Ddl Concorrenza, apertura al privato per le società di ingegneria | Ingegneri.info

Ddl Concorrenza, apertura al privato per le società di ingegneria

Il Senato approva l’emendamento sostitutivo del ddl “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”

Societa_ingegneria
image_pdf

DDl Concorrenza, nuovo colpo di scena per i professionisti. Il Senato ha approvato l’emendamento interamente sostitutivo del disegno di legge n. 2085 “Legge annuale per il mercato e la concorrenza”. Il provvedimento ora tornerà alla Camera dei deputati e apre di nuovo alla possibilità che le società di ingegneria possano operare nel mercato privato.

Il testo, che languiva in Parlamento dal 2015, contiene anche delle proposte volte a tutelare gli ingegneri da richieste di risarcimento giunte dopo la disdetta della polizza. In particolare, il ddl chiarisce definitivamente la legittimità dei contratti privati delle società di ingegneria: a decorrere dall’entrata in vigore della legge nell’ambito privato (L 266/1997, entrata in vigore l’11 agosto del ’97) le società di ingegneria dovranno dotarsi di copertura assicurativa per lo svolgimento di attività professionali e indicare nominativamente il professionista incaricato di svolgere le attività professionali.

Nelle polizze assicurative per la responsabilità civile professionale, stipulate sia dai singoli professionisti sia dalle società di ingegneria, sarà offerta la copertura per le richieste di risarcimento presentate nei dieci anni successivi alla scadenza del contratto, riferite ad eventi verificatisi nel periodo di copertura.

Ma non solo: i liberi professionisti avranno l’obbligo di rendere noto in anticipo al cliente, con una comunicazione scritta o in formato digitale, l’importo del compenso dovuto per l’attività da svolgere.

Inoltre i liberi professionisti dovranno indicare sia i titoli posseduti che le eventuali specializzazioni conseguite. Un provvedimento, quello del Senato, accolto con soddisfazione dall’Oice, l’Associazione delle società di ingegneria aderente a Confindustria, come dice il Presidente, Gabriele Scicolone: “Governo e Parlamento hanno, con un lavoro serio e approfondito, ricondotto alla reale esigenza di tutela del consumatore la ratio dell’articolo 55 (oggi comma 149 dell’articolo 1 del maxiemendamento), con le opportune garanzie sia sulle coperture assicurative sia sulle personalità e nominatività della prestazione professionale. La norma, con queste previsioni, fornisce un chiarimento autentico sulla legittimità dei contratti privati per evitare che una sentenza isolata come quella di Torino del dicembre 2013 creasse le condizioni per ulteriori e strumentali contenziosi, visto che l’abrogazione della legge fascista n. 1815 è avvenuta nel 1997 ad opera della Legge Bersani”.

Sul tema leggi anche: Società di ingegneria: i contratti privati legittimi dal 1997

Copyright © - Riproduzione riservata
Ddl Concorrenza, apertura al privato per le società di ingegneria Ingegneri.info