Industria meccanica, trend in crescita secondo Anima | Ingegneri.info

Industria meccanica, trend in crescita secondo Anima

Exploit della meccanica secondo il consuntivo 2017 dell'Ufficio studi in seno a Confindustria, con prospettiva di crescita anche per il 2018: ma dal nuovo governo si attendono risposte

Fresa meccanica
image_pdf

Buoni incrementi percentuali nella produzione, nelle esportazioni e negli investimenti per l’industria meccanica italiana nel 2017. A rilevarlo è Anima Confindustria Meccanica Varia ed Affine, l’organizzazione industriale di categoria che rappresenta aziende di un settore che occupa 214.000 addetti per un fatturato di 47,4  miliardi di euro e una quota export/fatturato del 60,8%. Vediamo nel dettaglio alcuni dati e le proposte che il presidente di Anima Alberto Caprari intende sottoporre al governo Conte.

Industria meccanica in accelerazione da tre anni

Nel 2017 l’industria meccanica ha prodotto tecnologie, macchinari e impianti per un totale di 47,4 miliardi di euro (+4,7% rispetto al 2016). Di questi, ha esportato know-how per 28,8 miliardi di euro (+4,5% rispetto al 2016). La meccanica italiana vende all’estero il 60,8% di quello che produce. Secondo le previsioni 2018, elaborate dall’Ufficio studi Anima, la produzione aumenterà del +2,7% e la voce export ancora di un +2,9%. Complice il Piano Impresa 4.0, nel 2017 gli investimenti sono cresciuti del +10,8%, un trend molto positivo che dovrebbe trovare conferma anche nel 2018 (+8,2%).

Infografica_anima

“Sono tre le chiavi della crescita industriale: innovazione, competitività e tutela“, afferma il presidente di Anima Alberto Caprari. “La meccanica italiana chiede un sostegno ulteriore al processo di innovazione avviato dalla manifattura. Ha bisogno anche che sia migliorato l’ecosistema italiano in cui opera l’industria per favorire l’efficienza e la creazione di lavoro, mantenendo in Italia il know-how e le lavorazioni più di valore e caratterizzanti i nostri prodotti. Chiediamo, inoltre, di rinvigorire la lotta alla contraffazione e alla concorrenza sleale per difendere il valore dei nostri prodotti industriali Premium, nei mercati europei e mondiali”.

Anima Confindustria Meccanica e la richiesta-manifesto al governo italiano

In un momento politico-economico così delicato, il rischio di veder compromessi tutti gli sforzi per riportare il segno positivo alle variabili che interessano il mercato della meccanica industriale è dietro l’angolo. Anche per questo Anima ha stilato un manifesto con una serie di richieste dettagliate per il governo su tre temi principali quali innovazione, competitività e tutela.

Al nuovo governo Anima chiede per il tema dell’innovazione di:

  • Rendere strutturali gli incentivi x industria, fondamentali per competere a livello globale;
  • Confermare l’iperammortamento, premiando le aziende che sono virtuose nella sicurezza sul lavoro;
  • Digitalizzare la catena del valore, incentivando non solo il prodotto ma l’intero processo produttivo;
  • Supportare ancora di più la capacità di innovazione delle aziende (migliorare la misura del credito di imposta R&S togliendo l’incrementalità);
  • Prorogare il credito d’imposta formazione 4.0 e incentivare di più l’alternanza scuola-industria.

Sul fronte della competitività invece bisogna, secondo Anima:

  • Attuare e realizzare i decreti attuativi della SEN, Strategia Energetica Nazionale;
  • Mantenere l’accordo di Parigi COP 21;
  • Promuovere le migliori tecnologie realizzate in Italia con supporti all’Internazionalizzazione;
  • Potenziare le iniziative MiSE-Ice-Maeci che hanno dato grande aiuto alle aziende facendo sistema:
  • Posizionamento dell’Italia come centro mondiale del Know-how tecnologico

L’ambito della tutela invece riguarda per Anima i seguenti temi:

  • Introdurre nuovi strumenti per il controllo di mercato;
  • Organizzare una gestione coordinata dell’import dai grandi porti europei;
  • Ipotizzare strumenti efficaci per la tutela dei prodotti di qualità e Marchio CE

Copyright © - Riproduzione riservata
Industria meccanica, trend in crescita secondo Anima Ingegneri.info