Consiglio nazionale degli ingegneri: rinnovati i vertici | Ingegneri.info

Consiglio nazionale degli ingegneri: rinnovati i vertici

wpid-2059_zambrano.jpg
image_pdf

Cambio di guardia ai vertici del Consiglio nazionale degli ingegneri che, con le nomine del 24 novembre scorso, ufficializza le quattro cariche di presidente, vicepresidente, segretario e tesoriere.

Il nuovo presidente del Consiglio nazionale degli ingegneri (Cni) è Armando Zambrano (nella foto), che guiderà per il quinquennio 2011-2016 una squadra composta da 15 consiglieri. Le cariche di vicepresidente vicario, vicepresidente, segretario e tesoriere sono ricoperte, rispettivamente, da Fabio Bonfà, Gianni Massa, Riccardo Pellegatta e Michele Lapenna.

Un rinnovo totale anche dell’intera compagine consiliare con l’insediamento effettivo nella sede capitolina di via IV Novembre. 

Ecco i nomi dei rappresentanti: Fabio Bonfà (Padova), Giovanni Cardinale (Arezzo), Gaetano Fede (Catania), Andrea Gianasso (Torino), Hansjorg Letzner (Bolzano), Michele Lapenna (Potenza), Ania Lopez (Viterbo), Massimo Mariani (Perugia), Angelo Masi (Taranto), Gianni Massa (Cagliari), Nicola Monda (Napoli), Riccardo Pellegatta (Milano), Raffaele Solustri (Ancona), Angelo Valsecchi (Lecco) e Armando Zambrano (Salerno).

Nel suo discorso di insediamento, il neopresidente degli ingegneri italiani ha esposto i temi principali sui quali si concentrerà la sua attività e quella del Consiglio nel prossimo quinquennio. “Tra le priorità individuate – ha affermato Zambrano -, oltre alla riforma delle professioni, anche la necessità di instaurare un rapporto costruttivo con l’Assemblea dei Presidenti, senza contare alcuni aspetti fondamentali per la categoria. Innanzitutto quelli tecnici, nella fattispecie pensiamo agli ambiti urbanistici, al terzo settore e a una serie di modifiche normative, imprescindibili per garantire la massima efficacia e trasparenza delle procedure”.

Non ultimo, il presidente del Cni, ha ricordato il tema della sicurezza, sia per quanto riguarda i lavoratori, impegnati ogni giorno nei cantieri, sia per i cittadini. “In questo senso ha concluso Zambrano – forte attenzione verrà prestata all’ambito degli infortuni domestici e, soprattutto, alle tematiche relative al territorio e all’assetto idrogeologico. Con un obiettivo ben chiaro: tutelare la qualità della prestazione professionale nell’interesse dell’ingegnere, ma soprattutto della collettività”.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Consiglio nazionale degli ingegneri: rinnovati i vertici Ingegneri.info