Ingegneria aerospaziale in Italia: cosa si studia e dove farlo | Ingegneri.info

Ingegneria aerospaziale in Italia: cosa si studia e dove farlo

Gli ingegneri aerospaziali sono tra i più al sicuro dal punto di vista degli sbocchi lavorativi. La nostra guida: dove studiare, gli argomenti di interesse e i suoi compiti

image_pdf

Grazie alle spedizioni nello spazio degli ultimi anni che hanno coinvolto attivamente l’Italia, sempre più giovani mostrano interesse per materie relative all’esplorazione dell’universo, alla scoperta di un mondo ancora oggi pieno di misteri. La tendenza viene confermata dall’aumento di iscrizioni ai corsi di Ingegneria Aerospaziale, che prepara gli ingegneri alla progettazione dei mezzi di trasporto aerei che viaggiano entro ed oltre l’atmosfera terrestre, rendendo sempre più concrete le possibilità di viaggi spaziali che un secolo fa sembravano pura fantascienza.

Corsi di studio in Italia
Gli atenei che presentano corsi di laurea in Ingegneria Aerospaziale, classificata tra le Lauree dell’Ambito Industriale, sono distribuiti in tutta Italia, anche se a sud di Napoli l’offerta risulta frastagliata, con l’unica proposta di percorso triennale presente ad Enna e due magistrali tra Palermo e Brindisi. Talvolta la preparazione in ambito aerospaziale viene concentrata nella fase di laurea magistrale, partendo da un percorso più generico alla triennale con una laurea in Ingegneria Meccanica, Energetica e Aerospaziale, come nel caso dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. Per portare avanti un percorso con impostazione più internazionale, si può optare per i corsi in lingua inglese proposti dal Politecnico di Milano o l’Università del Salento.
In chiusura dell’articolo si trova un elenco delle facoltà italiane e dei corsi di studio relativi a ingegneria aerospaziale.

Cosa si studia
Il percorso di studi comprende tutte le materie tipiche dell’Ingegneria, quali matematica, fisica, chimica, informatica, meccanica e termodinamica. Questa preparazione di base getta le fondamenta per lo sviluppo di materie specifiche, quali, ad esempio, la meccanica di volo, lo studio delle strumentazioni di bordo, dei propulsori e dell’elettronica.
L’ingegneria Aerospaziale prepara quindi dei tecnici in grado di progettare velivoli commerciali e militari, stazioni spaziali o satelliti e fornisce competenze nella produzione, nella gestione ed organizzazione, nella manutenzione e assistenza e negli aspetti tecnico-commerciali. Se l’aspirazione è di diventare astronauta, tuttavia, non è sufficiente essere laureato in Ingegneria Aerospaziale ma dovranno essere rispettati altri criteri stabiliti dall’agenzia spaziale nazionale.

Nei vari percorsi di laurea proposti oltre allo studio teorico sono previste attività di laboratorio e preziosi tirocini in aziende specializzate del territorio.

Prospettive di lavoro
La laurea in Ingegneria Aerospaziale garantisce alla quasi totalità dei laureati di trovare un lavoro stabile, con guadagni in crescita al maturare di esperienza. Spesso, prima di entrare nel mondo del lavoro, oltre all’ottenimento della laurea magistrale si continua la formazione attraverso stage in aziende del settore o master di secondo livello.
La figura dell’ingegnere aerospaziale è spesso più legata alla produzione di velivoli, alla progettazione, alla manutenzione, alla raccolta dati e alla gestione, anche in ambito commerciale, del prodotto. Talvolta vengono proposti percorsi di laurea magistrale che distinguono il percorso legato all’aeronautica rispetto a quello legato allo spazio, per poter creare figure professionali ancora più specifiche.
E’ bene ricordare, infine, che questa laurea favorisce carriere in contesti internazionali, con concrete possibilità di lavorare in centri di ricerca di alto profilo, con sempre maggiori opportunità di lavoro in ambito europeo.

Di seguito l’elenco degli Atenei e link ai percorsi formativi:
Politecnico di Torino:
Corso di laurea di primo livello in Ingegneria Aerospaziale
Corso di laurea magistrale in Ingegneria Aerospaziale
Politecnico di Milano:
Corso di laurea di primo livello in Ingegneria Aerospaziale
Corso di laurea magistrale in Aeronutical Engineering
Corso di laurea magistrale in Space Engineering
Università degli Studi di Padova:
Corso di laurea di primo livello in Ingegneria Aerospaziale
Corso di laurea magistrale in Ingegneria Aerospaziale
Alma Mater Studiorum Università di Bologna – sede di Forlì:
Corso di laurea di primo livello in Ingegneria Aerospaziale
Corso di laurea magistrale in Ingegneria Aerospaziale
Università di Pisa:
Corso di laurea di primo livello in Ingegneria Aerospaziale
Corso di laurea magistrale in Ingegneria Aerospaziale
Università di Roma La Sapienza:
Corso di laurea di primo livello in Ingegneria Aerospaziale
Corso di laurea magistrale in Ingegneria Aeronautica
Corso di laurea magistrale in Ingegneria Spaziale e Astronautica
Università degli Studi di Napoli Federico II:
Corso di laurea di primo livello in Ingegneria Aerospaziale
Corso di laurea magistrale in Ingegneria Aerospaziale
Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli:
Corso di laurea di primo livello in Ingegneria Aerospaziale, Meccanica, Energetica
Corso di laurea magistrale in Ingegneria Aerospaziale
Università del Salento – sede di Brindisi:
Corso di laurea magistrale in Aerospace Engineering
Università degli Studi di Palermo:
Corso di laurea magistrale in Ingegneria Aerospaziale
Università degli Studi di Enna “Kore”:
Corso di laurea di primo livello in Ingegneria Aerospaziale

Leggi anche: Ingegneria Biomedica in Italia: atenei, materie e sbocchi lavorativi

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Ingegneria aerospaziale in Italia: cosa si studia e dove farlo Ingegneri.info