Anac: approvato il nuovo regolamento di vigilanza sui contratti pubblici | Ingegneri.info

Anac: approvato il nuovo regolamento di vigilanza sui contratti pubblici

Con il nuovo regolamento, l’ANAC introduce raccomandazioni vincolanti per le inadempienze gravi e segnalazioni positive per buone prassi delle stazioni appaltanti

anac nuovo regolamento
image_pdf

Anac ha reso noto  sul suo sito il nuovo Regolamento sull’esercizio dell’attività di vigilanza in materia di contratti pubblici, approvato in data 15 febbraio 2017 ma ancora non pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

Il regolamento segue la strada disegnata dal Nuovo Codice Appalti (D.lgs. 18 aprile 2016, n. 50), nel quale sono presenti disposizioni dirette a rafforzare i poteri dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC) in materia di appalti pubblici.

La visione del legislatore è stata, quindi, quella di affiancare alla tradizionale attività di vigilanza dell’Autorità, un’attività di prevenzione della corruzione e della legalità.

Il contenuto del Regolamento

Il Regolamento, disciplina i procedimenti adottati dall’Autorità per l’esercizio dei poteri di vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui agli artt. 211, comma 2, e 213, comma 3, lettere a), b), g), del Codice.

In particolare, tra le novità maggiormente rilevanti e incisive, è disciplinata la raccomandazione vincolante (art. 12).

In tutti i casi in cui la stazione appaltante non si adegua alle indicazioni dell’ANAC, oppure l’istruttoria avviata dall’Autorità non si conclude con l’archiviazione, possono essere adottati quattro tipi di provvedimenti:

  • un atto dirigenziale in caso di procedimento in forma semplificata;
  • un atto con cui l’Autorità registra che la stazione appaltante ha adottato buone pratiche amministrative meritevoli di essere segnalate;
  • un atto di raccomandazione;
  • una raccomandazione vincolante.

La raccomandazione vincolante è adottata per le violazioni più gravi, dettagliatamente previste dall’articolo 12 del Regolamento e impone alla stazione appaltante di agire in autotutela annullando gli atti della procedura di gara affetti da vizi di legittimità e a rimuovere gli eventuali effetti.
Il mancato adeguamento alle prescrizioni dell’Autorità entro 15 giorni comporta l’avvio di un procedimento sanzionatorio.

Entrata in vigore
Ai sensi del suo articolo 27, il Regolamento ANAC sostituisce il precedente “Regolamento in materia di attività di vigilanza e accertamenti ispettivi” pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana n. 300, del 29.12.2014, in vigore dal 30 dicembre 2014, ed entra in vigore il giorno successivo a quello della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Anac: approvato il nuovo regolamento di vigilanza sui contratti pubblici Ingegneri.info