Laurea triennale da geometri: la parola ai promotori | Ingegneri.info

Laurea triennale da geometri: la parola ai promotori

Abbiamo intervistato gli ideatori del Corso di Laurea triennale in Costruzioni e Gestione del territorio, che qualcuno ha battezzato "Il corso di Laurea da Geometra". Ecco il piano di studio, i requisiti, gli obiettivi

image_pdf

Lo scorso 27 ottobre 2017 è stato presentato a Reggio Emilia il “Corso di laurea triennale in Costruzioni e Gestione del territorio”, promosso dall’Università di San Marino in collaborazione con l’Università di Modena e Reggio Emilia, rivolto ai geometri neodiplomati ma anche ai tecnici abilitati e già operativi (chiamato informalmente da più parte il “corso di laurea da geometra”, approfondisci qui).
Sono intervenuti i vertici dell’Ateneo di Modena e Reggio Emilia e del Consiglio nazionale dei Geometri e Geometri laureati.

In quasi tutti gli Stati membri, i liberi professionisti sono tenuti ad un aggiornamento professionale con cadenza regolare (Continuing Professional Development-CPD). Vi sono però differenze quanto alla verifica delle misure di aggiornamento professionale ed alle conseguenze in caso di omessa frequenza alla formazione professionale prevista. Considerati la crescente complessità della materia, il progressivo sviluppo dei procedimenti tecnici in campo medico e tecnologico e la costante evoluzione delle norme giuridiche interne ed internazionali, sta nelle singole libere professioni garantire l’effettivo aggiornamento professionale di tutti coloro che le esercitano” (paragrafo 6.7 G.U. Unione Europea 16/07/2012 2014/C 226/02).

In queste poche righe è racchiuso il percorso di formazione del geometra che seguirà un cammino universitario triennale, professionalizzante ed abilitante.
Il Presidente CNGeGL Maurizio Savoncelli è colui che ha posto le premesse necessarie per questa novità, successiva all’approdo in Parlamento della proposta di legge AC 4030 – “Disciplina della professione di geometra e norme per l’adeguamento delle disposizioni concernenti le relative competenze professionali”. “La Categoria è al lavoro per sostenere territorialmente il nostro disegno di legge, in cui confluiranno le iniziative in corso con le università italiane. Una scelta presa in considerazione dell’interesse espresso dai giovani e dalle loro famiglie, seguita da una grande attenzione per l’ampliamento dell’offerta formativa da parte del mondo scolastico, universitario e, più in generale, determinata dal consenso dell’opinione pubblica, che plaude alla possibilità di far fruire a una platea sempre più ampia il cammino della conoscenza e della specializzazione per il domani. Siamo orgogliosi della convenzione siglata oggi a Reggio Emilia con l’Università di San Marino, in collaborazione con UNIMORE, che si aggiunge ai percorsi di studio triennali già avviati che stanno registrando un crescente numero di iscritti”.
A questo proposito abbiamo raggiunto telefonicamente il Rettore di UNIMORE, Prof. Angelo Andrisano, ed il Presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Reggio Emilia, Francesco Spallanzani.

Chi può seguire il corso?
Il corso di laurea triennale avrà un carattere abilitante e professionalizzante” – asserisce il Rettore Unimore, Angelo Andrisano – “questi aggettivi non sono scelti a caso, anzi sono fondamentali per inquadrare la finalità di questo corso di laurea. Chi decide di seguire questo percorso formativo vuole approfondire e metabolizzare al meglio concetti scolastici impartiti dalla scuola superiore per poi applicarli nella sua futura vita professionale”.
Questa dichiarazione è ulteriormente arricchita dal Presidente del Collegio dei Geometri di Reggio Emilia, Francesco Spallanzani, “questo percorso triennale è sì rivolto ai diplomati geometri ma anche ai tecnici già precedentemente abilitati. La differenza risiede nei crediti e nella possibilità di frequenza: nel caso del tecnico abilitato i cosiddetti crediti universitari si trasformano in crediti formativi professionali (CFP). È inoltre data la possibilità, allo studente lavoratore, di diluire nel tempo la frequentazione anziché tre anni, possono diventare sei anni, ovvero far corrispondere a ciascun anno un semestre”.

