Sisma 24 agosto 2016: si cercano 125 tecnici con la massima celerità | Ingegneri.info

Sisma 24 agosto 2016: si cercano 125 tecnici con la massima celerità

L'ordinanza del Commissario straordinario per la ricostruzione post sisma del 24 agosto 2016 firma l'ordinanza che ufficializza la ricerca di 125 figure di carattere tecnico - ingegneristico per attività nei Comuni colpiti. I dettagli

Pescara del Tronto - interventi di ripristino della viabilità sulla Salaria (foto: Protezione Civile)
Pescara del Tronto - interventi di ripristino della viabilità sulla Salaria (foto: Protezione Civile)
image_pdf

125 tecnici da impiegare con la massima urgenza nei territori colpiti dal sisma del 24 agosto individuati dal decreto-legge 17 ottobre 2016, n. 189, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 18 ottobre 2016, n. 244, recante “Interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016“.

È il contenuto di un’ordinanza emanata dal Commissario straordinario per la ricostruzione nei territori interessati dal sisma del 24 agosto 2016, Vasco Errani, il 10 novembre 2016 e pubblicata in Gazzetta Ufficiale, serie generale n. 287 del 9 dicembre 2016. (L’ordinanza è in allegato in versione integrale).

Recante “Approvazione degli schemi di convenzione con Fintecna S.p.a. e con l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa S.p.A. – Invitalia per l’individuazione del personale da adibire alle attività di supporto tecnico-ingegneristico e di tipo amministrativo-contabile finalizzate a fronteggiare le esigenze delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del 24 agosto 2016 nei territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche ed Umbria. (Ordinanza n. 2)”, l’ordinanza di fatto ufficializza la ricerca di personale tecnico-ingegneristico (e amministrativo-contabile) per gestire le esigenze delle popolazioni colpite dal Sisma del 24 agosto 2016 nei territori del Centro Italia attraverso un accordo con Fintecna e Invitalia, che prevede che la Spa (per 45 unità) e l’agenzia (per 80 unità) individuino il personale da adibire nelle attività “con la massima celerità, efficacia ed efficienza”, degli interventi previsti.

L’accordo formalizza che sia Fintecna a

  1. procedere, anche attraverso la sensibilizzazione degli ordini professionali di categoria, alla selezione del personale in possesso delle necessarie esperienze e qualificazione professionale attestata dall’iscrizione negli appositi albi professionali;
  2. provvedere, ove necessario previa formalizzazione dei relativi rapporti contrattuali, all’organizzazione e alla gestione del personale selezionato, curando direttamente l’adempimento di tutti gli obblighi di natura retributiva, previdenziale e tributaria;
  3. mettere a disposizione il personale selezionato per lo svolgimento da parte del Commissario straordinario e dei vice- Commissari delle attività come individuate.

Cosa farà il personale selezionato da Fintecna

Fintecna individuerà complessivamente 45 figure:

  • 8 ingegneri/architetti
  • 24 geometri/ingegneri strutturali
  • 8 Fintecna
  • 4 distaccati
  • 1 figura di coordinamento progetto
Estratto dall'Allegato A dell'ordinanza - Quadro economico

Estratto dall’Allegato A dell’ordinanza – Quadro economico

Nell’ambito dell’incarico affidato a Fintecna, la società procederà all’individuazione del personale, in possesso delle necessarie esperienze e qualificazione professionale, destinato allo svolgimento dell’attività di supporto tecnico-ingegneristico occorrente per l’istruttoria relativa all’erogazione dei contributi e gli altri adempimenti relativi alla ricostruzione privata, come previsti dal decreto-legge, nonché per quella afferente i procedimenti relativi ai necessari titoli abilitativi edilizi, ferma restando in capo ai singoli comuni la competenza all’adozione dell’atto finale di rilascio del titolo abilitativo edilizio.

Le attività, a titolo di esempio non esaustivo, potranno essere:

  1. verifica di congruità tecnico-economica di progetti sviluppati da terzi e sottoposti a valutazione;
  2. verifica della documentazione fornita dagli affidatari degli appalti;
  3. redazione della documentazione necessaria all’iter procedurale in assistenza ai privati;
  4. gestione dell’archivio documentale;
  5. attività di front office, per supporto gestionale alla elaborazione delle pratiche necessarie all’ottenimento dei finanziamenti agevolati e per fornire tutte le informazioni utili ad attivare il processo di richiesta dei finanziamenti;
  6. supporto professionale ed amministrativo-contabile, per il monitoraggio della normativa e le necessarie rendicontazioni.

In una fase successiva, ai sensi dell’art. 3, comma 3, del decreto- legge, il personale individuato da Fintecna e destinato alla struttura commissariale potrà altresì fornire il supporto necessario per l’attuazione degli interventi di ripristino di opere pubbliche e beni culturali.

Cosa farà Invitalia

Invitalia individuerà complessivamente 80 unità di personale. L’Agenzia svolgerà attività di supporto agli interventi organizzativi, amministrativo-contabili e tecnico-ingegneristici di quanto previsto dal decreto per la ricostruzione attraverso l’individuazione del personale da adibire alle stesse.

In particolare

  1. procederà alla selezione del personale in possesso delle necessarie esperienze e qualificazione professionale coerentemente con il fabbisogno della struttura commissariale;
  2. provvederà, ove necessario previa formalizzazione dei relativi rapporti contrattuali, all’organizzazione ed alla gestione del personale selezionato, curando direttamente l’adempimento di tutti gli obblighi di natura retributiva, previdenziale e tributaria;
  3. metterà a disposizione il personale selezionato per lo svolgimento da parte del Commissario straordinario e dei vice-Commissari delle attività come individuate e disciplinate dal decreto-legge citato.

Le attività di supporto tecnico-ingegneristico individuate dall’ordinanza per quanto riguarda Invitalia potranno consistere, a titolo esemplificativo e non esaustivo, in:

  1. supporto alla predisposizione degli atti di pianificazione urbanistica da parte dei soggetti competenti;
  2. supporto al coordinamento degli interventi di ricostruzione e riparazione degli immobili pubblici e privati;
  3. funzione di centrale unica di committenza (CUC) di tutti i soggetti attuatori, da definire tra le parti mediante formale accordo. L’incarico è da intendersi come gestione complessiva delle procedure di affidamento e delle fasi di esecuzione dei contratti d’appalto. In particolare, nella qualità di CUC, accentra su di sé la predisposizione di atti, provvedimenti e contratti, nonché il potere di firma finalizzato all’adozione degli stessi;
  4. verifica di congruità tecnico-economica di progetti sviluppati da soggetti pubblici e privati e sottoposti a valutazione;
  5. supporto alla gestione dell’elenco speciale dei professioni abilitati di cui all’art. 34 del decreto-legge;
  6. supporto alle attività di coordinamento delle piattaforme informatiche e di gestione documentale;
  7. raccordo con l’Autorità Nazionale Anticorruzione e la Struttura di Missione, nei termini rispettivamente individuati nell’accordo ex art. 32 del decreto-legge e nel protocollo di legalità, esteso alle fasi di affidamento ed esecuzione dei contratti connessi agli interventi di ricostruzione pubblica.

Copyright © - Riproduzione riservata
Sisma 24 agosto 2016: si cercano 125 tecnici con la massima celerità Ingegneri.info