Crediti formativi ingegneri: come ottenere i Cfp con stage, master, eventi all'estero | Ingegneri.info

Crediti formativi ingegneri: come ottenere i Cfp con stage, master, eventi all’estero

Regole e modalità, definite dal Consiglio nazionale ingegneri, per farsi riconoscere Cfp attraverso stage, tirocini o attività formative realizzate all'estero

crediti_formativi-ingegneri
image_pdf

Con la Circolare n. 722 della XVIII Sessione 2016 del 27 aprile 2016, il Consiglio nazionale ingegneri fornisce agli Ordini territoriali le “Linee di indirizzo n. 4”, che istituiscono regole e orientamenti per il sistema di aggiornamento della competenza professionale e dei Cfp (scarica il documento integrale qui).

Le linee di indirizzo definiscono una serie di casistiche legate al riconoscimento dei Crediti formativi professionali, dall’esonero (leggi di più qui) ai cosiddetti “crediti formali”, dal riconoscimento di attività realizzate all’estero alle regole per farsi trasformare in Cfp gli stage e i tirocini.

In questo articolo esponiamo le regole per quanto riguarda il rilascio di crediti legati a stage, tirocini, master e attività all’estero.

Stage e tirocini

Al termine dello svolgimento di stage formativi attinenti all’ingegneria di durata minima di 3 mesi e frequenza di almeno 20 ore settimanali, possono essere riconosciuti i seguenti CFP:

  • 5 CFP per stage, alla data di conclusione;
  • massimo uno stage per anno solare;
  • nel caso di stage svolti all’estero è possibile assegnare i 5 CFP per stage di durata minima di due mesi.

Ai fini del riconoscimento dei CFP occorre inviare, entro il 31 gennaio dell’anno successivo in cui è stato terminato lo stage, una richiesta al proprio Ordine di appartenenza completa di:

  • descrizione tirocinio svolto;
  • lettera a firma del legale rappresentante o suo delegato dell’Ente/azienda che ha ospitato il professionista attestante il reale svolgimento dello Stage;
  • relazione del tutor assegnato durante lo stage che attesti e relazioni sulla tipologia di stage effettuato.

 

Master

Sono riconosciuti i Master di I e II livello universitario (che per loro definizione prevedono tutti un conferimento di almeno 60 crediti formativi universitari e un impegno complessivo di almeno 1.500 ore) svolti in Italia e all’estero, con esclusione di quelli erogati in modalità FAD.

Per tutti i Master sono attribuiti 30 CFP alla data di superamento dell’esame finale, indipendentemente dalla effettiva durata in mesi che può essere distribuita in modo più o meno intensivo.

 

Eventi formativi organizzati all’estero

È possibile riconoscere CFP per eventi organizzati all’Estero da soggetti autorizzati dal CNI sulla base dell’art. 7 del Regolamento per l’aggiornamento della Competenza Professionale.

Le modalità di riconoscimento dei CFP coincidono con quelle previste per eventi organizzati sul territorio nazionale.

Per eventi diversi da quelli sopra indicati, sono riconosciuti i crediti solo se gli eventi rilasciano crediti universitari con esame finale o crediti formativi professionali riconosciuti nell’ambito di un analogo programma nazionale di formazione obbligatoria per professionisti ingegneri.

Il riconoscimento dei CFP avviene nelle seguenti modalità:

  • se il corso rilascia crediti universitari: 1 cfp = 1 cfu con il massimo di 10 CFP per corso;
  • se il corso è accreditato nell’ambito di un analogo programma nazionale di formazione obbligatoria per professionisti ingegneri 1 cfp = 1 credito evento.

L’istanza di riconoscimento può essere inoltrata al proprio Ordine di appartenenza o al CNI.

La circolare integrale del Cni si può scaricare qui.

I facsimile dei modelli allegati alla circolare sono disponibili di seguito:

Attestazione di acquisizione dei crediti formativi

Certificato di assolvimento dell’obbligo formativo

Attestato di partecipazione

Copyright © - Riproduzione riservata
Crediti formativi ingegneri: come ottenere i Cfp con stage, master, eventi all’estero Ingegneri.info