Dimissioni di Fabrizio Curcio, il commento delle professioni tecniche | Ingegneri.info

Dimissioni di Fabrizio Curcio, il commento delle professioni tecniche

Fabrizio Curcio ha, a sorpresa, chiesto le dimissioni dall'incarico di Capo della Protezione Civile. Il commento della Rete delle professioni tecniche

Fabrizio Curcio nell'incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, lo scorso marzo (fonte: Protezione Civile)
Fabrizio Curcio nell'incontro con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, lo scorso marzo (fonte: Protezione Civile)
image_pdf

Come è noto, nei giorni scorsi Fabrizio Curcio ha (a sorpresa) annunciato le proprie dimissioni come Capo del Dipartimento di Protezione Civile, adducendo motivi “strettamente personali”. Al suo posto si è insediato il vice, Angelo Borrelli.

Questa è la nota ufficiale che ha pubblicato Curcio a seguito dell’annuncio:

“Ringrazio, anche per l’appoggio nei miei confronti in questo momento, il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, che, al suo insediamento, ha deciso di confermarmi nel ruolo di vertice del Dipartimento della protezione civile dove mi aveva designato il Presidente Renzi. Sono stati due anni e mezzo intensi, complicati ed entusiasmanti insieme, due anni e mezzo che ho vissuto accanto a donne e uomini straordinari, che oggi voglio ringraziare anche pubblicamente, donne e uomini che quotidianamente vivono e rendono vivo, sempre operativo, sempre a servizio delle comunità e del territorio, il Dipartimento della protezione civile, una struttura incredibile alla quale auguro un grande in bocca al lupo per il futuro, certo che Angelo Borrelli, che avrà il compito di guidarla saprà valorizzarne le potenzialità e rafforzarne le capacità”.

La notizia ha certamente scosso il mondo delle professioni tecniche. Fabrizio Curcio ha guidato il dipartimento in particolare durante l’emergenza a seguito dei tragici eventi sismici che hanno colpito il Centro Italia a partire dal 26 agosto 2016.

Con una nota ufficiale, la Rete delle professioni tecniche ha espresso gratitudine a Curcio.

“Sono state numerose le occasioni in cui la RPT ha avuto l’opportunità di operare a stretto contatto con l’Ingegnere Curcio e con il Dipartimento da lui gestito, affrontando situazioni particolarmente complesse in cui ciascuna struttura ha operato nel segno dell’efficienza, mettendosi al servizio dei territori e delle comunità poste in condizioni di disagio. Tutto ciò si è potuto realizzare anche e soprattutto grazie alla competenza ed alla dedizione che l’ing. Fabrizio Curcio ha mostrato in ogni occasione in cui è stato chiamato ad intervenire.”

Ancora, nella nota ufficiale Rpt riconosce di aver appreso “con sorpresa delle dimissioni di Fabrizio, uomo di qualità e dedizione assolutamente non comuni. In questi anni il rapporto di collaborazione tra le strutture della RPT e quelle del DPC si è rinsaldato nel segno della concreta e fattiva condivisione di iniziative e attività a sostegno delle popolazioni colpite da calamità, e questo, anche grazie alla capacità di visione dell’Ing. Curcio. Su questa strada occorre certamente continuare ad operare e siamo certi che il nuovo Capo del Dipartimento, Angelo Borrelli, cui formuliamo i nostri auguri di buon lavoro, proseguirà nel cammino intrapreso.”

Leggi anche: La giornata di un agibilitatore: il fotoracconto da Amatrice

Copyright © - Riproduzione riservata
Dimissioni di Fabrizio Curcio, il commento delle professioni tecniche Ingegneri.info