Formazione dei lavoratori: da Fondimpresa 72 milioni di euro | Ingegneri.info

Formazione dei lavoratori: da Fondimpresa 72 milioni di euro

Ambiti, tipologie, durata, soggetti abilitati, scadenze e destinatari dei piani formativi

image_pdf

Il fondo paritetico interprofessionale Fondimpresa – associazione costituita da Confindustria e Cgil, Cisl, Uil per promuovere la formazione continua dei quadri, degli impiegati e degli operai nelle imprese aderenti – ha reso noto con l’Avviso n. 4/2017 “Competitività” lo stanziamento di 72 milioni di euro, suddivisi paritariamente su due scadenze, per il finanziamento di Piani condivisi per la formazione dei lavoratori sui temi chiave per la competitività delle imprese.

Gli ambiti dei Piani formativi
Ambito I – Territoriale, esclusivamente in una regione o provincia autonoma collocata all’interno delle Macro Aree:

  • A-Nord (Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trento, Bolzano),
  • B-Centro (Emilia Romagna, Toscana, Umbria, Lazio, Marche, Abruzzo, Molise),
  • C-Sud e Isole (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna).
    1a scadenza: dalle ore 9:00 del 29 novembre 2017 alle ore 13:00 del 22 dicembre 2017;
    2a scadenza: dalle ore 9:00 del 14 maggio 2018 alle ore 13:00 del 4 giugno 2018

Ambito II – Settoriale, di reti e di filiere produttive, su base multi regionale, per soddisfare fabbisogni formativi comuni alle aziende appartenenti alla stessa categoria merceologica o a reti e filiere organizzate secondo la logica del prodotto finale, sviluppando modelli e interventi integrati di formazione del personale, anche con azioni di tipo sperimentale o prototipale.
Il Piano deve coinvolgere imprese appartenenti ad almeno due regioni o province autonome e la quota minima di aziende appartenenti alla regione o provincia autonoma meno coinvolta deve essere almeno pari al 30% del totale delle imprese partecipanti al Piano.
Nel caso il Piano coinvolga imprese appartenenti a più di due regioni, la quota minima di aziende appartenenti alle regioni o provincie autonome meno coinvolte deve essere almeno pari al 30% del totale delle imprese partecipanti al Piano.
1a scadenza: dalle ore 9:00 del 14 novembre 2017 alle ore 13:00 del 4 dicembre 2017;
2a scadenza: dalle ore 9:00 del 9 aprile 2018 alle ore 13:00 del 4 maggio 2018.

Ambito III – ad iniziativa aziendale, riguardante i Piani presentati da soggetti proponenti costituiti esclusivamente da imprese già aderenti beneficiarie della formazione per i propri dipendenti, anche su base multi regionale. Le imprese proponenti e beneficiarie, nonché le eventuali aziende partner e beneficiarie, devono avere fabbisogni e obiettivi formativi comuni, e appartenere allo stesso gruppo societario o fare parte di una rete di imprese già costituita, con oggetto, modalità di realizzazione dello scopo comune e obiettivi strategici non connessi solo allo svolgimento del Piano.
1a scadenza: dalle ore 9:00 del 16 ottobre 2017 alle ore 13:00 del 6 novembre 2017;
2a scadenza: dalle ore 9:00 del 15 marzo 2018 alle ore 13:00 del 6 aprile 2018.
I piani formativi vanno presentati “a sportello”, con verifica di ammissibilità e valutazione di idoneità in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande di finanziamento in forma completa, per ciascuna delle due scadenze e per ambito.

Tipologie e aree tematiche
I Piani formativi presentati in relazione a qualsiasi ambito possono riguardare esclusivamente interventi di formazione direttamente connessi alle seguenti tipologie ed aree tematiche:

  • Qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti, anche in forma integrata.
  • Innovazione dell’organizzazione: applicazione di nuovi metodi organizzativi nelle pratiche commerciali, nell’organizzazione del luogo di lavoro o nelle relazioni esterne di un’impresa.
  • Digitalizzazione dei processi aziendali: progetti o interventi di innovazione digitale che riguardano l’introduzione di nuovi processi in azienda o un notevole miglioramento di quelli già esistenti.
  • Commercio elettronico: sviluppo di attività di commercio elettronico (e-commerce) con vendita diretta ai consumatori (B2C: Business to Consumer) o con vendita tra aziende (B2B: Business to Business) per l’apertura al mercato globale.
  • Contratti di rete: attuazione degli obiettivi e del programma di attività del contratto di rete già sottoscritto a cui partecipano le aziende coinvolte nella formazione.
  • Internazionalizzazione: processi di internazionalizzazione, sia in forma indiretta attraverso buyer, importatori e distributori, sia mediante la gestione diretta all’estero.

Durata dei Piani formativi
Ciascun Piano formativo deve concludersi entro 13 mesi dalla data di ricevimento della comunicazione di ammissione a finanziamento del Piano stesso da parte di Fondimpresa, con l’obbligo di portare a termine tutte le attività di erogazione della formazione di cui al successivo articolo 5, punto 2, entro 12 mesi.

Soggetti ammessi a presentare i Piani formativi

Possono presentare la domanda di finanziamento e realizzare i Piani formativi esclusivamente i seguenti soggetti:

  • le imprese aderenti a Fondimpresa, beneficiarie dell’attività di formazione oggetto del Piano per i propri dipendenti, compresi gli apprendisti e, con specifica priorità nella valutazione del Piano, i lavoratori posti in cassa integrazione guadagni, anche in deroga, nonché i lavoratori con contratti di solidarietà.
  • gli enti già iscritti, alla data di presentazione della domanda di finanziamento, nell’elenco dei soggetti qualificati da Fondimpresa per la categoria I dell’art. 5.2 del “Regolamento istitutivo del sistema di qualificazione dei Soggetti Proponenti”.

Le domande di finanziamento devono pervenire a Fondimpresa esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica certificata [email protected].

Destinatari

Sono destinatari dei Piani formativi esclusivamente i lavoratori per i quali esista l’obbligo del versamento del contributo integrativo di cui all’art. 25 della legge n. 845/1978 e s.m., compresi gli apprendisti, occupati in imprese che:

  • hanno aderito a Fondimpresa e sono già in possesso delle credenziali di accesso all’area riservata (Area Associati) del sito web del Fondo prima della presentazione della dichiarazione di partecipazione al Piano;
  • hanno rilasciato la dichiarazione di partecipazione al Piano allegata alla domanda di finanziamento presentata con le modalità previste nelle “Istruzioni per la dichiarazione di partecipazione al Piano formativo da parte di imprese aderenti”.

Leggi anche: Studi professionali e formazione: come accedere alle risorse Fondoprofessioni

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Formazione dei lavoratori: da Fondimpresa 72 milioni di euro Ingegneri.info