The Innovation Cloud: se la riqualificazione e' "in tempo reale" | Ingegneri.info

The Innovation Cloud: se la riqualificazione e’ “in tempo reale”

wpid-15276_limbiate.jpg
image_pdf

All’interno di The Innovation Cloud, il nuovo format espositivo per le tecnologie energetiche d’avanguardia, inauguratasi oggi presso Fiera Milano a Rho fino a venerdì 10 maggio, prende il via un’iniziativa destinata ai “nuovi talenti” della progettazione basata su un concept inedito di “gara in tempo reale”. E’ Open Course, concorso internazionale riservato ai master universitari europei di architettura e ingegneria che si occupano di sostenibilità ed efficienza energetica. Un’idea degli architetti Enrico Di Munno, Paola Moschini e Valentina Temporin per ragionare concretamente su temi di grande attualità come il recupero del patrimonio esistente e il rinnovo dell’edilizia pubblica, centrali nella tre giorni fieristica.

Open Course affianca alla riflessione sul tema del costruire sostenibile un’azione concreta sul costruito: il tema del concorso infatti non esiste solo sulla carta ma è un edificio reale da riqualificare, messo a disposizione dal Comune di Limbiate (Mi).

Dopo aver ricevuto direttamente dal sindaco il bando ed aver effettuato la visita all’edificio, i team lavoreranno sui desiderata della committenza sia in termini qualitativi che di budget concreti: ridotti consumi di acqua ed energia, rispetto per il territorio, utilizzo di materiali innovativi e non tossici, velocità di costruzione e sicurezza delle strutture, usi misti e relazione con il tessuto urbano. Il progetto vincitore sarà quello che avrà trovato un punto ideale di equilibrio tra le risorse messe a disposizione, il benessere degli utenti e l’ambiente che circonda l’edificio.

I master “in gara” sono Master Processi Costruttivi Sostenibili, Università Iuav di Venezia; Master in Sustainable Environmental Design, AA – Architectural Association – di Londra; Master in Edilizia Sostenibile ed Efficienza Energetica, del Politecnico di Torino; Master of Architecture and structural experimentation approach National Institute of Applied Sciences, Insa di Strasburgo. Ogni team sarà accompagnato da un docente e da uno o più tutor, che supporteranno il gruppo durante tutto l’evento. Inoltre i team potranno contare sulla presenza di “ospiti speciali”, chiamati per l’occasione a diventare consulenti dei Team di progetto. Si tratta di figure rilevanti del panorama della progettazione sostenibile, scelti per offrire un quadro più variegato possibile del settore: l’architetto Tim Mrozowski, Leed Ap, docente alla Michigan; l’arch. Isabella Goldmann, managing partner di Goldmann & Partners, membro Inbar e leader Applied Sustainability Topic – Baa Università Bocconi; Sebastiaan Veldhuisen, architetto olandese specializzato in progettazione sostenibile, progettazione integrata, eco design, Senior consultant per l’Energy Design Centre di Rockwool International.

Parallelamente l’area Open Source ospiterà incontri pubblici dedicati ai temi della sostenibilità ambientale: Smart City, Social Housing, utilizzo di software innovativi nella progettazione, performance degli edifici, rating ambientali, materiali ecosostenibili e loro ciclo di vita.

I progetti verranno giudicati da una giuria internazionale, composta da professionisti e docenti che lavorano da anni nel campo della progettazione sostenibile. A presiedere la giuria l’arch. Ignacio Fernandez Solla, spagnolo, direttore del prestigioso studio Arup. Il gruppo vincitore riceverà un premio in denaro, offerto dalla Fondazione Architetti e Ingegneri Liberi Professionisti iscritti Inarcassa, ed inoltre avrà l’opportunità di presentare il proprio progetto durante il convegno internazionale eEbuild, che affronta i temi del recupero del patrimonio esistente (Riva del Garda, novembre 2013).

Per sapere di più su Solarexpo e The Innovation Cloud consulta il Focus “Energie rinnovabili in edilizia” cliccando qui

Copyright © - Riproduzione riservata
The Innovation Cloud: se la riqualificazione e’ “in tempo reale” Ingegneri.info