovo programma paneuropeo di fondi di capitali di rischio che si propone di stimolare gli investimenti nelle start-up e scale-up innovative in tutta Europa. Il progetto, appositamente realizzato dalla Commissione Europea in collaborazione con l’European investment fund (Eif), prevede un primo investimento da 410 milioni di euro con l’obiettivo, tanto ambizioso quanto concreto, stando ai tecnici della Commissione, di generare una raccolta di ben 6,5 miliardi di euro ai quali vanno aggiunti gli altrettanti investiti dai venture capital europei nel 2016 per un totale di 13 miliardi di euro.

Startup, la netta differenza tra Europa e USA

Per l’Europa stiamo parlando di cifre importanti. Ancora lontane, però, dai 39,4 miliardi di euro investiti negli Stati Uniti sempre nel 2016. Una prima spiegazione di una così evidente differenza è legata al fatto che i fondi di capitale di rischio nel Vecchio Continente hanno dimensioni troppo ridotte, con una media di 56 milioni, contro i 156 degli USA. Va da sé, dunque, che gli investitori sceglieranno lidi ed opportunità dove potranno crescere rapidamente. Un altro dato significativo: alla fine del 2017, 26 società dell’UE avevano raggiunto una valutazione di mercato superiore a 1 miliardo di dollari, considerata eccezionale, contro le 109 degli Stati Uniti e le 59 della Cina. Una situazione alla quale l’Unione Europea cerca ora di porre rimedio con il progetto VentureEU, in grado di offrire nuove fonti di finanziamento, permettendo agli innovatori europei di trasformarsi in imprese leader a livello mondiale. Saranno oltre 1.500, secondo le prime stime, le start-up e scale-up che potranno accedervi da tutta Europa.

L’UE, come già specificato, produrrà investimenti per 410 milioni di euro che comprenderanno 67 milioni di risorse del Fondo d’investimento europeo, 200 milioni da Orizzonte 2020 (strumento InnovFin per il capitale), 105 milioni da COSME (il programma europeo per le piccole e medie imprese) e 105 milioni dal Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), il cosiddetto piano Juncker. Gestori di fondi selezionati si occuperanno di ottenere il resto dei finanziamenti da investitori indipendenti. I fondi coinvolti investiranno in una serie di piccoli fondi e ognuno finanzierà progetti in almeno quattro paesi europei. Tali piccoli fondi di investimento contribuiranno al finanziamento di piccole e medie imprese (PMI) e imprese a media capitalizzazione in vari settori come le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC), il digitale, le scienze della vita, le tecnologie mediche e l’efficienza energetica e delle risorse. Gli investimenti dell’UE in VentureEU saranno gestiti dal FEI sotto la supervisione della Commissione e saranno dispiegati da sei gestori di fondi di provata professionalità ed esperienza che garantiranno un approccio pienamente orientato al mercato.

L’idea di creare VentureEu

L’iniziativa di dar vita a VentureEu è stata presentata per la prima volta da Carlos Moedas, Comissario europeo per la ricerca, la scienza e l’innovazione nella Commissione Juncker, nel 2015. L’anno successivo la Commissione e il FEI hanno lanciato un invito a manifestare interesse che ha raccolto 17 domande entro il termine del 31 gennaio 2017. Dopo le preselezioni, sono stati selezionati sei candidati che sono stati invitati ad avviare le negoziazioni con il FEI verso la fine del 2017. I primi due accordi sono stati firmati a Bruxelles tra IsomerCapital e il FEI e tra il gruppo Axon Partners e il FEI. Gli accordi con i quattro candidati restanti – Aberdeen Standard Investments, LGT, Lombard Odier Asset Management e Schroder Adveq – dovrebbero essere conclusi nell’arco del 2018.

La politica UE in tema di innovazione e start up

VentureEU è solo uno dei tanti progetti che l’Unione Europea sta mettendo in atto per offrire ai tanti imprenditori innovativi europei nuove opportunità e la possibilità di accrescere il proprio business in maniera esponenziale. In particolare, nell’ambito del piano d’azione per l’Unione dei mercati dei capitali, la Commissione ha presentato una serie di misure volte a migliorare l’accesso al finanziamento per le piccole imprese e le imprese in crescita e creare così occupazione e crescita.

Senza dimenticare, inoltre, che dallo scorso 1 marzo sono entrate in vigore nuove norme in materia di investimenti in capitali di rischio (EuVECA) e di fondi per l’imprenditoria sociale (EuSEF), che renderanno la gestione di questi fondi più agevole e che consentiranno ad un ventaglio molto più ampio di imprese di poter beneficiare di questo tipo di investimenti. Le nuove norme renderanno inoltre la commercializzazione transfrontaliera dei fondi EuVECA ed EuSEF meno costosa e semplificheranno la procedure di registrazione.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Start up innovative, arriva il progetto VentureEu Ingegneri.info