Nuovo codice appalti: dall'ANAC le FAQ utili in attesa dei decreti attuativi | Ingegneri.info

Nuovo codice appalti: dall’ANAC le FAQ utili in attesa dei decreti attuativi

Il nuovo codice appalti è in vigore da aprile ma mancano ancora una serie di decreti attuativi che rendano la normativa pienamente operativa. Nell'attesa ANAC fornisce alcune risposte

faq_anac
image_pdf

In attesa dell’approvazione dei decreti attuativi del nuovo codice appalti (D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50) e a fronte dei numerosi dubbi degli operatori del mondo appalti, ANAC ha pensato di pubblicare una serie di FAQ, con la finalità di cercare di dare una risposta operativa a quanto di operativo ancora non c’è.

Leggi anche: Guida al nuovo codice appalti: il nuovo ruolo dell’ANAC

Le faq si snodano su alcuni punti centrali come ad esempio il ruolo della committenza, la partecipazione alle gare dei consorzi, non tralasciando di considerare i certificati rilasciati alle imprese esecutrici dalle stazioni appaltanti.

Leggi anche: Guida al nuovo codice appalti: la committenza

Tra tutte le faq pubblicate, quella che meglio delle altre risponderà alle domande degli operatori riguarda il dubbio degli operatori relativo alla disciplina da applicare in questo regime transitorio.

Guarda la gallery con le faq.

Leggi anche: Al Congresso nazionale ingegneri una proposta sui compensi (ma non solo)

Copyright © - Riproduzione riservata
Nuovo codice appalti: dall’ANAC le FAQ utili in attesa dei decreti attuativi Ingegneri.info