Sorveglianza sismica: fondi ai Comuni lombardi per pagare ingegneri e geologi | Ingegneri.info

Sorveglianza sismica: fondi ai Comuni lombardi per pagare ingegneri e geologi

Uno stanziamento regionale di 860mila euro consentirà ai Comuni il sostegno per avvalersi di tecnici così come previsto dalla normativa nazionale

image_pdf

Dalla Regione Lombardia arrivano 860mila euro per la “sorveglianza sismica” dei Comuni: il 17 ottobre 2017 la Giunta regionale lombarda, su proposta dell’assessore alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, ha approvato uno stanziamento finalizzato a consentire ai Comuni di assolvere i nuovi compiti sulla vigilanza sismica che derivano dalle più recenti modifiche legislative.
Il finanziamento in particolare consentirà ai Comuni di “avvalersi delle figure professionali cui devono necessariamente ricorrere per la valutazione degli aspetti ingegneristici, geologici e geotecnici, così come richiesto dalla complessa normativa nazionale”, ha spiegato l’assessorato.

“La normativa nazionale a cui anche la Regione si è dovuta attenere – ha aggiunto l’assessore – prevede obblighi e oneri aggiuntivi per gli Enti locali. Per questo vogliamo essere al fianco delle amministrazioni che spesso non si possono avvalere di figure professionali interne e devono ricorrere a consulenze esterne. In un periodo difficile per i bilanci degli enti pubblici vogliamo dare un aiuto concreto a rispettare la normativa”.
Per l’anno 2017 saranno stanziati 160.000 euro ai Comuni classificati in zona sismica 2 con popolazione fino a 5.000 abitanti.
Negli anni 2018 e 2019 saranno stanziati altri 700.000 euro totali in favore dei Comuni classificati nelle zone sismiche 2, 3 e 4.

Leggi anche: Sicurezza anti-sismica: gli interventi “privi di rilevanza” per la pubblica incolumità

Copyright © - Riproduzione riservata
Sorveglianza sismica: fondi ai Comuni lombardi per pagare ingegneri e geologi Ingegneri.info