Un robot direttore d’orchestra: oggi il debutto di YuMi con Andrea Bocelli | Ingegneri.info

Un robot direttore d’orchestra: oggi il debutto di YuMi con Andrea Bocelli

Questa sera a Pisa, in occasione del Festival della Robotica, il robot collaborativo a due bracci YuMi dirigerà la star della lirica italiana. Un nuovo tassello dell’evoluzione robotica nazionale

yumi
image_pdf

C’è grande attesa per il ‘debutto’ di YuMi, il robot collaborativo a due bracci sviluppato da Abb, come direttore d’orchestra. Stiamo parlando dell’evento di gala annunciato nei mesi scorsi in occasione del Festival della Robotica di Pisa (qui il programma e i temi principali). Una performance realmente unica che consentirà di dimostrare sul campo una delle infinite potenziali applicazioni della robotica nei contesti più disparati, ad esempio l’arte e la musica.

Al Teatro Verdi di Pisa YuMi  avrà l’onore di dirigire Andrea Bocelli in “La Donna è Mobile”, la famosa aria del “Rigoletto” di Verdi. Non solo: saranno eseguite anche, sotto la direzione robotica l’aria classica per soprano “O mio babbino caro” dal “Gianni Schicchi” di Puccini, per la voce di  Maria Luigia Borsi e un intermezzo  della “Cavalleria Rusticana” di Mascagni.

Una grande sfida per Andrea Colombini, direttore dell’Orchestra Filarmonica di Lucca, che racconta così l’esperienza:

“Sin dal primo istante, la sofisticata tecnologia di YuMi mi ha entusiasmato e ha rivelato molti modi possibili di fare arte e musica attraverso il robot. Effettivamente, impostare l’interazione tra gomito, avambraccio e polso del robot, avvalendosi della sua versatilità nei tentativi ripetuti e impegnativi di scomporre il battere e levare, è stato un successo.

La prestazione del robot è stata sviluppata in due fasi. In primo luogo, i miei movimenti sono stati catturati mediante un processo chiamato “lead-through programming”, nel quale i due bracci del robot sono guidati in modo da seguire i miei movimenti con grande attenzione ai dettagli; questi movimenti vengono poi registrati. La seconda fase ha comportato il perfezionamento dei movimenti grazie al software RobotStudio di ABB, che ha assicurato la sincronizzazione tra i movimenti e la musica. Ovviamente ciò ha richiesto una certa esperienza tecnica da parte di ABB, ma la programmazione di base mi ha consentito di concentrarmi sul mettere in atto con naturalezza ciò che so fare meglio, dando vita alla musica. È sorprendente per me che ciò possa essere compiuto in modo così fluido.”

In attesa di vedere il video dell’attesa performance, è qui disponibile il dietro le quinte.

Leggi anche: YuMi, il robot collaborativo che rivoluzionera’ l’elettronica

Copyright © - Riproduzione riservata
Un robot direttore d’orchestra: oggi il debutto di YuMi con Andrea Bocelli Ingegneri.info