Italia in infrazione sul ritardo nei pagamenti delle Pa alle imprese | Ingegneri.info

Italia in infrazione sul ritardo nei pagamenti delle Pa alle imprese

wpid-21439_tajani.jpg
image_pdf

“La prima lettera partirà oggi pomeriggio (3 febbraio ndr) e l’Italia avrà cinque settimane di tempo per dimostrare di non avere violato la normativa europea, altrimenti partirà la successiva lettera di messa in mora”.

Lo ha detto il vicepresidente della Commissione Ue, Antonio Tajani, nel corso della conferenza stampa congiunta con l’Ance sull’attuazione della direttiva europea sui pagamenti della pubblica amministrazione alle imprese.

Per il presidente dell’Associazione dei costruttori, Paolo Buzzetti “è stato fatto qualche passo avanti sul pagamento del debito pregresso, anche se mancano ancora 10 miliardi di debiti. Ma la situazione resta grave, l’82% delle imprese di costruzione continua a far registrare ritardi e i tempi sono sempre più lunghi, siamo arrivati a 146 giorni oltre il limite di 60 giorni imposto dalla direttiva. La preoccupazione è che la situazione possa peggiorare ancora se non si riforma strutturalmente il Patto di Stabilita Interno”.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Italia in infrazione sul ritardo nei pagamenti delle Pa alle imprese Ingegneri.info