Sisma 2012 in Emilia: la ristrutturazione di un antico edificio a Reggiolo | Ingegneri.info

Sisma 2012 in Emilia: la ristrutturazione di un antico edificio a Reggiolo

La ricostruzione della palazzina porterà a una riqualificazione energetica in Classe A, grazie ai materiali e alle tecnologie costruttive utilizzate

Danesi_Reggiolo_1
image_pdf

Del forte terremoto che colpì la zona sismica della pianura padana nel maggio 2012, i territori colpiti portano ancora segni visibili. La serie di scosse che fecero tremare la terra furono talmente forti che furono avvertite anche in un’area molto più vasta comprendente tutta l’Italia Centro-Settentrionale e parte dell’Europa Centrale.

Le scosse furono registrate fin dal gennaio 2012, ma quella più significativa si manifestò il 20 maggio 2012 alle ore 04:03, con una magnitudo 5,9, con epicentro nel territorio comunale di Finale Emilia, in provincia di Modena, e con ipocentro a una profondità di 6,3 km.

 

Il progetto

Fra le zone più colpite dal sisma del 2012 vi è Reggiolo, in provincia di Reggio Emilia, dove è ubicato l’immobile oggetto della ristrutturazione, in pieno centro storico, la zona maggiormente colpita dal sisma. Si tratta di una palazzina tra via Matteotti e via Piave, risalente a prima del 1850.

L’immobile è composto da tre diversi nuclei costruiti in epoche successive: il più antico del fabbricato presenta pianta a “L” ed è costituito da due piani più il sottotetto. Al piano terra i locali su via Matteotti ospitano un esercizio commerciale mentre sul lato di via Piave si trova l’ingresso del palazzo.

Attiguo al volume principale è presente un ampliamento dell’edificio, di epoca successiva al primo nucleo, mentre nella porzione retrostante il nucleo principale dell’edificio, a contatto con altra proprietà, si trova il locale di sgombero con copertura in lamiera.

Danesi_Reggiolo_2

Il progetto di ristrutturazione prevede:

  • La demolizione parziale per messa in sicurezza e la ricostruzione del corpo principale con l’innalzamento a 3 piani del nucleo attiguo al principale.
  • La demolizione del locale di sgombero e la sua ricostruzione ad un solo piano con l’aggiunta di una terrazza per l’appartamento al primo piano.
  • L’aumento delle unità immobiliari presenti, passando da 2 unità (1 appartamento e 1 negozio) a 4 unità (3 appartamenti e 1 negozio).
  • La realizzazione di aperture in falda per garantire l’abitabilità al piano sottotetto, che ospiterà le zone notte dei 2 appartamenti a primo piano.
  • La realizzazione di un’area parcheggio con tre posti auto.

 

Nuova vita agli edifici colpiti dal sisma del 2012 a Reggiolo grazie a Normablok Piu’ S40 Sismico di Fornaci Laterizi Danesi

Fornaci Laterizi Danesi è ancora una volta protagonista di un progetto di ristrutturazione edilizia grazie all’innovativo Normablok Più S40, monoblocco studiato per tutte le zone sismiche.

Tecnologie costruttive e materiali

La nuova costruzione verrà realizzata con la tipologia a umido, utilizzando mattoni Normablok Piu’ S40 Sismico, monoblocco portante per murature perimetrali realizzato con laterizio Poroton P800 totalmente iniettato di polistirene caricato con grafite autoestinguente, impiegabile in tutte le zone sismiche e climatiche secondo le prescrizioni delle normative vigenti.

Danesi_Reggiolo_3

I monoblocchi Normablok piu’ S40 intonacati a base di calce con finitura a tinteggio, sorreggeranno una copertura in legno lamellare con sovrastante manto di copertura in coppi. La copertura in legno lamellare sarà visibile sono all’interno del sottotetto.

Per prescrizione comunale, nel progetto non potevano essere utilizzati cappotti esterni, in quanto si intende preservare lo stile architettonico dell’immobile ubicato in pieno centro. L’isolamento termico delle strutture opache verticali verrà quindi garantito dai blocchi Normablok Piu’ S40 che, grazie ad un sofisticato processo produttivo, unico nel suo genere, integra polistirene caricato con grafite direttamente all’interno del blocco. Apposite strisce isolanti permetteranno quindi di eliminare il ponte termico dei giunti.

Grazie ai materiali e alle tecnologie utilizzate per la ricostruzione della palazzina, si porterà il complesso residenziale ad una riqualificazione energetica in Classe A.

Danesi_Reggiolo_4

Sistema Normablok Più

Il Sistema Normablok Più è un sistema costruttivo completo e brevettato che comprende i blocchi Normablok Più, il Blocco Normablok S40 Sismico e le mezze. Il sistema è in grado di coniugare praticità, economicità e velocità di messa in opera con alte prestazioni termoacustiche, resistenza statica, isolamento acustico e protezione dal fuoco.

Normablok garantisce ottimi valori di isolamento termico grazie all’integrazione di polistirene caricato con grafite direttamente all’interno del blocco e realizzando apposite fasce isolanti per eliminare il ponte termico dei giunti di malta.

Danesi_Reggiolo_5

 

 

Scheda Tecnica

Oggetto: Ricostruzione e riqualificazione residenziale

Scadenza progetto: Primavera 2016

Committente: Sig. Atos Bertazzoni

Localit: Reggiolo (RE)

Progetto: Studio Capiluppi Associati, Geom. Lorenzo Capiluppi, Arch. Fabio Capiluppi

Impresa esecutrice: Edile Mogliese di Bellarmi Erminio e C. Sas

Produttore laterizi: Fornaci Laterizi Danesi spa – Soncino (Cr)

Distributore laterizi: Latercom srl – Soncino (Cr)

 

Per maggiori informazioni su Sistema Normablok Più, consultare il sito .

Copyright © - Riproduzione riservata
Sisma 2012 in Emilia: la ristrutturazione di un antico edificio a Reggiolo Ingegneri.info