Oice rinnova il Consiglio direttivo | Ingegneri.info

Oice rinnova il Consiglio direttivo

L'associazione delle società di ingegneria, aderente a Confindustria, rinnova le cariche. Scicolone: "Positivo l’ingresso in Consiglio di tante nuove società di ingegneria che da anni mancavano all’appello delle nostre elezioni"

oice
image_pdf

L’Oice, l’Associazione aderente a Confindustria, che raggruppa 385 società di ingegneria e di architettura per un fatturato complessivo di oltre due miliardi di euro, ha rinnovato il Consiglio Direttivo durante l’Assemblea che si è tenuta a Roma lo scorso 23 giugno.
Il nuovo Consiglio Direttivo che sarà in carica fino al 31 maggio 2020, è così composto:

Ing. Andrea BENINCASA DI CARAVACIO/SO.TEC. Srl
Ing. Maurizio BOI/TECNOLAV ENGINEERING srl
Ing. Roberto CARPANETO/D’APPOLONIA SpA
Ing. Sandro FAVERO/F&M INGEGNERIA SpA
Ing. Francesca FEDERZONI/POLITECNICA Ingegneria ed Architettura s.c.
Ing. Giovanni Battista FURLAN/NET ENGINERING INTERNATIONAL SpA
Ing. Antonino GALATA’/SPEA ENGINEERING SpA
Arch. Armando LATINI/EUROPEAN ENGINEERING – Consorzio Stabile di Ingegneria
Dott. Antimo LENTINI/S.J.S. ENGINEERING srl
Ing. Beatrice MAJONE/MAJONE & PARTNERS srl
Ing. Nicola Angelo MAROTTA/TECHNIP ITALY Spa
Ing. Guglielmo MIGLIORINO/DUOMI srl
Dott. Alessandro PANDOLFI/PRO ITER srl
Ing. Guido PERI/ALPINA SpA
Ing. Fabrizio RANUCCI/ITALFERR SpA
Ing. Massimo RECALCATI/MM SpA
Dott. Claudio RECCHI/PROGER SpA
Ing. Primo STASI/ETACONS srl
Ing. Francesco VENTURA/VDP srl
Ing. Antonio VETTESE/SISTEMA PROGETTO srl

Nel nuovo Consiglio Direttivo su 20 consiglieri, 11 sono stati riconfermati dal Consiglio precedente, mentre 9 sono i nuovi entrati.

“Il nuovo Consiglio” – dichiara il Presidente Gabriele Scicolone – “così come l’uscente, rappresenta in maniera ben bilanciata tutte le anime dell’Associazione, dalle grandi società concessionarie di servizi di ingegneria per conto di enti pubblici, alle grandi multinazionali dell’ingegneria, alle società italiane che esportano ingegneria ed architettura italiana nel mondo, senza dimenticare il mondo delle medio-piccole società di ingegneria ed architettura italiane che con il loro dinamismo sia nel mercato nazionale che internazionale, rappresentano il vero tessuto connettivo del sistema”.

“È da salutare con estremo interesse” – continua Scicolone – “l’ingresso in Consiglio di tante nuove società di ingegneria che da anni mancavano all’appello delle nostre elezioni; società importanti e visibili, che aiuteranno sicuramente a ridare vigore all’Associazione ed alla nostra rappresentanza che negli ultimi due anni sta raccogliendo i frutti di un quinquennio di lavoro; possiamo vederlo anche come sintomatico di una rinascita dell’interesse delle grandi società di ingegneria italiane e nella credibilità della rappresentanza di settore, anche a seguito degli importanti risultati raggiunti ad esempio con il ripristino della cosiddetta centralità del progetto nel Nuovo Codice degli Appalti recentemente promulgato.

Il lavoro da fare è ancora tantissimo; penso che al momento abbiamo pensato allo sgrosso; ora ci sarà da andare nel dettaglio nei prossimi anni, e poter contare su un Consiglio così coeso e rappresentativo è sicuramente un bene per l’associazione e per la categoria”.

Leggi anche: Ddl Concorrenza, apertura al privato per le società di ingegneria

Copyright © - Riproduzione riservata
Oice rinnova il Consiglio direttivo Ingegneri.info