Affidamento dei servizi legali: quale criterio va applicato? | Ingegneri.info

Affidamento dei servizi legali: quale criterio va applicato?

Applicazione del criterio di aggiudicazione e determinazione del prezzo a base d’asta anche negli appalti di servizi legali giudiziali e stragiudiziali

procedura per affidamento dei servizilegali_nel-nuovo codice appalti
image_pdf

La fattispecie sottoposta all’attenzione del Tar Lecce, decisa con sentenza 31 maggio 2017, n. 875 (scarica gratis la sentenza), riguarda l’affidamento, da parte di un ente comunale, dei servizi legali alla luce del D.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, Nuovo Codice Appalti.

Nel caso di specie, il Comune pubblicava una gara avente ad oggetto servizi legali giudiziali e stragiudiziali, impugnata per due motivi principali:

  • Illegittimo utilizzo del criterio del minor prezzo;
  • Illegittima determinazione dell’importo posto a base di gara.

 

La decisione dei giudici amministrativi

La sentenza dispone l’illegittimità dell’affidamento per le seguenti ragioni.

Il Tar ritiene illegittimo l’utilizzo del criterio del minor prezzo atteso che l’art. 95 del Codice dei contratti pubblici, applicabile al caso in esame, lo autorizza, tra le altre situazioni previste, anche in presenza di prestazioni ripetitive ovvero standardizzate. Elementi che non possono ritenersi propri dell’attività legale, caratterizzata invece dalla peculiarità e specificità di ciascuna questione, contenziosa o stragiudiziale.

In secondo luogo, i giudici rilevato l’illegittima determinazione del compenso posto a base di gara, atteso che nessuna motivazione è stata data in ordine alla sua congruità. Non è stata infatti eseguita alcuna istruttoria per determinare i parametri, quali la tipologia o quantità del contenzioso anche prendendo in considerazione gli anni precedenti, idonei per determinare il prezzo posto a base di gara e per permettere un’offerta consapevole.

L’impossibilità di predeterminare il numero e gli importi dei procedimenti contenziosi nonché la qualità e quantità dell’attività stragiudiziale, pertanto, preclude qualsiasi serio apprezzamento della congruità dell’importo a base d’asta che, almeno teoricamente, l’amministrazione avrebbe potuto confortare ove avesse fornito dati statistici desunti dall’attività svolta negli anni precedenti.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Affidamento dei servizi legali: quale criterio va applicato? Ingegneri.info