Nuova procedura di selezione del personale permanente delle istituzioni europee | Ingegneri.info

Nuova procedura di selezione del personale permanente delle istituzioni europee

wpid-4307_esame.jpg
image_pdf

Dal 2010 l’Ufficio europeo di selezione del personale (EPSO) ha introdotto una nuova procedura di selezione del personale permanente delle istituzioni europee.

Le nuove regole saranno applicate nei bandi di prossima pubblicazione, previsti per il mese di marzo, mentre i concorsi già avviati nel 2008-09 continueranno a svolgersi secondo la procedura precedente.

Tre le novità più importanti:

  • maggiore rapidità della procedura concorsuale, che comporterà meno fasi
  • concorsi a cadenza annuale per i profili professionali più comuni
  • valutazione delle competenze, oltre che delle conoscenze e capacità professionali.

I candidati che desiderano partecipare ad una procedura di selezione devono compilare un atto di candidatura on-line e inviarlo all’EPSO prima della scadenza prevista per l’iscrizione.

Successivamente, e con scadenze diverse a seconda del concorso, dovranno anche stampare e inviare l’atto insieme ai documenti giustificativi, relativi ai requisiti richiesti.

La nuova procedura di selezione comporterà due fasi: una preselezione mediante prove al computer che si svolgerà nei paesi membri e una valutazione mediante prove pratiche che avrà luogo a Bruxelles. Informazioni particolareggiate su ciascun concorso saranno pubblicate sul sito dell’EPSO e nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea.

Requisiti generali sono la cittadinanza in uno stato membro dell’Unione Europea, essere in regola con il servizio militare e avere una buona conoscenza di almeno due lingue comunitarie.

Quando viene richiesta la laurea, è possibile iscriversi ad alcuni concorsi anche prima di conseguire il titolo, purché il corso di studi si concluda prima della fine della procedura concorsuale. In caso contrario l’assunzione non avrà luogo. 

Il concorso può essere svolto in inglese, francese o tedesco (in funzione della “seconda lingua” scelta dal candidato).

Fonte: Dipartimento politiche comunitarie

Copyright © - Riproduzione riservata
Nuova procedura di selezione del personale permanente delle istituzioni europee Ingegneri.info