VERSO UN USO PIU' RAZIONALE DELL' ENERGIA NEGLI EDIFICI - 14 aprile 2005 | Ingegneri.info

VERSO UN USO PIU’ RAZIONALE DELL’ ENERGIA NEGLI EDIFICI – 14 aprile 2005

image_pdf

PADOVA – CONVEGNO INTERNAZIONALE

LOW EXERGY BUILDINGS WORKSHOP

“Towards a more rational use of energy in buildings”
“VERSO UN USO PIU’ RAZIONALE DELL’ENERGIA NEGLI EDIFICI”

Giovedì 14 aprile 2005
Ore 9,00 – 18,00

c/o sede della Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo
Via Adige 6 – Sarmeola (Rubano) – PD

È stato presentato martedì 5 aprile, presso la Sede del Collegio degli Ingegneri della Provincia di Padova di piazza Salvemini 2 a Padova, il convegno internazionale “LOW EXERGY BUILDINGS WORKSHOP. Towards a more rational use of energy in buildings -VERSO UN USO PIù RAZIONALE DELL’ENERGIA NEGLI EDIFICI”.

Organizzato dal Collegio degli Ingegneri della Provincia di Padova e dal Dipartimento di Fisica Tecnica dell‘Università di Padova si terrà GIOVEDì 14 aprile2005 dalle 9 alle 18 nella Sala Convegni della Cassa di Risparmio – Via Adige 6 – Sarmeola di Rubano (Padova).

Motivazioni e scopo del convegno internazionale , che ha il patrocinio di patrocinio della Provincia e del Comune di Padova, di Assistal e Aicarr sono stati illustrati da:

Ing. PAOLO MONTEFORTE, presidente del Collegio degli Ingegneri della Provincia di Padova

Ing. MICHELE SANFILIPPO, coordinatore del Gruppo Termotecnico del Collegio degli Ingegneri di Padova.

Ing. ROBERTO ZECCHIN , ordinario di impianti termotecnici al Dipartimento di Fisica Tecnica dell’Università di Padova e tra i promotori del convegno.

Obiettivo del convegno internazionale, hanno spiegato gli organizzatori, è quello di sensibilizzare e incentivare gli operatori italiani del settore (progettisti, costruttori, utilizzatori) a nuove forme e processi di risparmio energetico in ambito edile. Un tema che riveste particolare importanza in vista dell’ormai prossima applicazione delle norme attuative della Direttiva Europea 2002/91/EC sulla certificazione energetica degli edifici (EPBD).

In Italia, attualmente, oltre un terzo del totale fabbisogno di energia è dovuto agli usi domestici, ma le riserve di energia fossile non sono infinite e sempre più pressante si fa la necessità di ridurre le emissioni di CO2.

Soluzioni innovative, già adottate in altri paesi, tendono ad abbattere il fabbisogno di energia primaria degli edifici e conseguentemente l’inquinamento atmosferico: utilizzando per esempio cogenerazione, pompe di calore e impianti solari. In Italia si è ancora alla fase del dibattito scientifico e di settore e poche sono le soluzioni già messe in pratica. Ma per far ciò è necessario creare prima di tutto una mentalità e una sensibilità rispetto ai problemi legati ai consumi e al risparmio energetico tra gli utenti, i costruttori e i progettisti.

Il convegno intende sollevare le questioni aperte, valutare le possibili soluzioni, sensibilizzare a una nuova cultura energetica partendo, per quanto riguarda la realtà italiana, dalla consapevolezza che sono due i filoni su cui orientare l’impegno: l’economia energetica domestica (nuove tecnologie per l’uso domestico, attenzioni nella progettazione degli edifici, utilizzo della domotica e della building automation per far funzionare gli elettrodomestici nello ore in cui sono minori il costo energetico e il carico di consumo a livello nazionale) e le risorse energetiche alternative nel territorio nazionale (energia solare per esempio): l’Italia, infatti, importa gran parte dell’energia di cui abbisogna.

Il convegno del 14 aprile che vede riuniti i maggiori esperti a livello internazionale avrà quindi in primo luogo un’impostazione divulgativa e informativa.

Si parlerà tra gli altri di:

– il problema energetico e il surriscaldamento del pianeta;
– l’idea della società dei 2000 W a persona proposta dalla Svizzera;
– come utilizzare l’energia gratuita;
– comfort e qualità dell’aria in edifici energeticamente efficienti;
– ottimizzazione dell’involucro edilizio per ridurre i consumi energetici;
– realizzazioni di edifici a basso fabbisogno energetico ed edifici passivi:
– soluzioni impiantistiche efficienti (cogenerazione, teleriscaldamento, pompe di calore geotermiche, building automation, ecc.);
– energia solare termica e fotovoltaica;
– le problematiche di risparmio energetico degli enti locali;
– la certificazione energetica degli edifici e la nuova Direttiva Europea.

La partecipazione al convegno è gratuita. Occorre comunicare l’adesione alla segreteria organizzativa presso il Collegio degli ingegneri (fax 049 8756160, e-mail [email protected]).

  Scarica l’invito, in formato PDF

 

Copyright © - Riproduzione riservata
VERSO UN USO PIU’ RAZIONALE DELL’ ENERGIA NEGLI EDIFICI – 14 aprile 2005 Ingegneri.info