Quali sono gli insegnamenti del corso di laurea?
Il piano di studi prevede tre anni, ciascun anno suddiviso in due semestri. Gli insegnamenti costituiranno un approfondimento ed hanno un carattere estremamente applicativo, volto, nel caso dello studente, ad un ingresso futuro nel mondo del lavoro” – asserisce il Rettore Unimore, Angelo Andrisano.

Anno Esempio risvolto lavativo
1 1° semestre Analisi matematica e geometri;
Disegno;
Fisica;
Informatica;
Topografia con esercitazioni
Rilievi;
Catasto fabbricati;
Catasto terreni;
Espropri;
Valutazioni strutturali;
Agibilità post-sismica edifici
2° semestre Chimica ed elementi di scienza dei materiali;
Elementi di diritto privato e diritto agrario;
Tecnologie delle costruzioni;
Statistica.
2 1° semestre Elementi di diritto amministrativo e degli enti territoriali;
Economia e contabilità ambientale;
Pianificazione territoriale ed urbanistica;
Progettazione architettonica e strutturale.
Certificazioni energetiche;
A.Q.E.;
Valutazioni ambientali;
Progettazione costruzioni modeste (Parere consiglio di stato n. 2539/2015);
Direzione lavori;
Contabilità lavori;
Risparmio energetico.
2° semestre Elementi di scienza della costruzione;
Fisica tecnica, energetica ed impianti;
Ingegneria ambientale e del territorio;
Laboratorio di progettazione.
3 1° semestre Estimo e valutazioni immobiliari con esercitazioni;
Tecnica della sicurezza sanitaria ed ambientale.
Valutazioni immobiliari;
Espropri;
D.L.;
Futuro CSP/CSE;
Infortuni;
Perito di parte;
CTU.
2° semestre Lingua inglese;
Tirocinio-esperienze professionali e di cantiere;
Tesi di laurea.

Quelli indicati rappresentano solo degli esempi circa le attività che può svolgere il geometra una volta seguito il percorso formativo abilitante triennale, in linea con quanto previsto dalla normativa europea.
Già dalle scuole superiori occorre formare, rispondendo di fatto alla domanda del mercato, mutevole e in evoluzione. Il piano di studi risponde alle richieste del mercato, appunto, non è detto che in futuro il piano di studi venga opportunamente modificato” – asserisce il Rettore Unimore, Angelo Andrisano.
L’intento non è assolutamente quello di fornire una copia della figura dell’ingegnere, bensì continuare nelle attività spettanti al geometra ma con un’attenzione particolare a come queste sono mutate negli anni, anche a seguito di una tecnologia sempre più all’avanguardia. Basti pensare semplicemente al disegno tecnico: si è passati dal tecnigrafo alla rappresentazione 3D, inserita all’interno di una progettazione integrata che vede la collaborazione di diverse figure professionali” – asserisce il Presidente Francesco Spallanzani.

Tirocinio-esperienze professionali di cantiere
A differenza del tirocinio attuale, quello che si vuole impartire sono nozioni formative specifiche e di arricchimento per chi vuole entrare nel mondo del lavoro, contesto che include specifici e mirati compiti. Attraverso questo percorso la formazione è garantita. Da parte del Collegio vi è una piena disponibilità su ambo i fronti: da un lato il professionista abilitato che vuole arricchire la sua formazione, a fronte di una acquisizione di crediti CFP, dall’altro un diplomato che vede resi applicativi e concreti gli insegnamenti fornitigli dalla scuola” – conclude il Presidente Spallanzani.

Soggetto intervistato

Rettore Unimore, Angelo Andrisano

Rettore Unimore, Angelo Andrisano

Presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Reggio Emilia, Francesco Spallanzani

Presidente del Collegio dei Geometri e Geometri Laureati della provincia di Reggio Emilia, Francesco Spallanzani

Presidente CNGeGL, Maurizio Savoncelli – Prof. Tarantino – Prof. Capra

Presidente CNGeGL, Maurizio Savoncelli – Prof. Tarantino – Prof. Capra

Leggi anche: Responsabili tecnici gestione rifiuti: al via i nuovi requisiti

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Laurea triennale da geometri: la parola ai promotori Ingegneri.info