Nasce la Federazione delle Associazioni degli Imprenditori e dei Professionisti per rafforzare la presenza territoriale degli. | Ingegneri.info

Nasce la Federazione delle Associazioni degli Imprenditori e dei Professionisti per rafforzare la presenza territoriale degli.

wpid-businessman.jpg
image_pdf

Nasce la Federazione delle Associazioni degli Imprenditori e dei Professionisti
Per rafforzare la presenza territoriale degli imprenditori nei tavoli istituzionali dove si discute delle strategie di rilancio economico e sociale
Promuoverà iniziative per migliorare la qualità urbana e sociale in ambiti come il trasporto e la mobilità, i servizi all’infanzia e alla famiglia, l’offerta abitativa, la formazione professionale.

Milano, 15 giugno 2005 . Quattro delle più attive associazioni territoriali di imprenditori della provincia di Milano hanno deciso di unire le proprie forze e di creare La Federazione delle Associazioni degli Imprenditori e dei Professionisti , un nuovo soggetto di rappresentanza che serva a garantire e rafforzare la presenza dell’imprenditorialità locale nei tavoli istituzionali dove si discute delle strategie di sviluppo economico e sociale della provincia di Milano e della Lombardia.

La Federazione è stata promossa da Associazione Imprenditori Nord Milano (AINM), Associazione Imprenditori Sud Est Milano (AISEM), Libere Imprese Associate (L.I.A.), che opera nell’area di Cormano, e PMI Brianza, quattro realtà associative che rappresentano più della metà del territorio della provincia di Milano e che sono nate proprio con la missione di ‘intervenire’ nelle dinamiche di sviluppo locale.

La Federazione nasce per dare delle risposte agli imprenditori, ai professionisti e alle comunità locali che le grandi associazioni di imprese, settoriali o trasversali, non sono in grado di soddisfare in quanto hanno altri obiettivi strategici.
“Le associazioni territoriali sono infatti le uniche che aiutano gli imprenditori a creare reti di relazioni a livello locale e a dare concretezza al desiderio di impattare positivamente sul territorio. Una grande risorsa per il rilancio del sistema economico e sociale milanese e lombardo che le istituzioni pubbliche, dai Comuni alla Provincia, dalla Regione alla Camera di Commercio, non possono ignorare”, ha dichiarato Diego Cotti , neo presidente di La Federazione e presidente dell’Associazione Imprenditori Nord Milano.

“In un momento come l’attuale di difficoltà economica, è molto importante la nascita di una federazione di associazioni imprenditoriali come questa, così orientata verso gli enti locali e verso gli aspetti sociali e territoriali, in quanto può dare una spinta alla realizzazione di nuovi progetti di sviluppo a livello provinciale da condividere con le istituzioni, cosa che ci auguriamo”, ha dichiarato l’Assessore al Lavoro e alle Attività Economiche della Provincia di Milano, Luigi Vimercati , che ha partecipato ieri a Milano all’evento di presentazione di La Federazione. Vimercati ha inviato inoltre La Federazione ad avviare progetti in collaborazione con Milano Metropoli, l’Agenzia di Sviluppo per la Promozione Sostenibile dell’area Metropolitana di Milano. “Per avviare attualmente un processo di rilancio o di promozione territoriale è molto importante coinvolgere l’imprenditorialità locale, una necessità molto sentita sopratutto dai Comuni che non avevano mai sviluppato questi tipi di rapporti”, ha sottolineato Fabio Terragni , Presidente di Milano Metropoli.

La maggior parte degli associati di La Federazione, oltre 500, sono imprenditori , professionisti , grandi aziende e multinazionali che, attraverso le associazioni imprenditoriali territoriali, cercano di consolidare rapporti con le amministrazioni pubbliche e altri attori locali per avviare delle iniziative di carattere economico e soprattutto sociale.
Uno degli obiettivi strategici di La Federazione è quello di rafforzare il lavoro che già svolgono le associazioni territoriali nel promuovere iniziative che servano a consolidare la responsabilità sociale d’impresa e a migliorare il trasporto e la mobilità , i servizi  all’infanzia e alla famiglia , l’ offerta abitativa , la formazione professionale , ecc. Sono ambiti di intervento che incidono fortemente, non solo nell’attività delle aziende e nella vita dei loro lavoratori, ma soprattutto nella qualità urbana e sociale complessiva dei territori.
“Attraverso La Federazione vogliamo, per esempio, aumentare le iniziative con il sistema scolastico per favorire la conoscenza dell’ambiente lavorativo locale e dare l’opportunità ai giovani di restare sul territorio cha amano”, ha sottolineato Antonio Pisano, Presidente di Libere Imprese Associate di Cormano (LIA).

La Federazione vuole anche fornire alle Amministrazioni Pubbliche locali supporto per una efficace valorizzazione del territorio, attraverso l’individuazione delle tipologie di insediamenti produttivi, funzioni e servizi alle aziende da promuovere o la definizione delle destinazioni d’uso dei piani regolatori comunali. “I Comuni devono capire che non solo è importante fare marketing territoriale verso l’esterno, per attrarre nuovi investitori, ma è fondamentale farlo verso il territorio, per agevolare le imprese locali ed evitare che vadano a insediarsi altrove ”, ha sottolineato Mario Orfei , Presidente di Associazione Imprenditori Sud Est Milano (AISEM).

Oltre a rafforzare le attività e la presenza istituzionale delle associazioni territoriali esistenti, La Federazione sosterrà la creazione di nuovi sodalizi tra imprenditori e professionisti locali, una tendenza che si è particolarmente accentuata negli ultimi anni nella provincia di Milano. “La Brianza è l’esempio di come è in crisi il modello della piccola impresa. Attraverso La Federazione vogliamo dare risposte concrete promovendo la crescita dimensionale delle aziende e lottando contro l’eccesso di burocrazia”, ha dichiarato Giovanni Sala, Presidente di PMI Brianza.

Alla presentazione ufficiale di La Federazione delle Associazioni degli Imprenditori e dei Professionisti, avvenuta martedì 14 giugno nella sede della Banca Popolare di Milano, ha partecipato Paolo Manzato, vicepresidente della BPM, che ha sottolineato l’importanza delle PMI nel contesto produttivo ed economico nazionale e la necessità di supportare l’imprenditorialità in un momento economico così difficile. Paolo Manzato, da questo punto di vista, ha sottolineato l’importanza del sistema delle banche popolari e si è dichiarato contrario all’ipotesi di modifica dell’istituto del voto capitario nelle banche popolari. Anche i rappresentanti delle associazioni aderenti alla Federazione hanno manifestato la loro preoccupazione circa la modifica dell’istituto del voto capitario nelle banche popolari, banche da sempre vicine alle PMI.

Copyright © - Riproduzione riservata
Nasce la Federazione delle Associazioni degli Imprenditori e dei Professionisti per rafforzare la presenza territoriale degli. Ingegneri.info