La microcasa stampata in 3d ad Amsterdam | Ingegneri.info

La microcasa stampata in 3d ad Amsterdam

Realizzato in un’area ex industriale della capitale olandese, il micro modulo residenziale Urban Cabin di DUS architects è completamente riciclabile ed è stato reso realizzato grazie a una stampante 3D realizzata ad hoc e una bio plastica ricavata dai semi di lino

principale_urban-cabin-dus-architects_copy Sophia van den Hoek
image_pdf

Lo studio olandese DUS architects ha completato ad Amsterdam un micro-modulo residenziale sostenibile e completamente riciclabile realizzato ricorrendo a un processo di stampa 3D sviluppato in-house. Urban Cabin è infatti il prototipo di un minuscolo edificio di 8 metri quadri di superficie per 25 metri cubi di volume costituito da elementi di una speciale bioplastica eretto per dimostrare le potenzialità edilizie dei processi di stampa 3d, che, innovandosi continuamente, stanno aprendo nuove strade di ricerca e sperimentazione dai grandi ambiti di applicazione, dalle costruzioni ordinarie, a quelle temporanee fino alla gestione dell’emergenza.

Piccola ricerca sull’existenzminimun, Urban Cabin è un modulo temporaneo che imposta il nucleo di una possibile soluzione per, ad esempio, la gestione delle emergenze abitative o il supporto alle vittime di disastri. Micro casa, è stata eretta in un’ex area industriale dismessa alla periferia della capitale olandese e si costituisce di un unico ambiente illuminato da un’ampia finestra e introdotto da una porta. L’interno mette a disposizione lo spazio sufficiente per un letto doppio che, ripiegato, può diventare divano per l’utilizzo diurno, mentre all’esterno, dove è stato realizzato un piccolo giardino con vasca da bagno, è dotata di un’area riposo.

Gli elementi costitutivi del prototipo, strutturalmente impostato su una piastra di cemento a contatto con il terreno, sono stati realizzati ricorrendo alla stampa 3D, grazie alla quale è stato possibile creare tutte le parti edilizie, autoportanti, dando loro un particolare disegno tridimensionale che, oltre a caratterizzarlo esteticamente, ne aumenta la stabilità, la resistenza e le capacità isolanti. Particolarmente eco friendly è il materiale utilizzato, che, insieme al processo di stampa 3D, dà vita a un sistema costruttivo particolarmente sostenibile e totalmente riciclabile, realizzato grazie alla collaborazione con aziende del settore tra cui Henkel, produttore di materiali per la stampa 3D, e Lenovo: tutti gli elementi sono infatti realizzati con i filamenti di una speciale bio-plastica ricavata dai semi di lino appositamente sviluppati.

01_urban-cabin-dus-architects_esterno posteriore_copy Sophia van den Hoek

© Sophia van den Hoek

Urban Cabin non è per DUS architects un progetto isolato: è infatti stato sviluppato all’interno della ricerca 3D Print Living Lab che lo studio olandese da anni porta avanti per indagare le potenzialità di una stampa architettonica 3D che si sta perfezionando in-house e l’utilizzo per questo di nuovi materiali, per dare nuove risposte abitative, customizzate e sostenibili, in primis alla crescita urbana e ai problemi ad essa correlati.

Il laboratorio sta affinando la tecnologia e l’utilizzo di una stampante 3D mobile a controllo remoto, la KamerMaker, attraverso la quale stanno prendendo forma interventi a scala reale grazie alla sua capacità di stampa di elementi fino a 2x2x3,5 metri di dimensione. Il più ambizioso di tutti, e attualmente in corso, è la realizzazione della Canal House, che sta crescendo ad Amsterdam come parte del progetto triennale autofinanziato “Research & design by doing”, lanciato a marzo 2014 e visitabile su appuntamento nel cantiere aperto nella parte settentrionale della città.

canal house

L’obiettivo è la realizzazione attraverso un’innovativa stampa 3D di un edificio di 13 stanze il cui cantiere è impostato per mettere in mostra tutti gli anelli della catena di un processo costruttivo completamente aperto all’interazione con il pubblico, controllato e gestito da un gruppo di lavoro internazionale e multidisciplinare che affianca gli architetti con aziende e partner istituzionali. Il completamento è atteso per l’inizio del 2017.

Leggi anche: Office of the Future: il primo edificio per uffici al mondo stampato in 3D

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
La microcasa stampata in 3d ad Amsterdam Ingegneri.info