Ingegneri: Si al ripristino delle tariffe minime | Ingegneri.info

Ingegneri: Si al ripristino delle tariffe minime

wpid-1357_ingegneri.jpg
image_pdf

Conto alla rovescia per l’incontro tra il Ministro della Giustizia Angelino Alfano e i Presidenti dei Consigli Nazionali degli Ordini, previsto per il 15 aprile. Sul tavolo, i nodi caldi delle categorie professionali, in primis la questione dei minimi tariffari inderogabili. Chiara la risposta degli ingegneri italiani: “Siamo pronti a dare il nostro contributo per elaborare tariffe minime che abbiano come obiettivo la tutela degli interessi dei cittadini”.

È il Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri Giovanni Rolando a rimarcare infatti che il compito degli Ordini professionali è proprio agire su questo terreno mentre “l’abolizione della tariffa minima intervenuta con il decreto Bersani ha avuto il risultato diametralmente opposto”. “Da una recente analisi elaborata dal Centro Studi del CNI – sottolinea infatti Rolando -il risparmio teorico che le amministrazioni pubbliche hanno avuto applicando la regola del massimo ribasso è solo dello 0,4% dell’importo dell’opera”.

Per il Presidente in realtà non si può parlare di benefici ma, anzi, “una progettazione elaborata senza le necessarie risorse economiche non dà sufficienti garanzie per la sua corretta realizzazione. Ci potrebbero quindi essere contenziosi anche in fase di esecuzione dei lavori, oltre a quelli in fase di elaborazione dei progetti, ormai diventati all’ordine del giorno. Ogni prestazione deve avere un suo equo compenso – conclude Rolando – Non si può, in sostanza, pretendere di acquistare una Ferrari con i soldi messi a disposizione per una Cinquecento. I professionisti più seri certamente ci rimetterebbero,uscendo dal mercato e lasciando spazio ad eventuali altre figure meno scrupolose”.E tra i danni seguiti al provvedimento in questione, il rischio anche per la dignità stessa delle professioni: “Non ha senso parametrizzare la prestazione intellettuale solo con valori collegati ai tempi tecnici di elaborazione – continua Rolando – in quanto le prestazioni intellettuali si distinguono proprio per il loro valore aggiunto d’ingegno”.

Un incontro, dunque, atteso quello tra il Guardasigilli e gli stati generali delle professioni, che lo stesso Presidente del Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha salutato con soddisfazione: “Ho apprezzato molto la convocazione del Ministro e le tematiche da lui introdotte, in quanto incontrano un ragionamento ed una volontà, quella del ripristino delle tariffe minime, da noi condivisi e più volte chiesti. Il fatto, inoltre, che Alfano abbia firmato la sua lettera come ‘avvocato’ è un ulteriore segnale di stima alle categorie delle professioni intellettuali, alle quali lui stesso appartiene”.

Copyright © - Riproduzione riservata
Ingegneri: Si al ripristino delle tariffe minime Ingegneri.info