Il Politecnico di Bari chiude Ingegneria Edile - Architettura: scattano proteste e petizioni | Ingegneri.info

Il Politecnico di Bari chiude Ingegneria Edile – Architettura: scattano proteste e petizioni

Sta facendo molto discutere la decisione del Politecnico di Bari di chiudere il corso di Ingegneria Edile e Architettura. E mentre si attende di capire se il caso potrà diventare 'nazionale', gli studenti hanno lanciato una petizione

politecnico_bari
image_pdf

Sta facendo molto discutere in queste ore il ‘caso’ della chiusura del corso di Ingegneria Edile – Architettura presso il Politecnico di Bari. Il Senato accademico dell’ateneo barese, nei giorni scorsi, ha deliberato la cessazione del Corso di Studi in Ingegneria Edile-Architettura, votando ad ampia maggioranza contro la dichiarazione contraria della componente studentesca e di un (solo) docente del corso.

La decisione arriva a distanza di oltre un decennio dall’apertura del corso, nel 2002, e sarebbe motivata dal calo delle immatricolazioni e della conseguente ‘insostenibilità’ del corso. Come riporta il quotidiano La Gazzetta del Mezzogiorno, “il corso quinquennale conta oggi nel complesso 725 studenti e segna un calo nelle immatricolazioni (come da trend nazionale) passate dalle 82 nel 2013/2014 alle 46 nell’anno in corso, a fronte dei 150 posti annualmente disponibili”.

La decisione ha sollevato un coro di proteste non solo tra gli studenti e parte del corpo docente, ma anche tra i rappresentanti della professione ingegneristica locale. Sempre la GdM riporta che i presidenti dei sei ordini degli ingegneri della Regione Puglia si sono dichiarati contrariati e hanno convocato una consulta regionale che avrà la partecipazione dell’ordine nazionale. Il rischio è che un territorio ampio – si consideri che il Politecnico di Bari serve non solo la Puglia ma anche Basilicata, Molise e persino Campania in certi casi – perda l’unico corso quinquennale nell’ambito ingegneristico, proprio nel momento in cui a livello nazionale si torna a ragionare di un possibile ‘ritorno’ alla laurea a cinque anni.

Il caso, è facile prevederlo, terrà banco nelle prossime settimane e diventerà – se non lo è già diventato – un fatto nazionale. Intanto gli studenti si sono mobilitati e hanno lanciato una petizione su Change.org: “A nulla sono valsi gli sforzi di docenti e rappresentanti degli studenti per cercare di riformare un Corso di Studi in forte sofferenza non solo per la crisi del settore ma anche e soprattutto per questioni politiche interne al Politecnico”, si legge nella petizione. “Noi ci opponiamo a questa decisione poiché consideriamo la chiusura di uno dei pochi Corsi di Studio a ciclo quinquennale rimasti e riconosciuto a livello europeo, una enorme perdita per tutto il territorio”.

UPDATE 17/3 ore 17.20: Ingegneri.info ha intervistato il Rettore del Politecnico di Bari, Eugenio di Sciascio, sul tema. Ecco il link all’intervista.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il Politecnico di Bari chiude Ingegneria Edile – Architettura: scattano proteste e petizioni Ingegneri.info