Perché San Patrizio è il patrono degli ingegneri? | Ingegneri.info

Perché San Patrizio è il patrono degli ingegneri?

Non tutti sanno che San Patrizio, patrono d'Irlanda, è anche considerato una figura chiave per l'ingegneria antica. Ecco perché

San Patrizio nella chiesa di Lafayette in Louisiana (Cns Photo/Nancy Wiechec)
San Patrizio nella chiesa di Lafayette in Louisiana (Cns Photo/Nancy Wiechec)
image_pdf

Da Rio a Pechino, da Las Vegas a Roma, passando per Edimburgo e Parigi, circa centocinquanta città monumentali nel mondo da oggi saranno illuminate di verde: oggi si celebra infatti la festività di San Patrizio (il Saint Patrick’s Day), patrono d’Irlanda. La leggenda più nota e che lo ha reso meritevole del titolo, è quella secondo cui nel 441 trascorse quaranta giorni e quaranta notti sul monte Croagh Padraig, al termine dei quali scagliò un campana su una pendice del monte, liberando l’isola da tutti i serpenti, che l’abitavano.

Ma perché molte città nel mondo verranno illuminate a verde? E soprattutto: che cosa ha a che fare San Patrizio con gli ingegneri? Al Santo vengono attribuite una serie di storie e conquiste che lo legano direttamente al mondo delle costruzioni. Pochi sanno, infatti, che San Patrizio era proprio un esperto ante litteram in edilizia (il termine moderno “ingegnere” non ha un diretto equivalente nella cultura antica). Le tradizioni riportano che fu lui a iniziare gli irlandesi all’uso della malta per costruire archi, al posto della muratura a secco. Viene anche accreditato colui che avviò la costruzione di varie chiese e cappelle in argilla nel V secolo, nonché a livello più generale viene ritenuto un sostenitore delle arti e mestieri. Proprio come il suo omologo italiano, San Bendetto.

Del resto se in Italia San Patrizio ingegnere ha molto meno riscontro, è anche perché da noi il suo ruolo omologo di ‘patrono degli ingegneri’ è rivestito da San Benedetto da Norcia, un santo decisamente più popolare sul nostro territorio, e tecnicamente “patrono degli ingegneri e degli architetti”.

Estratto da "S.Benedetto da Norcia patrono degli Ingegneri" di Sergio Bini (fonte: Aicq/Ordine ingegneri Roma)

Estratto da “S.Benedetto da Norcia patrono degli Ingegneri” di Sergio Bini (fonte: Aicq/Ordine ingegneri Roma)

Oltre agli studi letterario-giuridici e filosofici, San Benedetto matura infatti anche competenze di architetto, tanto da costruirsi lui stesso una casa, dove trascorrere i giorni secondo l’ideale di vita monastica e contemplativa. Spostatosi poi a Cassino, provvede in prima persona alla direzione dei lavori per la costruzione dell’Abbazia come architetto e capomastro nonché organizzatore del monastero, dove resterà per sempre, dedito alla definizione della sua Sancta Regula, “ora et labora”.
In attesa del 21 marzo (giorno di primavera e festa di San Benedetto), per gli ingegneri da oggi c’è un motivo in più per celebrare.

Copyright © - Riproduzione riservata
Perché San Patrizio è il patrono degli ingegneri? Ingegneri.info