Scelta dei commissari di gara e iscrizione all'Albo: ecco le nuove linee Guida ANAC | Ingegneri.info

Scelta dei commissari di gara e iscrizione all’Albo: ecco le nuove linee Guida ANAC

In modo costante ANAC sta pubblicando le linee guide di attuazione del nuovo codice degli appalti. Ecco le linee guida 5 relative alla scelta dei commissari di gara

linee guida 5 anac
image_pdf

Come noto, ogniqualvolta l’amministrazione opta per il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, la valutazione qualitativa delle offerte è affidata ad una commissione di gara costituita da un numero dispari di commissari esperti nello specifico settore cui afferisce l’oggetto del contratto.

Con il “vecchio” Codice dei contratti (D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163, ormai abrogato), i commissari erano nominati all’interno della stazione appaltante, sulla base delle competenze specifiche possedute dai dipendenti dall’amministrazione.

Soltanto nel caso di impossibilità nel reperire soggetti competenti, in base all’oggetto della gara, all’interno dell’amministrazione aggiudicatrice o di altre p.a., sussisteva la possibilità di rivolgersi all’esterno e individuare così soggetti dotati di alta professionalità.

Con il D.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50, nuovo Codice Appalti, la scelta dei commissari di gara avviene secondo metodologie differenti, almeno per alcuni tipi di gare.

Nell’ambito del più generale obbiettivo della centralizzazione della committenza, gli articoli 77 e 78 del nuovo Codice introducono delle novità importanti per quanto concerne la scelta e l’attività dei commissari di gara.

Anac, con delibera del 16 novembre 2016 n. 1190 ha emanato le Linee Guida n. 5 recanti i criteri di scelta dei commissari di gara e di iscrizione degli esperti nell’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici.

Il documento in esame è stato redatto in attuazione dell’art. 78 del d.lgs. 50/2016 che attribuisce all’ANAC il compito di gestire e aggiornare l’Albo nazionale obbligatorio dei componenti delle commissioni giudicatrici nelle procedure di affidamento dei contratti pubblici, istituito presso l’Autorità.

L’ANAC è chiamata con proprio atto a stabilire i criteri e le modalità per l’iscrizione all’Albo e per la verifica dei requisiti di compatibilità e moralità, nonché di comprovata competenza e professionalità nello specifico settore cui si riferisce il contratto.

Questa lista è comunicata dall’ANAC alla stazione appaltante, di norma entro cinque giorni dalla richiesta.

Per quanto concerne l’affidamento di contratti di importo inferiore alle soglie comunitarie o per quelli che non presentano particolare complessità, la stazione appaltante potrà scegliere i commissari di gara al proprio interno. Si precisa che sono considerate di non particolare complessità le procedure svolte attraverso piattaforme telematiche di negoziazione (articolo 77, comma 3 nuovo Codice e articolo 58).

Una novità importante è contenuta nell’articolo 77 del Codice, che consente al commissario di gara di lavorare a distanza con procedure telematiche che salvaguardino la riservatezza delle comunicazioni.

Le Linee Guida attuative del nuovo Codice arricchiscono la disciplina codicistica prevedendo delle indicazioni di rilievo per l’agire delle amministrazioni.

Si prevede infatti che al fine di rispettare i vincoli di spesa, la commissione, composta da un numero dispari di membri e variabile da tre a cinque, deve essere composta da cinque membri soltanto in caso di particolare complessità.

Le Linee Guida “consigliano” inoltre alle amministrazioni di indicare delle soglie massime, ad esempio un milione di euro, al di sopra delle quali provvedere comunque alla nomina di commissari esterni alla propria organizzazione.

Copyright © - Riproduzione riservata
Scelta dei commissari di gara e iscrizione all’Albo: ecco le nuove linee Guida ANAC Ingegneri.info