Mutui: l'erogato medio cala del 4%, ma per la prima casa cresce del 2% | Ingegneri.info

Mutui: l’erogato medio cala del 4%, ma per la prima casa cresce del 2%

wpid-19949_mercatomutui.jpg
image_pdf

Nel semestre maggio-ottobre 2013, l’erogato medio dei mutui italiani si è ridotto del 4%, mentre il valore medio richiesto segna un -7% e il valore medio dell’immobile che si intende acquistare un -5%, pari a 223.000 euro.

Sono questi i primi dati dell’Osservatorio condotto da Mutui.it e Facile.it che ha messo in luce anche come, ad ottobre, la somma media che gli italiani sono riusciti a ottenere per l’acquisto di una casa ammonti a 117.000 euro: il timido passo in avanti compiuto nella rilevazione di aprile, pari a 122.000 euro, non sia servito a “ingranare la marcia”.

Questa contrazione generalizzata va a ridurre, anche se di poco, il divario tra la somma media richiesta e quella effettivamente erogata, che passa dall’8% al 5%. Il cosiddetto loan to value, vale a dire la percentuale erogata in rapporto al valore dell’immobile, resta stazionaria al 52%.

Buone notizie, invece, dal segmento dei mutui per la prima casa. Sebbene si sia ridotto l’importo medio richiesto, da 137.000 a 129.000 euro (-6%), è aumentata la cifra media erogata che torna ai livelli di un anno fa, a circa 127.000 euro (+2%). Si assiste, infine, a una progressiva riduzione del divario tra richiesta ed erogazione, complice anche una migliore disponibilità delle banche, più pronte a finanziare una percentuale maggiore dell’immobile. Non a caso, il loan to value torna ai livelli di un anno fa e si assesta al 62%.

 

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Mutui: l’erogato medio cala del 4%, ma per la prima casa cresce del 2% Ingegneri.info