Ingegneri nei colloqui di lavoro: le 10 qualità da avere | Ingegneri.info

Ingegneri nei colloqui di lavoro: le 10 qualità da avere

Essere ingegneri non è semplice, e, nonostante l’elevato numero di professionisti specializzati nei vari campi, le aziende cercano qualcosa di più che non un semplice titolo formale

lavoro ingegneri
image_pdf

Completare un corso di studi e ottenere il conseguente diploma di laurea è di per sé un risultato notevole (lo è davvero!). Ma la strada per entrare nel mondo del lavoro non è che all’inizio. Ecco qualche consiglio per intraprendere la carriera di ingegneri ed essere certi di non tralasciare nulla per assecondare le ambizioni.

Così come è impensabile svolgere il lavoro di un ingegnere senza una laurea in ingegneria, lo è altrettanto lasciare al caso alcuni dettagli. Essere ingegneri non è per nulla una cosa do poco: richiede pazienza, dedizione e grande voglia di arrivare. La competizione può essere spietata, e le competenze richieste in costante aumento. Le aziende sono sempre più selettive per essere certe di optare per la scelta migliore.

Per questo motivo proponiamo di seguito dieci punti in cui sono descritte le qualità che le risorse umane di settore cercano nei candidati all’inizio del loro percorso professionale. E perché sono importanti per la carriera di un ingegnere.

Comunicazione

Le doti comunicative sono fondamentali tanto nella vita di tutti i giorni quanto in ambito professionale. Gli ingegneri, in particolare, devono eccellere in comunicazione avendo a che fare con più ambiti: da quello specificamente tecnico a quello più generico e personale; non solo, è fondamentale che essi abbiano o sviluppino un altro grado, di tali doti, sia scritto sia a voce.

In quest’epoca digitale cosiddetta di seconda generazione i modi per comunicare vanno naturlamente oltre le canoniche mail o telefonate. Riunioni via Skype, sail mail e tutta una compagnia di nuove tecnologie richiedono capacità di adattamento e versatilità costanti, ed è importante sapersi gestire a seconda del mezzo con il quale si comunica.

Per questo possedere abilità comunicative è praticamente vitale per gli ingeneri. Brainstorming, project meeting, product desig e interventi di problem solving portano all’interazione con i committenti, per la quale non si può commettere alcun passo falso, con fraintendimenti e informazioni incomplete.

Relazioni personali

Sebbene questa dote sia strettamente connessa con le capacità comunicative, relazionarsi con i clienti è alla base dello sviluppo della professione, che comincia dalla prima stretta di mano.

È importante che sia costantemente allenata e perfezionata ogni giorno. Per un ingegnere le relazioni personali sono anche il modo per trasmettere sicurezza e positività in quello che si sta facendo, dimostrando di avere il controllo di qualsiasi evento in qualsiasi circostanza.

Come dicevamo, è una dote che va allenata quotidianamente partendo dal luogo di lavoro, interagendo con persone con modi calmi, amichevoli ma al tempo stesso autorevoli, che affermino il proprio ruolo di responsabilità.

Problem solving

Spesso l’attitudine al problem solving è una dote innata: atteggiamento critico, velocità di esecuzione e incessante attenzione nei confronti delle operazioni sono capacità che non si imparano, ma che possono maturare con un costante impegno. Conoscere la natura di un problema non basta, e essere pronti a immaginarsi una soluzione è fondamentale. Si ha sempre a che fare con qualcosa che non è andato come previsto, per cui la prontezza di intervento fa la differenza.

Gli ingegneri devono saper individuare e analizzare la vera natura del problema in poco tempo. Avere un atteggiamento fermo e deciso è imprescindibile. Col tempo certamente alcuni problemi si riproporranno, è quindi fondamentale saperli riconoscere per agire con tempestività.

Come si può intuire, non essendo quindi una dote che si impara facilmente, l’attitudine al problem solving può essere sviluppata col tempo e con l’esperienza sul campo, non lasciandosi scoraggiare dagli inevitabili errori. Saranno proprio questi, più degli anni spesi sui libri, i migliori insegnanti.

