Servizi legali, focus sulle linee guida n.12 dell'Anac | Ingegneri.info

Servizi legali, focus sulle linee guida n.12 dell’Anac

Acquisto e la locazione di terreni o fabbricati e servizi di arbitrato e conciliazione non sono compresi non sono appalti compresi nella nuova delibera controfirmata da Raffaele Cantone

servizi legali anac
image_pdf

Continua il lavoro dell’Anac sulla produzione di linee guida dedicate alla disciplina del Codice dei Contratti. Con la Delibera n. 907 del 24 ottobre 2018, a seguito del parere positivo del Consiglio di Stato, l’Autorità presieduta da Raffaele Cantone ha approvato le Linee Guida n 12, sull’affidamento dei servizi legali, alla luce della nuova disciplina contenuta nel D.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, c.d. Codice dei contratti pubblici.

Il contenuto del Codice dei contratti pubblici

Il D.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, c.d. Codice dei contratti pubblici, contiene una disciplina dettagliata relativa agli affidamenti dei servizi legali a soggetti esterni alla pubblica amministrazione.
L’articolo 17 del Codice, contenuto nella parte I dedicata a principi comuni ed esclusioni, si occupa di disciplinare le “esclusioni specifiche per contratti di appalto e concessione di servizi”.
Nel primo comma, l’articolo 17 esclude l’applicazione del Codice per una molteplicità di fattispecie, quali ad esempio l’acquisto o la locazione di terreni o fabbricati (lettera a), oppure i servizi di arbitrato e conciliazione (lettera c).

Alla lettera d), lo stesso articolo si preoccupa di escludere dall’applicazione delle disposizioni del D.lgs. 50/2016 uno dei seguenti servizi legali:

  • rappresentanza legale in un arbitrato o in una conciliazione oppure in procedimenti giudiziari dinanzi a organi giurisdizionali o autorità pubbliche di uno Stato membro dell’Unione europea o un Paese terzo o dinanzi a organi giurisdizionali o istituzioni internazionali;
  • consulenza legale fornita in preparazione dei procedimenti appena indicati;
  • servizi di certificazione e autenticazione di documenti che devono essere prestati da notai; servizi legali prestati da fiduciari o tutori designati;
  • altri servizi legali connessi all’esercizio di pubblici poteri.

L’allegato IX al Codice dei contratti, elenca invece i servizi di cui agli articoli 140, 143, 144, tra cui i servizi legali, nella misura in cui non siano esclusi a norma dell’articolo 17 comma 1, lett. d).

Le Linee Guida ANAC

Con Delibera n. 907 del 24 ottobre 2018, l’ANAC ha approvato le Linee Guida n. 12, aventi ad oggetto l”Affidamento di servizi legali”.
Si tratta di un intervento utile a distinguere le fattispecie sopra esaminate soprattutto per quanto concerne le procedure da seguire per il loro affidamento.
Secondo le Linee Guida, rientrano nella categoria di cui all’articolo 17 del Codice gli incarichi conferiti ad hoc, considerati quali contratti d’opera professionale e riguardanti la trattazione della singola controversia o questione.
L’affidamento dei servizi legali costituisce invece appalto, con conseguente applicabilità dell’allegato IX e degli articoli 140 e seguenti del Codice dei contratti pubblici, qualora la stazione appaltante affidi la gestione del contenzioso in modo continuativo o periodico al fornitore nell’unità di tempo considerata (di regola il triennio).
Ai sensi dell’articolo 35, commi 1 e 2, del Codice dei contratti pubblici, la soglia di rilevanza comunitaria per gli appalti di servizi elencati nell’allegato IX è di € 750.000 nei settori ordinari e di € 1.000.000 nei settori speciali.

Le procedure di affidamento

Il punto 3 delle Linee Guida n. 12, stabilisce che l’affidamento dei servizi legali di cui all’articolo 17, comma 1, lettera d), deve avvenire ai sensi dell’articolo 4 del Codice, ovvero nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza, proporzionalità, pubblicità, tutela dell’ambiente ed efficienza energetica. Quindi, sarà necessaria una valutazione sulla congruità del compenso, l’esistenza di affidamenti pregressi conclusi positivamente o l’utilizzo di un avviso pubblico per la costituzione di elenchi di professionisti aperti, ai quali sia consentita l’iscrizione senza limiti temporali.
Invece, i servizi legali di cui all’allegato IX del Codice, aventi valore inferiore alle soglie sopra considerate, devono essere affidati secondo quanto previsto per gli affidamenti di valore inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria dalle disposizioni del Codice e dalle Linee Guida ANAC n. 4, recanti “Procedure per l’affidamento dei contratti pubblici di importo inferiore alle soglie di rilevanza comunitaria, indagini di mercato e formazione e gestione degli elenchi di operatori economici“.
Per i contratti aventi valore superiore alle soglie di cui all’articolo 35, comma 1 lettera d) e comma 2 lettera c), ferma restando l’applicazione delle disposizioni previste per gli affidamenti sopra soglia, la pubblicazione degli avvisi e bandi è disciplinata dagli articoli 140, per i settori speciali e 142 per i settori ordinari.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Servizi legali, focus sulle linee guida n.12 dell’Anac Ingegneri.info