Formazione Rspp/Aspp: il Modulo A si può fare in e-learning | Ingegneri.info

Formazione Rspp/Aspp: il Modulo A si può fare in e-learning

Solo il modulo A dei tre previsti dalle nuove regole sulla formazione degli Rspp e Aspp potrà essere svolto in modalità e-learning o Fad (Formazione a distanza). Lo chiarisce un interpello del Ministero del Lavoro sulla sicurezza

image_pdf

Il Ministero del Lavoro risponde all’istanza avanzata dal Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, inerente la possibilità di svolgere i moduli A, B e C dei corsi di formazione per Responsabili e Addetti al Servizio Prevenzione e Protezione in modalità Fad (formazione a distanza), come previsto per i corsi di aggiornamento dei coordinatori per la sicurezza nei cantieri temporanei e mobili.

Nell’interpello n. 18/2016 del 25 ottobre 2016, la Commissione del Ministero del Lavoro ha ribadito che per svolgere il ruolo di Responsabile e Addetto dei servizi di prevenzione e protezione interni ed esterni, oltre al possesso del titolo di studio non inferiore al diploma di istruzione secondaria superiore, occorre possedere un attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, a specifici corsi di formazione adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, ai quali occorre aggiungere, per i Responsabili del Servizio, anche un attestato di frequenza, con verifica dell’apprendimento, e specifici corsi di formazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi, anche di natura ergonomica e da stress lavoro-correlato, di organizzazione e gestione delle attività tecnico-amministrative e di tecniche di comunicazione in azienda e di relazioni sindacali (D.Lgs. 81/2008, art. 32, comma 2).

I contenuti e le modalità dei corsi devono rispettare quanto previsto dall’Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016, attualmente in vigore, che consente l’utilizzo della modalità e-learning solo per il Modulo A (punto 6.1), secondo i criteri previsti nell’Allegato II, escludendo pertanto la possibilità di frequentare i Moduli B e C in modalità Fad.

I moduli formativi
Il modulo A offre una formazione generale di base e sulla normativa, ha una durata di 28 ore più 4 ore per la verifica finale mediante test, con rilascio di un attestato di frequenza previo superamento degli esami. Il Modulo A è propedeutico per la frequenza dei successivi moduli B e C, necessari per ottenere i requisiti abilitanti allo svolgimento delle funzioni di Rspp e Aspp.

Contenuti:
• la normativa generale e specifica in tema di salute e sicurezza sul lavoro, l’esame della normativa di riferimento, le norme tecniche;
• i vari soggetti del sistema di prevenzione aziendale, i loro compiti, le loro responsabilità civili e penali e il sistema pubblico della prevenzione;
• le modalità di un Sistema di Prevenzione aziendale;
• gli aspetti normativi, relativi ai rischi, le misure di prevenzione e protezione, i criteri metodologici per la valutazione dei rischi, i contenuti del documento di valutazione dei rischi e del documento unico di valutazione dei rischi da interferenze e la gestione delle emergenze;
• le ricadute applicative e organizzative della valutazione del rischio.

Il modulo B, di specializzazione sui rischi specifici per settore produttivo, ha una durata che può variare dalle 12 alle 68 ore, in base al settore di riferimento. Tra gli altri, i temi trattati in questo modulo riguardano il rischio chimico, fisico e cancerogeno, il rischio di infortunio e i dispositivi di protezione individuale.

Il modulo C ha una durata di 24 ore più 8 ore di verifica finale, di specializzazione sugli aspetti gestionali e relazionali inerenti a:
• progettazione e sviluppo dei sistemi di gestione della sicurezza;
• organizzazione tecnico-amministrativa della prevenzione;
• dinamiche delle relazioni e della comunicazione, con particolare riferimento alla gestione delle relazioni sindacali e alla comunicazione efficace in azienda;
• fattori di rischio psico-sociali ed ergonomici;
• progettazione e gestione dei processi formativi aziendali per sviluppare in modo adeguato il processo di diffusione della cultura e delle competenze in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Ogni 5 anni è prevista una formazione di aggiornamento di durata variabile tra 40, 60 e 100 ore, secondo il settore produttivo di appartenenza.

Leggi anche: Il Manuale Sicurezza sul lavoro 2016 si è evoluto: l’ing. Andrea Rotella spiega perché

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Formazione Rspp/Aspp: il Modulo A si può fare in e-learning Ingegneri.info