Anticorruzione per gli ordini professionali: verso la revisione del regolamento | Ingegneri.info

Anticorruzione per gli ordini professionali: verso la revisione del regolamento

La Rete delle professioni tecniche ha incontrato l'Anac per proporre una serie di revisioni che adeguino il regolamento al caso specifico degli ordini e collegi territoriali

anticorruzione 2
image_pdf

Prosegue il dialogo tra ordini professionali tecnici e Anac sulla normativa per la trasparenza e anticorruzione: nei giorni scorsi si è tenuta un’importante riunione congiunta tra l’organo presieduto da Raffaele Cantone, al Rete delle professioni tecniche e il Cup, durante la quale si è discusso dello Schema di Decreto Legislativo recante “revisione e semplificazione delle disposizioni in materia di prevenzione della corruzione, pubblicità e trasparenza”.

In questo occasione la Rete – rappresentata da Armando Zambrano (Coordinatore e Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri) e Andrea Sisti (Segretario Tesoriere e Presidente del Consiglio dell’Ordine Nazionale dei Dottori Agronomi e Forestali) – ha presentato una serie di osservazioni e proposte di modifica a Francesco Merloni e Nicoletta Parisi, componenti del Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, e ad Angela Lorella Di Gioia, Segretario Generale Anac.

“E’ stato un incontro molto positivo – ha commentato Armando Zambrano. “Abbiamo analizzato in dettaglio lo schema di decreto, convenendo sulla necessità di apportare al testo alcune modifiche. Lo schema di Decreto va sicuramente nella giusta direzione in quanto supera la principale criticità della vigente normativa, relativa al tema dell’obbligo della pubblicazione dei dati reddituali e patrimoniali per i consiglieri degli Ordini e dei Collegi professionali”.

Sisti aggiunge che è stato avviato un tavolo di lavoro per la verifica concreta dei piani per la trasparenza e l’anticorruzione adottati dagli Ordini e dai Collegi territoriali.

Lo schema di decreto viene incontro alle principali richieste di semplificazione avanzate dagli Ordini e Collegi professionali, necessarie per consentire una effettiva applicazione delle disposizioni in materia di trasparenza e anticorruzione. Tuttavia, Anac ha annunciato che introdurrà ulteriori precisazioni e semplificazioni degli obblighi di trasparenza, che tengano conto della peculiare natura e dimensione organizzativa di alcune categorie di soggetti pubblici, fra cui rientrano espressamente anche gli Ordini e i Collegi professionali. A questo proposito, la Rete delle Professioni Tecniche lavorerà in accordo con Anac in modo che i professionisti tecnici vengano coinvolti nei lavori di adeguamento di tale Piano alle specifiche esigenze delle realtà ordinistiche.

Copyright © - Riproduzione riservata
Anticorruzione per gli ordini professionali: verso la revisione del regolamento Ingegneri.info