Ddl concorrenza, gli ingegneri: Parlamento ostaggio di interessi particolari | Ingegneri.info

Ddl concorrenza, gli ingegneri: Parlamento ostaggio di interessi particolari

Prosegue il dibattito sull'art. 31 del ddl concorrenza. "Sui professionisti non pesino oneri a carico delle società di ingegneria per cui lavorano", affermano gli ingegneri dal congresso nazionale

ingegnere_ingegneria
image_pdf

Ancora una volta il Parlamento è ostaggio di interessi particolari: i professionisti non possono caricarsi sulle spalle oneri e responsabilità che dovrebbero restare in capo alle società di ingegneria per le quali lavorano. E’ quanto afferma una nota del Consiglio nazionale ingegneri, emessa mentre è in corso il congresso di categoria a Venezia.

Gli ingegneri fanno riferimento alla modifica all’articolo 31 del ddl Concorrenza, a causa di cui verrebbe a crearsi una forte disparità tra i soggetti che operano nel settore privato dell’ingegneria. “La norma”, spiegano gli ingegneri, “distorce quelle che sono le regole della concorrenza non mettendo sullo stesso piano il professionista e la società di ingegneria. Se il primo deve rispettare le regole deontologiche rispondendone personalmente, nessun obbligo è in capo alla società di ingegneria”.

 

“La situazione è davvero paradossale” affermano ancora gli ingegneri, che si rivolgono al Presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi. “I 240 mila professionisti si sono resi disponibili ad un’ulteriore apertura nei confronti delle società di ingegneria consentendo la loro iscrizione – senza oneri – ad una sezione speciale dell’albo. Per le stesse, inoltre, è previsto che vengano giudicate da collegi disciplinari composti anche da loro specifici rappresentanti.

“Il Parlamento – continuano gli ingegneri – non può essere ostaggio di azioni di singoli parlamentari che tendono a difendere interessi particolari di società di ingegneria alle quali condonare attività illegittime svolte in passato e dell’influenza che le organizzazioni datoriali hanno sul Ministero dello Sviluppo Economico, sceso pesantemente in campo a smantellare un testo, faticosamente concordato in sede di commissione.”

Copyright © - Riproduzione riservata
Ddl concorrenza, gli ingegneri: Parlamento ostaggio di interessi particolari Ingegneri.info