Ingegneri e Architetti uniti per la libera professione | Ingegneri.info

Ingegneri e Architetti uniti per la libera professione

Ingegneri e Architetti uniscono le forze e avviano un confronto sui temi della libera professione. Il dialogo, aperto da Inarcassa, CNI, CNAPPC, AIDIA, Federarchitetti e Inarsind, punta a integrare esperienze, competenze e ruoli

Investor and contractor shaking hands, view from below
Investor and contractor shaking hands, view from below
image_pdf

Inarcassa, la cassa nazionale di previdenza e assistenza degli ingegneri ed architetti liberi professionisti, insieme alla sua Fondazione, il Consiglio Nazionale degli  Ingegneri (CNI), il Consiglio Nazionale e degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC), l’Aidia  (Associazione Italiana Donne Ingegneri e Architetti) le associazioni di categoria ALA Assoarchitetti (associazione degli architetti e degli ingegneri liberi professionisti italiani), Federarchitetti, (associazione nazionale degli architetti e ingegneri liberi professionisti) e Inarsind (associazione nazionale d’intesa sindacale ingegneri ed architetti liberi professionisti italiani) hanno dato avvio nei giorni scorsi ad ampio confronto sui temi della libera professione. Si tratta di un’iniziativa fortemente voluta dai partecipanti e auspicata dai liberi professionisti, per mettere a sistema, attraverso incontri periodici, un percorso di lavoro condiviso e comune su temi e problematiche care ai professionisti.

Solamente la forte motivazione che nasce dalla consapevolezza del momento di estrema difficoltà di tantissimi colleghi sarà in grado di raggiungere obiettivi concreti per affrontare un’epoca storica complessa. Il dialogo tra Associazioni di categoria, Consigli Nazionali, Fondazione e Cassa di Previdenza punta ad integrare esperienze, competenze e ruoli per far sì che venga riconosciuto e sviluppato l’enorme capitale umano e professionale che architetti ed ingegneri ogni giorno accumulano ed ogni giorno riversano nella società.

Attraverso un percorso sinergico, di collaborazione e reciproco sostegno, si potranno declinare infatti interessi comuni, dare impulso alla semplificazione delle normative, al sostegno della professione e segnare quella ripresa economica troppo spesso annunciata e sinora non ancora avvenuta.

Dopo il primo incontro presso Inarcassa è stata fissata la prossima riunione presso la sede di Roma del CNI per il 14/07/2016.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Ingegneri e Architetti uniti per la libera professione Ingegneri.info