Agenzia delle Entrate, posti a concorso anche per gli ingegneri | Ingegneri.info

Agenzia delle Entrate, posti a concorso anche per gli ingegneri

Dei 650 posti del concorsone con scadenza il 17 maggio 2018, 120 prevedono tra i requisiti il possesso della laurea in ingegneria e architettura. Ecco come candidarsi.

Industrial workers
image_pdf

L’Agenzia delle Entrate ricerca tramite concorso 650 unità di personale da assumere a tempo indeterminato. I concorsi per queste assunzioni, pubblicati in Gazzetta Ufficiale, sono quattro. Due in particolare però riguardano i laureati in ingegneria e architettura che siano in possesso di una laurea triennale o di una laurea specialistica o laurea magistrale equiparate.

Vediamo nel dettaglio i requisiti specifici di questi due concorsi.

Funzionario tecnico all’Agenzia delle Entrate, 180 posti a concorso

Dei 120 posti dedicati in via esclusiva ai professionisti tecnici dall’Agenzia delle Entrate, il più importante è naturalmente quello che ricerca 118 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva F1, profilo professionale funzionario tecnico, da destinare agli uffici dell’Agenzia delle Entrate per le attività relative ai servizi catastali, cartografici, estimativi e dell’osservatorio del mercato immobiliare. C’è una suddivisione dei posti nelle varie regioni d’Italia:

  • Abruzzo, n. 5 posti;
  • Basilicata, n. 2 posti;
  • Calabria, n. 4 posti;
  • Campania, n. 1 posto;
  • Emilia Romagna, n. 12 posti;
  • Friuli Venezia Giulia, n. 4 posti;
  • Lazio, n. 4 posti;
  • Liguria, n. 2 posti;
  • Lombardia, n. 26 posti;
  • Marche, n. 3 posti;
  • Molise, n. 3 posti;
  • Piemonte, n. 15 posti;
  • Puglia, n. 1 posto;
  • Sardegna, n. 6 posti;
  • Sicilia, n. 3 posti;
  • Toscana, n. 8 posti;
  • Trento, n. 1 posto;
  • Umbria, n. 2 posti;
  • Veneto, n. 12 posti;
  • Direzione Centrale Servizi estimativi e Osservatorio mercato immobiliare, n. 2 posti;
  • Direzione Centrale Servizi catastali, cartografici e di pubblicità immobiliare, n. 2 posti.

Per candidarsi bisogna compilare la domanda online sul sito dedicato entro la mezzanotte del 17 maggio 2018.

Per questo bando da 118 funzionari la procedura di selezione prevede le seguenti fasi:
a) prova oggettiva attitudinale;
b) prova oggettiva tecnico-professionale;
c) tirocinio teorico-pratico integrato da una prova finale orale.

La prova attitudinale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla e sarà valutata in trentesimi.
Allo step successivo, la prova oggettiva tecnico-professionale, saranno ammessi i primi 500 candidati che riporteranno il punteggio di almeno 24/30. I candidati che si collocano a parità di punteggio nell’ultimo posto utile in graduatoria sono comunque ammessi alla prova oggettiva tecnico-professionale.

La prova oggettiva tecnico-professionale consiste in una serie di quesiti a risposta multipla per accertare la conoscenza delle seguenti materie e anch’essa sarà valutata in trentesimi:
a) Geodesia, Topografia e Cartografia;
b) Scienza e tecnica delle costruzioni;
c) Strumenti e tecniche estimali;
d) Norme e procedure per l’aggiornamento del Catasto;
e) Segmentazione, caratteristiche e dinamiche del mercato immobiliare;
f) Legislazione in materia di edilizia e urbanistica;
g) Elementi di diritto amministrativo;
h) Elementi di diritto tributario.

Sono ammessi al periodo di tirocinio i candidati che riportano il punteggio di almeno 24/30 e rientrano in graduatoria nel limite massimo dei posti messi a concorso, aumentati fino al 30%. L’eventuale frazione decimale è arrotondata all’intero per eccesso. I candidati che si collocano a parità di punteggio nell’ultimo posto utile in graduatoria sono comunque ammessi al periodo di tirocinio.
In questo concorso da segnalare il training on job decisivo per la valutazione finale e la conseguente assunzione a tempo indeterminato che è previsto presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate: l’obiettivo è verificare nelle concrete situazioni di lavoro, sulla base di metodologie e criteri predeterminati dall’Agenzia, l’abilità del candidato ad applicare le proprie conoscenze alla soluzione di problemi operativi, la capacità di utilizzo dei software
in uso presso gli uffici dell’Agenzia nonché i comportamenti organizzativi.
Il tirocinio ha la durata di tre mesi ed è retribuito con 1.450 euro. Il responsabile dell’ufficio cui il candidato è assegnato organizza l’orario del tirocinio, di complessive 36 ore settimanali su cinque giorni lavorativi, anche in relazione alle esigenze di servizio. La prova orale poi suggellerà l’assunzione a tempo indeterminato.

A questo link è possibile scaricare il bando completo relativo ai 118 posti per funzionario tecnico all’Agenzia delle Entrate.

Agenzia delle Entrate, come candidarsi agli altri bandi

Il concorso dell’Agenzia delle Entrate destinato alla Valle d’Aosta e che richiede la laurea almeno triennale in ingegneria o architettura ricalca il precedente, ma è possibile effettuare le prove in lingua francese: qui è possibile scaricare il bando dedicato e candidarsi, sempre entro il 17 maggio 2018.

I laureati in giurisprudenza, economia e commercio e scienze politiche possono invece accedere al concorso per il profilo di funzionario in ambito amministrativo-tributario da 510 posti.

Altri 20 posti l’Agenzia delle Entrate li mette a disposizione dei laureati in economia e commercio, statistica, matematica e fisica con il bando destinato ad esperti in analisi economico-statistiche.

Se poi cercate altre opportunità di lavoro in ambito pubblico, ecco cosa propone Rete ferroviaria italiana al mondo dei laureati in ingegneria.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Agenzia delle Entrate, posti a concorso anche per gli ingegneri Ingegneri.info