Il MIT assume 148 ingegneri meccanici: le date delle prove scritte | Ingegneri.info

Il MIT assume 148 ingegneri meccanici: le date delle prove scritte

Dopo la preselezione del 18 dicembre 2018, le prove scritte sono in programma a Roma l'11 e 12 febbraio 2019: i vincitori di concorso dovranno essere iscritti all'albo prima della firma del contratto di assunzione

Concorso ingegneri meccanici
image_pdf

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale – Concorsi ed Esami n. 45 del 8 Giugno 2018 il bando di concorso per la selezione di 148 ingegneri meccanici da assumere, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, a tempo indeterminato nel profilo professionale Funzionario Ingegnere-Architetto, area 3, Fascia economica F1 per le esigenze del Dipartimento dei Trasporti, la navigazione, gli affari generali ed il personale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Si svolgeranno l’11 e il 12 febbraio 2019 le due prove scritte del concorso: in entrambe le giornate gli esami si terranno a partire dalle 8,30, presso la caserma Salvo D’Acquisto a Roma, in viale di Tor di Quinto, n.153.

Sono ammessi a partecipare i concorrenti che hanno superato le preselezioni del 18 dicembre 2018 e chi era esonerato da questa prova preliminare come previsto dalla legge 5 febbraio 1992, n.104.
I candidati dovranno presentarsi agli esami con un documento di riconoscimento valido e una penna a sfera ad inchiostro nero.

Le prove scritte riguarderanno nozioni tecniche fondamentali, organizzazione ed esercizio dei trasporti ed impianti fissi, trazione materiale mobile e nozioni amministrative. Di seguito tutti i dati relativi al bando.

I requisiti di ammissione e le sedi di lavoro

La data di scadenza del termine previsto per la presentazione della domanda di ammissione al concorso, dal 9 Luglio 2018 è stata prorogata al 6 agosto 2018 con apposito decreto, che modifica anche in parte i titoli richiesti ai candidati. Bisogna essere in possesso, entro il 6 agosto 2018, dell’abilitazione all’esercizio della professione di ingegnere e di una delle seguenti lauree quinquennali:

  • laurea magistrale in Ingegneria (qualsiasi classe) purché conseguita a seguito di corso di laurea triennale (o laurea di primo livello) appartenente alla classe L09;
  • laurea magistrale in Ingegneria appartenente alla classe LM33;
  • diploma di Laurea in Ingegneria meccanica (vecchio ordinamento).

L’iscrizione all’Albo degli ingegneri, invece, dovrà essere posseduta solo dai vincitori del concorso prima della firma del contratto di assunzione.

La domanda di partecipazione al concorso, che assumerà valore di dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000 e ss.mm.ii., dovrà essere presentata compilando l’apposito modulo elettronico disponibile sul sito http://ripam.formez.it, contenendo tra le altre, anche le seguenti dichiarazioni:

  • Cittadinanza in uno degli Stati membri dell’Unione europea;
  • Godimento dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza;
  • Idoneità fisica all’impiego da intendersi, per i soggetti con disabilità, come idoneità allo svolgimento delle mansioni di Funzionario Ingegnere/Architetto impegnato in attività riguardanti la sicurezza stradale, la valutazione dei requisiti tecnici dei conducenti e i controlli sui veicoli.

Approfondisci la Circolare n.12 del 3 Settembre 2010 riguardante le modalità di presentazione della domanda di ammissione ai concorsi pubblici indetti dalle amministrazioni

Sono già note le sedi presso le quali verranno assegnate le 148 unità di personale ed i relativi posti liberi:

  • Milano e sezioni di Alessandria, Varese, Lodi e Asti: posti 11
  • Bergamo e sezioni di Lecco, Como e Sondrio: posti 6
  • Torino e sezioni di Novara, Biella, Verbania e Vercelli: posti 9
  • Brescia e sezioni di Cremona, Mantova e Pavia: posti 5
  • Genova e sezioni di Cuneo, Imperia, La Spezia e Savona: posti 4
  • Venezia e sezioni di Treviso e Belluno: posti 5
  • Verona e sezioni di Vicenza, Rovigo e Padova: posti 7
  • Bologna e sezioni di Ferrara, Ravenna, Rimini, Forlì-Cesena: posti 7
  • Parma e sezioni di Piacenza, Reggio Emilia e Modena: posti 6
  • Ancona e sezioni di Ascoli Piceno, Macerata, Pesaro-Urbino: posti 5
  • Roma e sezioni di Latina, Frosinone, Rieti e Viterbo: posti 14
  • L’Aquila e sezioni di Pescara, Teramo e Chieti: posti 4
  • Firenze e sezioni di Grosseto, Pistoia, Prato e Siena: posti 5
  • Lucca e sezioni di Pisa, Livorno e Massa Carrara: posti 5
  • Perugia e sezioni di Terni e Arezzo: posti 4
  • Cagliari e sezioni di Sassari, Oristano e Nuoro: posti 8
  • Napoli e sezioni di Benevento, Caserta, Campobasso e Isernia: posti 20
  • Palermo: posti 1
  • Catania: posti 1
  • Salerno e sezioni di Avellino e Potenza: posti 4
  • Bari e sezioni di Foggia e Matera: posti 9
  • Lecce e sezioni di Taranto e Brindisi: posti 4
  • Reggio Calabria e sezioni di Cosenza, Catanzaro, Crotone, Vibo Valentia: posti 4

