Coordinatore sicurezza dei lavori: chiarimenti dal Cni | Ingegneri.info

Coordinatore sicurezza dei lavori: chiarimenti dal Cni

wpid-2538_Coordinatoresicurezzadeilavori.jpg
image_pdf

Arriva dal Consiglio nazionale degli ingegneri (Cni) la circolare n. 210 del 3 maggio 2013 nella quale viene fatto il punto sul tema della formazione e dell’aggiornamento per il coordinatore per la sicurezza dei lavori.

Viste le numerose istanze e sollecitazioni giunte al Consiglio nazionale degli ingegneri da parte degli Ordini territoriali sulle problematiche che la normativa in materia di salute e sicurezza dei lavoratori (decreto legislativo 9 aprile 2008 n. 81) fa sorgere nella prassi applicativa, il gruppo di lavoro Sicurezza, coordinato dal consigliere Gaetano Fede, ha raccolto le istanze pervenute, al fine di dare una risposta ai quesiti più ricorrenti e di interesse generale.

La circolare intende, quindi, fornire una serie di indicazioni in funzione di orientamento e ausilio sulle diverse tematiche evidenziate: soggetti formatori, modalità di svolgimento dei corsi di aggiornamento (didattica in modalità Fad, e-learning), numero massimo di partecipanti, cosa accade se il coordinatore non effettua l’aggiornamento entro il 15 maggio 2013.

Su quest’ultimo punto, specifica il Cni, se il professionista non riesce a effettuare il prescritto corso di aggiornamento entro la data del 15 maggio 2013, non sarà più abilitato a ricoprire il ruolo di Coordinatore per la sicurezza e questo fino a quando non avrà espletato gli aggiornamenti previsti. Ciò non vuol dire che perderà la formazione acquisita, ma soltanto che non sarà in grado di esercitare le proprie funzioni, che saranno “sospese” finché egli non completerà l’aggiornamento per il monte ore mancante.

Scarica la circolare del Cni

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Coordinatore sicurezza dei lavori: chiarimenti dal Cni Ingegneri.info