Capacità tecniche

I titoli che hanno formato un ingengere danno già un resoconto di quali sono le sue capacità tecniche. Non solo, anche precedenti esperienze lavorative aiutano a capire quale sia il suo ruolo più adatto; nonché la perfetta conoscenza dei mercati, dei trend industriali e essere sempre aggiornati.

Aiuta senz’altro in questo caso dimostrare anche di poter e voler aggiungere ulteriore formazione a quella già acquisita per svelare l’attitudine a intraprendere un percorso preofessionale in costante evoluzione.

Possedere tutto questo è praticamente ciò che viene chiesto nelle figure professionali come gli ingegneri.

Le aziende cercano sempre figure con queste caratteristiche, è quindi di fondamentale importanza non sottovalutarle.

Motivazioni

Entusiasmo e impegno. Sono le parole chiave per far nascere le motivazioni, senza le quali non si può pensare di procedere. L’autenticità nel dimostrarli dà garanzia alle aziende di star facendo la scelta giusta tra le tante opzioni a disposizione. Se si sta cercando un lavoro solo per soldi, è meglio cambiare idea.

Mostrare entusiasmo vuol dire anche tenere particolarmente al proprio percorso professionale, che punta a ruoli sempre più alti. È importantissimo mostrarlo anche per tutto ciò che concerne l’azienda, il suo andamento, la concorrenza.

Competenze di settore

Scienze, tecnologia, ingegneria e matematica: sono le basi sulle quali deve formarsi indiscutibilmente un ingnegnere. Possedere una conoscenza precisa e profonda di queste quattro materie consente di poter sostenere un colloquio alla pari con le aziende per le quali si vorrebbe lavorare.

Prima di un colloquio è però determinante l’essere sicuri di aver fatto tutte le ricerche del caso di settore, per capire prodotti e servizi dell’azienda con la quale si desidera avere un’opportunità.

È quindi consigliabile di vagliare con attenzione i destinatari del proprio curriculum.

Mente analitica

Pur non sufficiente, è condizione necessaria per un ingegnere possedere una mente analitica. Essere analitici aiuta ad affrontare le criticità che si presenteranno inevitabilmente nello svolgimento del proprio lavoro.

Aiuta a sperimentare e a provare sempre strade nuove, e a proporre sempre la migliore tra le soluzioni a disposizione (anche in un’ottica – importante – di costi benefici).

Attenzione ai dettagli

Gli ingegneri affrontano sempre progetti complessi, e l’attenzione ai dettagli è importante per garantire il buon fine delle operazioni, e che nulla di potenzialmente pericoloso sia tralasciato o dimenticato, così da vanificare l’intero lavoro (inficiando anche il nome dell’azienda).

Lavorare in gruppo

Un’altra componente importante tra quelle richieste a un ingegnere è quella di sentirisi parte di un gruppo o squadra, perché non c’è mansione che questi possa svolgere da solo (fatte salve le consulenze come freelance).

Per questo la capacità di gestire un gruppo, da guidare e a cui appartenere, è di vitale importanze per portare a termine i progetti.

Gestione e controllo

Gli ingegneri devono avere una personalità da leader.

Sono chiamati ad avere responsiabilità molto alte, per questo la loro autorevolezza è fondamentale.

Devono saper individuare le forze dei collaboratori e cercare di capitalizzarle al massimo, così da ottenere una squadra di lavoro davvero efficiente. Ma non è solo il compito di guida a essere richiesto: è di primaria importanza anche la capacità di creare un clima di continui collaborazione e scambio, per portare a termine nel migliore dei modi qualsiasi progetto.

Lo spirito collaborativo è essenziale anche per motivare gli elementi della squadra e spronarli a dare il meglio di sé.

La qualità di leader va continuamente allenata, senza sosta, perché essa racchiude tutte le altre citate in precedenza e dà garanzia di successo nello sviluppo del proprio percorso professionale.

Traduzione dell’articolo apparso originariamente su Interesting Engineering. Potete contattare Nader Mowlaee su Linkedin.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Ingegneri nei colloqui di lavoro: le 10 qualità da avere Ingegneri.info