Prova preselettiva e prova d’esame

Ai fini dell’ammissione alle prove scritte, l’Amministrazione si riserva la facoltà di effettuare una prova preselettiva, ove i candidati saranno chiamati a rispondere, in un tempo predeterminato (60 minuti), ad un serie di quesiti a risposta multipla (80 quesiti) per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico, di carattere critico-verbale e di cultura generale ed ammettendo alle prove scritte i primi 900 candidati che abbiano superato la preselezione e tutti coloro che avranno conseguito il medesimo punteggio del 900° candidato.

Per l’espletamento della prova preselettiva, l’Amministrazione si avvarrà della collaborazione di Formez PA, la quale ricorrerà all’uso di sistemi informatizzati per la costruzione, il sorteggio e la correzione della prova, attribuendo a ciascuna risposta il seguente punteggio:

  • Risposta esatta: 1 punto;
  • Mancata risposta: – 0,15 punti
  • Risposta errata: – 0,30 punti

Altro sarà disposto per le prove d’esame. Quest’ultime, vertenti sul programma d’esame suddiviso nelle seguenti sezioni:

A) Nozioni tecniche fondamentali;

B) Organizzazione ed esercizio dei trasporti ed impianti fissi;

C) Trazione materiale mobile;

D) Nozioni amministrative.

consisteranno in due prove scritte, una a contenuto tecnico–professionale su tutti gli argomenti del programma e una a contenuto teorico-pratico sulle parti B e\o C del programma, ed un colloquio.

Conseguiranno l’ammissione al colloquio i candidati che abbiano riportato in ciascuna prova scritta una votazione di almeno 21/30.

Il colloquio verterà su tutti gli argomenti del programma e si intende superato con una votazione di almeno 21/30 e comprenderà inoltre, la valutazione della conoscenza a livello avanzato dell’utilizzo dei sistemi applicativi informatici di più comune impiego (anche attraverso una verifica pratica), nonché l’accertamento della conoscenza di una lingua straniera (anche attraverso una verifica pratica, parlata e scritta) scelta dal candidato tra quelle di seguito indicate: a) inglese b) francese e precedentemente indicata nella domanda di ammissione.

La votazione complessiva è determinata sommando il voto conseguito nelle due prove scritte al voto riportato nella prova orale.

L’elenco dei candidati ammessi alle prove scritte e successivamente alla prova orale verrà pubblicato sul sito del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti almeno 20 giorni prima di quello nel quale dovranno sostenere la prova stessa con la specifica che, a seguito del superamento delle prove scritte sarà resa nota (per ogni candidato) la sede, il giorno e l’ orario di svolgimento del colloquio.

Pubblicazione della graduatoria e costituzione del rapporto di lavoro

Saranno dichiarati vincitori, sotto condizione di accertamento del possesso dei requisiti prescritti per l’ammissione, fino a concorrenza dei posti messi a concorso, i candidati utilmente collocati nella graduatoria, tenuto conto dei titoli che danno luogo a precedenza, riserva o preferenza.

La graduatoria finale di merito, formata dalla Commissione esaminatrice, sarà approvata secondo la normativa vigente e verrà debitamente pubblicata nel sito Internet del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti www.mit.gov.it.

I candidati dichiarati vincitori del concorso, prima della stipula del contratto individuale di lavoro, saranno invitati ad indicare per iscritto, secondo l’ordine di preferenza personale, le sedi fra quelle sopra indicate presso le quali sono disposti ad assumere servizio. Ai fini dell’assegnazione della sede, l’Amministrazione terrà conto della posizione occupata nella graduatoria di merito in relazione alle preferenze espresse dal candidato, stipulando infine, nel rispetto della normativa vigente, per i candidati ingegneri dichiarati vincitori del concorso, un contratto individuale di lavoro, a tempo pieno ed indeterminato, ai sensi della normativa vigente e con inquadramento nell’ Area funzionale III – fascia economica iniziale F1 – nel pertinente profilo professionale “Ingegnere\architetto;

Guarda il bando di concorso per la selezione di 148 ingegneri meccanici da assumere presso il MIT  a tempo indeterminato e approfondisci i temi sui quali verteranno le prove d’esame

 

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Il MIT assume 148 ingegneri meccanici: le date delle prove scritte Ingegneri.info