Professionisti in donazione: la raccolta sangue targata Confprofessioni | Ingegneri.info

Professionisti in donazione: la raccolta sangue targata Confprofessioni

Per inaugurare la nuova sede a Milano un'iniziativa speciale in collaborazione con l'Avis: ecco un vademecum per compiere la donazione senza problemi

donare il sangue
image_pdf

Donare il sangue è un gesto nobile e importante, soprattutto in vista dell’estate. Il 14 giugno 2018, in occasione dell’inaugurazione della nuova sede di Confprofessioni a Milano, in via Boccaccio 11, nell’arco della mattinata ci sarà l’opportunità per tutti, donatori abituali e nuovi donatori, di dare un contributo diverso e ricco di significato all’avvio delle attività della nuova sede.

Ogni giorno mancano più di 100 unità di sangue da destinare ai pazienti in cura presso gli ospedali milanesi e sono ancora troppe le persone che hanno bisogno di trasfusioni ricorrenti per malattie legate al sangue e sono a rischio quotidiano di soppravvivenza per la mancanza delle unità di sangue effettivamente necessarie.

Le regole di base per la donazione del sangue

La giornata di donazione promossa da Confprofessioni a Milano è organizzata in collaborazione con l’Avis. Ecco le regole da rispettare per poter donare.

Nella giornata di donazione è necessario presentarsi con carta di identità e tessera sanitaria, la copia degli esami relativi alla donazione precedente o, in caso di prima donazione gli ultimi esami in possesso o con particolare rilevanza sanitaria per terapie o patologie riscontrate. La mattina della donazione è permessa una colazione leggera, con thè, caffè o spremuta poco zuccherati, qualche biscotto secco o fetta biscottata o un frutto.
Inoltre chi donerà potrà essere rilasciato il permesso per assenza dal lavoro (da richiedere al personale AVIS in fase di prelievo). Chi non risulterà idoneo riceverà il permesso orario per le ore dedicate alla visita medica e prelievo del sangue.

Per eventuali candidati stranieri che siano interessati a partecipareè necessaria la buona conoscenza della lingua italiana ed avere documenti in regola per la permanenza in Italia da mostrare al medico: permesso di soggiorno, carta d’identità/passaporto e tessera sanitaria (essenziale).

Come avviene la donazione in Confprofessioni

I passaggi legati all’attività di donazione (circa 50 minuti complessivi):
1.       Compilazione della modulistica  – 10 min
2.       Colloquio con il medico AVIS  – 15 min
3.       Prelievo ematico esclusivamente sull’Autoemoteca per esami di idoneità o esami e donazione sangue – 10/15 min
Gli esami relativi alla virologia, come l’epatite o l’HIV, vengono effettuati ad ogni donazione e l’unità di sangue non viene trasfusa fino al risultato dei controlli effettuati.
4.       Ristoro – piccola colazione offerta

Gli esiti dei prelievi verranno consegnati a mezzo posta convenzionale direttamente presso l’indirizzo indicato sulla modulistica compilata il giorno dell’attività, a distanza di circa 2 mesi.

Chi effettuerà solo esami di idoneità alla donazione non riceverà il risultato delle analisi ma verrà contattato da AVIS per l’invito alla prima donazione.

Ogni candidato dovrà contattare direttamente AVIS Milano – Uff. Servizio Donatori via mail [email protected]    indicando i propri dati personali, la località aziendale  e un orario di preferenza.  In alternativa via telefono 02.70635020_Scelta 1 (9.30/18.00 lun/ven).

Idoneità alla donazione: le informazioni da conoscere

Donare il sangue è un gesto di grande responsabilità: ecco perché bisogna sapere quando è possibile effettuare una donazione e quando invece è meglio rinunciare. Ecco un vademecum utile a tutti, a chi aderirà all’iniziativa di Confprofessioni e a chi decide di compiere questo gesto in autonomia.

