Il presidente degli Ingegneri sulla riforma del catasto | Ingegneri.info

Il presidente degli Ingegneri sulla riforma del catasto

wpid-2095_zambrano.jpg
image_pdf

Intervistato da LabItalia, Armando Zambrano, presidente del Consiglio nazionale degli Ingegneri, ha espresso il suo punto di vista sulla riforma del catasto che il governo sta per varare. “Il catasto non va usato come strumento per rastrellare soldi, ma come strumento per rendere più corretta l’applicazione di una tassazione che a questo punto è necessaria“.

“Crediamo che tutto quello che va nel segno dell’equità – ha aggiunto Zambrano – vada assolutamente perseguito. Sapevamo tutti che le rendite del catasto non erano aggiornate e non tenevano conto delle aumentate dimensioni delle città e degli interessi molto forti che ci sono nell’ambito dell’attività edilizia. Insomma c’è una situazione che non viene considerata dal catasto, con un meccanismo che risale agli anni Trenta“.

Per il presidente Zambrano, quindi, la riforma del catasto è un dato positivo “così come però è importante che le regole vengano stabilite considerando l’effettiva realtà del mercato e le situazioni locali. Quindi – ha sottolineato – la tassazione deve essere rapportata veramente al valore degli immobili e questo passaggio il catasto lo deve fare”.

Alla stima dei valori medi di mercato “noi diamo anche un contributo – ha spiegato a LabItalia Zambrano – avendo negli organismi deputati anche una nostra rappresentanza. Siamo interessati a collaborare con l’Agenzia del Territorio, abbiamo già iniziato con delle riunioni e speriamo che tutto vada a buon fine, soprattutto con l’urgenza che i tempi richiedono”.

O.O.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il presidente degli Ingegneri sulla riforma del catasto Ingegneri.info