Arriva il prontuario del green building, norma per norma, regione per regione | Ingegneri.info

Arriva il prontuario del green building, norma per norma, regione per regione

L'intervista a Giorgio Tacconi, autore di “Sostenibilità in edilizia - Prontuario delle norme e delle linee guida europee, nazionali e regionali”

Green wall
image_pdf

Autore di volumi di lungo corso, esperto in particolare in normativa edilizia, sicurezza e sostenibilità, Giorgio Tacconi da tempo lavora su una innovativa proposta di ‘mappa’ nazionale dei protocolli e delle leggi in vigore a favore della sostenibilità in edilizia. Un progetto ambizioso e complesso, inevitabilmente influenzato dall’enorme frammentazione della normativa di settore su tutti i territori nazionali e, al contempo, dal contesto stesso del settore, che solo negli ultimi anni ha iniziato a darsi standard sulla materia. In questo senso l’e-book “Sostenibilità in edilizia”, appena pubblicato da Wolters Kluwer, appare come uno strumento importante, che affronta in modo strutturato e agevole la situazione normativa esistente sul tema. Una sorta di ‘backdrop’ per progettisti, tecnici del settore ma anche operatori della Pa, caratterizzato da un taglio territoriale inedito, che non ha caso troviamo esplicitato nel sottotitolo “Prontuario delle norme e delle linee guida europee, nazionali e regionali”. Ne parliamo direttamente con l’autore.

Edilizia sostenibile: fino a qualche anno fa sembrava un miraggio. Come possiamo definire questo momento a livello nazionale e quali sono i fattori che hanno reso ‘necessaria’ una virata verso un costruito più sostenibile?
Nel settore delle costruzioni e nelle istituzioni c’è sicuramente una maggiore consapevolezza delle responsabilità che riguardano l’uso del territorio e delle risorse, tuttavia è innegabile che è la pesante e perdurante crisi economica a rendere necessario un ripensamento degli scopi e delle modalità del costruire. Non a caso, l’unico comparto in crescita è quello delle ristrutturazioni, anche grazie agli incentivi fiscali. Come spesso avviene nelle scelte umane, il cambiamento parte sotto la spinta dei vincoli, più che delle opportunità, ma poi si sviluppa in una nuova cultura, che indirizza competenze ed esperienze verso nuovi obiettivi. Oggi, nessun professionista delle costruzioni può prescindere nel progetto da requisiti come il risparmio energetico, la sicurezza e il benessere delle persone, il contenimento del consumo di suolo, la scelta di materiali innovativi. Affrontare tutte queste scelte progettuali con un approccio coerente è semplicemente più vantaggioso e interessante. Questo approccio è la sostenibilità ecologica, economica, sociale e tecnica dell’opera da costruire.

Edilizia sostenibile è anche un termine piuttosto abusato. L’e-book che ha scritto come definisce e circoscrive il tema?
L’edilizia sostenibile è, più che una teoria, una pratica costruttiva basata su principi e criteri. Alcuni di questi sono ormai parte integrante della legislazione e della buona tecnica. Il prontuario raccoglie questi riferimenti normativi a tutti i livelli: europeo, nazionale, regionale, nell’ambito della legislazione cogente come in quello delle linee guida e dei sistemi volontari di certificazione e valutazione.
In altre parole, l’edilizia sostenibile è definita dall’insieme di norme che stabiliscono o indicano i criteri con cui progettare, realizzare e gestire strutture e usare processi responsabili dal punto di vista ambientale ed efficienti nell’uso delle risorse, attraverso l’intero ciclo di vita dell’opera costruita. A livello nazionale e locale, i riferimenti comprendono anche le norme e i regolamenti che incentivano il risparmio energetico e premiano l’innovazione tecnologica e il rispetto dell’ambiente.

Perché era necessaria una ‘bussola’ sulla normativa italiana sul tema dell’edilizia sostenibile? E quale è stato l’approccio che ha adottato per la creazione di questo strumento?
Non essendoci organicità in materia, occorre confrontare e integrare diverse fonti e tipologie di norme, non sempre coerenti ed esaustive; il quadro d’insieme che emerge fornisce gli elementi indispensabili per inserire correttamente le scelte progettuali e tecniche nel quadro normativo, con un’avvertenza generale: il discorso è aperto e non c’è un’unica via da seguire. Quelli che oggi sono i requisiti e i confini della sostenibilità nel costruire, saranno sicuramente superati e sostituiti da soluzioni più avanzate, frutto dell’intelligenza e della sperimentazione nel singolo caso concreto che, come si sa, valgono più di tutte le teorie e le leggi. Il prontuario, in questo senso, traccia una mappa per esplorare un nuovo mondo del costruire ancora da scoprire, soprattutto nel nostro paese, dove un paesaggio variegato e complesso presenta una serie di sfide peculiari, dalla fragilità idrogeologica al rischio sismico, dalla densità del costruito alla dispersione urbana nelle aree metropolitane, fino al degrado e all’abbandono di territori spopolati. La sostenibilità è la risposta, declinabile in molteplici forme, a questo assetto problematico e per certi versi drammatico del nostro “bel” paese.

A chi consiglierebbe l’e-book?
A tutti i professionisti che non si accontentano di aspettare una mitica “ripresa” delle costruzioni o di sopravvivere nella banalità, ma intendono operare nei contesti reali, valutandone tutte le opportunità con criteri più evoluti. Le ristrutturazioni agevolate fiscalmente, ad esempio, possono essere il punto di partenza per interventi più approfonditi e sinergici con altri ambiti. Il recupero e il riuso di strutture abbandonate più svilupparsi in progetti di rigenerazione urbana. Il marketing territoriale di aree caratterizzate ambientalmente e/o culturalmente ha un punto di forza nella sostenibilità. Anche le emergenze provocate da terremoti e alluvioni sono occasioni per ri/costruire in modo sostenibile: è il non farlo il vero disastro. Dal piccolo intervento al piano di area, quindi, c’è spazio per chi voglia interpretare la propria professione in modo adeguato ai nostri tempi e a quelli futuri, cioè in modo sostenibile. Questo vale per architetti, ingegneri, geometri, responsabili degli uffici tecnici, studenti.

Per informazioni sull’e-book, visita il sito.

Copyright © - Riproduzione riservata
Arriva il prontuario del green building, norma per norma, regione per regione Ingegneri.info