• Età compresa tra i 18 e i 60 anni per la prima donazione. Chi è già donatore, può superare il limite dei 65 anni in relazione, ovviamente, allo stato di salute in atto e alla valutazione cardiologica;
• Rapporti sessuali stabili con partner fisso da almeno 4 mesi;
• Peso non inferiore ai 50 kg indipendentemente dalla statura o dalla costituzione;
• Non soffrire di malattie croniche (diabete, malattie autoimmuni che coinvolgano più organi, tumori maligni, epilessia, ecc.);
• Non aver MAI avuto Epatite B e C, sifilide, comportamenti a rischio di malattie trasmissibili sessualmente ed uso di sostanze stupefacenti o steroidi ed ormoni a scopo sportivo;
• Convivenza con soggetti positivi per Epatite B, C, o HIV (AIDS), anche occasionale;
• Infezioni da Epatite A sono da rivalutare dopo 6 mesi dalla guarigione clinica ed esami;
• Non aver avuto malattie nelle ultime due settimane, anche se di lieve entità (influenza, bronchite, polmonite, herpes labiali);
• Non aver assunto alcun farmaco nell’ultima settimana (antidolorifici e aspirine), nelle ultime due settimane per antibiotici o antibatterici. Si possono regolarmente assumere preparati vitaminici e pillola anticoncezionale;
• Non essere stati sottoposti ad interventi negli ultimi 3 mesi (comunque è necessario documentare il ricovero con lettera di dimissioni e/o cartella clinica). I piccoli interventi in anestesia locale, vengono rivalutati dal medico addetto alla visita;
• Non essersi sottoposti a cure odontoiatriche per 48 ore in caso di pulizia del tartaro; per almeno 1 settimana in caso di estrazione, devitalizzazione e implantologia. Per innesto osseo sono necessari 4 mesi di sospensione (portare documentazione);
• Non aver effettuato esami endoscopici negli ultimi 4 mesi (gastroscopia, colonscopia, artroscopia, etc.); è necessario comunque, portarne in visione l’esito prima della donazione;
• Non aver effettuato viaggi o soggiorni in zone tropicali o malariche negli ultimi 6 mesi , 1 mese se
Paesi extra-Europei;
• Non aver soggiornato nel Regno Unito per più di 6 mesi (nel totale dei soggiorni) dal 1980 al 1996 e non essere stati trasfusi nel Regno Unito;
• Non aver soggiornato in USA o Canada negli ultimi 28 giorni;
• Non aver il ciclo mestruale in corso (è consigliato lasciar trascorrere almeno 1 settimana dalla fine del ciclo);
• Non aver avuto parti o interruzioni di gravidanza negli ultimi 6 mesi (da valutare l’allattamento);
• Non aver eseguito tatuaggi, né agopuntura, né fori ai lobi, né piercing vari negli ultimi 4 mesi;
• Non effettuare allenamenti o sport nelle 24 ore precedenti e/o seguenti il prelievo. E’ sconsigliato intraprendere lunghi viaggi dopo la donazione;
• Non soffrire di Lebbra – Babebiosi – Leishmaniosi – Febbre Q – Tripanosomiasi;
• Non soffrire di Cardiopatie – Coronaropatie, Angina Pectoris, Aritmia grave, ecc.;
• Non soffrire di Nefropatie croniche (Glomerulonefrite, Pielonefrite);
• Non soffrire di malattie della pelle diffuse – malattie allergiche croniche;
• Non soffrire di Ulcera gastroduodenale clinicamente attiva, non essere stati sottoposti a gastroresezione;
• Non soffrire di malattie del sangue ereditarie o acquisite (e comunque a giudizio del Medico);

• Non soffrire di malattie del sistema nervoso degenerative ed ereditarie, malattia di Creutzfeldt-Jakob, demenza, malattie psichiche e mentali;

• Alcolismo;

• Trapianti di cornea / dura madre;
• Non essere stati accidentalmente esposti al sangue o a strumenti contaminati dal sangue negli ultimi 4 mesi;
• Non soffrire della malattia di Lyme (artrite di Lyme) e comunque 6 mesi dopo la guarigione producendo la documentazione dell’avvenuta guarigione;
• Non soffrire di Mononucleosi e comunque 6 mesi dopo la guarigione producendo la relativa documentazione;
• Non soffrire di Toxoplasmosi e infezione da Citomegalovirus e comunque 6 mesi dopo la guarigione producendo la relativa documentazione;
• In caso di allergia a farmaci, con particolare riguardo alla penicillina, attendere 1 anno dopo l’ultima esposizione;
• Attendere 2 anni dopo la guarigione definitiva da: Tubercolosi – Osteomielite – Brucellosi Reumatismo Articolare Acuto, producendo la documentazione dell’avvenuta guarigione;
• Attendere 5 anni dopo la guarigione definitiva da Glomerulonefrite acuta producendo la relativa documentazione dell’avvenuta guarigione;
• Sospensione di 1 anno da Antirabbica, se praticata per morso di animale infetto;
• Altri tipi di Vaccinazioni: periodo variabile da 48 ore a 4 settimane a seconda del tipo.

Copyright © - Riproduzione riservata
Professionisti in donazione: la raccolta sangue targata Confprofessioni Ingegneri.info